Connect with us
Pubblicità

economia e finanza

Cresce il fatturato dell’industria in Trentino: +8,7% nel 2017

Pubblicato

-

Confindustria Trento

Il fatturato 2017 delle aziende del campione in Trentino è stato di 5,753 miliardi di euro con una crescita del 8,7% rispetto all’anno precedente.

Il campione 2016 aveva visto una crescita del 1,9% rispetto all’anno precedente.

Il campione 2015 aveva visto una crescita del 2,6% rispetto al 2014. Si tratta dei dati pubblicati, come ogni anno, dalla Cgil del Trentino per società e gruppi industriali ritenuti significativi. Sono relativi a 48 società metalmeccaniche, 15 chimiche, 7 tessili-abbigliamento, 17 del settore alimentare, 11 del settore cartario-poligrafico, 4 delle costruzioni, 9 gruppi o aziende di settori diversi.

PubblicitàPubblicità

La crescita nel 2017, viene riferito, è stata soddisfacente in tutti i settori, tranne nelle costruzioni. In particolare l’aumento è stato buono nel settore metalmeccanico +13,4%, nel tessile +9,8% e nel chimico +7,6%. Bene anche l’agroalimentare con +4,9% e il cartario con +3,1%. Nelle costruzioni si è registrata invece una riduzione del’1,4%

Nel 2017 la crescita del Trentino è stata la migliore degli ultimi anni: eccetto il 2010, anno di recupero rispetto alla crisi, bisogna andare ai campioni degli anni 2006 e 2007 per trovare un risultato simile.

In sintesi 79 società su 111 hanno visto una crescita del fatturato rispetto all’anno precedente, mentre per 32 c’è stata una riduzione.

Il bilancio complessivo presenta un utile di 323 milioni di euro pari al 5,6% del fatturato.

Sono in attivo tutti i settori: nel meccanico l’utile netto è dell’8% del fatturato, nel chimico del 5,9%, nell’alimentare del 2,2%, nel tessile del 2,9% e nel cartario è del 5%, i gruppi e le varie sono al 9,8%.

Nel 2016 l’entità complessiva degli utili del campione era di 257,6 milioni, 202,6 milioni nel 2015, 133,4 milioni nel 2014.

Le aziende in utile nel 2017 sono 97, quelle perdita sono 14. Il primo indicatore di redditività, per le aziende campione, è migliorato rispetto al 2016.

Il margine operativo delle aziende del campione, differenza tra il valore della produzione e i costi (prima della gestione finanziaria), è stato di 395,5 milioni di euro pari al 6,9% del fatturato; è rimasto sostanzialmente stabile rispetto al 2016; era il 5,9% nel 2015, il 6% nel 2014.

Per quanto riguarda i diversi settori, il margine operativo è del 5,1% nel tessile, del 3,3% nell’alimentare, del 9,3% nel chimico, del 7,8% nel meccanico e nel cartario; i gruppi sono al 5,6%, le costruzioni al 4%. In sintesi sono 11 le società con margine operativo negativo, mentre per 100 è positivo. Il dato è in miglioramento rispetto all’anno precedente e al 2015.

Gli oneri finanziari complessivamente contenuti sono praticamente a -0,4% del fatturato, erano allo 0,2% nel 2016, allo 0% nel 2015. I dati oscillano tra il -2,3% del metalmeccanico e l’1% del cartario; 0,8% il tessile, 1,3% il chimico e 0,5% l’alimentare.

Gli oneri finanziari continuano a non essere un problema per la maggioranza delle imprese del campione, in considerazione della media dimensione delle aziende e del buon livello di capitalizzazione: il patrimonio netto delle imprese del campione è pari a 2,1 miliardi di euro pari al 36% del fatturato, allo stesso livello del 2016 e leggermente più alto dei campioni 2015, 2014, 2013 e 2012.

Il costo del lavoro (retribuzioni, oneri sociali ,Tfr, ecc.) ammonta a 805,2 milioni di euro pari al 14% del fatturato; era il 14,5% nel campione 2016; il 13,5% nel 2015, era il 13,4 % del fatturato nel 2014. L’incidenza del costo del lavoro rimane, dunque, contenuta.

Nei diversi settori il costo del lavoro oscilla tra il 9,5% del settore alimentare e il 19,8% nel chimico; è pari al 14,4% nel meccanico, all’12,8% nel tessile e nel cartario. E’ del 23,3% nelle costruzioni.

Il tasso di profitto (Roe), rapporto tra utile netto e capitale investito dall’imprenditore (patrimonio netto), è stato del 13,5%; era del 12,5% nel campione 2016; del 10,5% nel 2015; del 7,7% nel 2014 e del 6,7% del campione 2013.

Nel 2017, dunque, questo indicatore continua a risalire doppiando i livelli pre-crisi.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • “Glamping”: la nuova alternativa glamour e chic al campeggio
    La natura con la sua bellezza ha la straordinaria capacità di avere una forte reazione ed un effetto diretto sulle nostre emozioni invitando ogni anno molti viaggiatori a viverla appieno per migliorare i propri momenti di pausa dalla vita frenetica, attraverso una semplice passeggiata all ombra delle fronde di un bosco o meglio, trascorrendo un’intera […]
  • Profumi funzionali: in arrivo nuove fragranze per diminuire lo stress ed aumentare il benessere
    I ricordi e le emozioni sono unite da un profondo e stretto legame con l‘olfatto che lo rendono come il gusto, uno dei sensi più potenti e straordinari arrivando ad influenzare molte volte anche i nostri comportamenti. L’olfatto è quel senso che non solo riesce a collegare i ricordi, gli attimi e addirittura i sapori […]
  • Svizzera: dal 2020 il tragitto casa – lavoro viene considerato orario d’ufficio
    In metropolitana, in autobus o in treno: tutti i giorni durante il tragitto che da casa porta al lavoro si risponde a numerose telefonate, si inviano e ricevono sollecitazioni, informazioni o delucidazioni sia via mail che attraverso social riguardo gli impegni lavorativi della giornata e della settimana. Dal primo gennaio 2020, in Svizzera, il tragitto […]
  • “Cortex Cast”: il gesso del futuro direttamente dalla stampante 3D
    Il gesso è da sempre stato l’irritante, ingombrante e pesante compagno di molte convalescenze, accompagnando e terrorizzando per settimane milioni di persone in tutto il mondo. Molto presto tutto questo potrebbe diventare soltanto ricordo molto lontano; a rimpiazzare con notevole onore il vecchio gesso sarebbe “Cortex Cast”: un esoscheletro stampato in 3D, composto da nylon […]
  • Formaggella della Solidarietà: il Caseificio Val di Fiemme ed il successo del volontariato d’impresa
    Le aziende hanno diversi sistemi e modi per creare valore, ma soltanto uno riesce a generare opportunità ed importanza contribuendo con successo al benessere del territorio e della società: Il volontariato sociale d’impresa. Il Caseificio della Val di Fiemme è entrato e si è distinto in questo importante mondo, creando e dedicando ad ogni anno […]
  • Affitti troppo alti: Berlino impone con legge un tetto massimo ai prezzi
    In tutta Italia, le cifre da capogiro degli appartamenti in affitto colpiscono direttamente ragazzi, studenti universitari ed intere famiglie che, costretti a scontrarsi con le difficoltà lavorative e la mancanza di un capitale iniziale per acquistare una casa di proprietà, devono a ripiegare sull’appartamento in affitto. Nonostante le cifre improponibili, il profondo cambiamento della società […]
  • Bhutan: l’incredibile fascino del Paese più felice del mondo
    Incastonato tra le rocce dell’immensa catena montuosa Himalayana, tra Cina e India, la natura lascia spazio al piccolo ma affascinate Stato monarchico del Bhutan. Nonostante sia uno dei paesi più poveri dell’Asia, qui si registra il tasso di felicità più elevato di tutto il continente e l’ottavo nella classifica mondiale. Infatti, oltre agli incredibili paesaggi, […]
  • Mobili fonoassorbenti per eliminare i rumori da casa e dagli uffici
    Il rumore del traffico esterno, il calpestio proveniente dal piano superiore, la televisione del vicino a volume troppo alto: questi sono solo alcuni dei rumori che possono infastidire l’ambiente domestico. Il mercato offre moltissimi sistemi per ottimizzare, migliorare e molte volte eliminare il problema: dai blocchi di muratura, applicati sopratutto nelle nuove costruzioni, ai feltri […]
  • Stop agli oggetti smarriti: Google Tile aiuta a trovare le chiavi di casa
    Perdere oggetti e non riuscire più a ritrovarli è diventato un fenomeno talmente comune e frequente dall’essere d’ispirazione a numerose ricerche scientifiche per riuscire a determinarne le cause e i motivi. Secondo alcuni ricercatori, oltre allo stress e la fretta, sarebbero le attività inconsce ad allargare le possibilità di perdita. Infatti, senza volerlo spostiamo gli […]

Categorie

di tendenza