Connect with us
Pubblicità

Speciale elezioni 2018

MuoverSi in Trentino? Robbi (AGIRE): “Più facile per un criminale in libertà vigilata.”

Pubblicato

-

Gian Piero Robbi (Agire per il Trentino)

Parliamo di MuoverSi, un servizio per la mobilità dei disabili messo a disposizione dalla Provincia. Attraverso l’Icef, i disabili hanno a disposizione un determinato numero di chilometri per spostarsi. Questi chilometri variano in base alla tua attività, al tuo lavoro, al reddito. Negli ultimi anni il servizio è andato incontro a un clamoroso ridimensionamento: meno chilometri a disposizione, tracciamento tramite GPS degli spostamenti e privacy di fatto azzerata.

Con lo scarto minimo di due metri – spiega Gian Piero Robbi, candidato di Agire per il Trentino -, la Provincia “tiene sotto controllo” ogni spostamento dei disabili che in tempo reale vengono monitorati. Uno schiaffo in piena regola a ogni sorta di regolamento della privacy.”

Ma non finisce qui, continua Robbi. Non si può andare fuori provincia, se ti vengono assegnati 1000 chilometri al mese e ne fai solo 800 i 200 che avanzano li perdi. Non solo. Se fai una media di 500 chilometri all’anno, l’anno successivo la Provincia te ne assegna 500.“

PubblicitàPubblicità

Un servizio a dir poco discriminatorio che non tutela il disabile, anzi, lo ingabbia, lo controlla e lo monitora. I criminali in libertà vigilata con obbligo di firma a confronto godono di più libertà. La prima cosa da fare è LIBERALIZZARE il servizio: niente controlli col GPS, niente studi previsionali sui chilometraggi, niente obblighi di percorso.”

La nostra idea è quella di uniformare il servizio ed evitare qualsiasi forma di discriminazione. Non esistono disabili di Serie A e di Serie B, un servizio assolve il suo compito quando permette a tutti di poterne usufruire allo stesso modo.

Se un disabile vuole andare a Treviso o a Verona – conclude Robbia farsi una visita o un giro ha il diritto di farlo senza dover essere controllato attraverso il GPS. Non deve essere costretto a stare in provincia per colpa di un regolamento scellerato. Il servizio deve essere equo, non discriminante, inclusivo, uguale per tutti. L’esatto opposto di quello che è ora.

Pubblicità
Pubblicità

Speciale elezioni 2018

Elezioni provinciali, ultimi controlli prima dell’inizio della nuova legislatura

Pubblicato

-

Concluse le operazioni di spoglio delle schede, relative alle elezioni provinciali tenute domenica in Trentino, vi sono ora alcuni passaggi formali a cui adempiere prima che la nuova legislatura possa concretamente iniziare. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Speciale elezioni 2018

Il centrodestra festeggia in piazza a Trento: “Risultato storico”

Pubblicato

-

Il centrodestra trentino ha brindato in piazza Cesare Battisti alla vittoria del nuovo presidente della Provincia di Trento, Maurizio Fugatti. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Speciale elezioni 2018

Elezioni Provinciali, Fugatti esulta: “Grande orgoglio e grande responsabilità dai trentini”

Pubblicato

-

“Un risultato che ci dà molto orgoglio e ci responsabilizza per il forte mandato popolare che abbiamo avuto. I trentini hanno ricordato le battaglie che abbiamo fatto sul territorio. La storia ci ha dato ragione”.

Così Maurizio Fugatti, nuovo presidente della Provincia Autonoma di Trento, commenta i risultati elettorali del voto del 21 ottobre. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

PubblicitàPubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza