Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Vallarsa: il 13 e 14 ottobre arriva la fiera di San Luca

Pubblicato

-

Le mucche, le capre, i cavalli. Le castagne, la polenta e il vin brulè. I formaggi, i vini e le erbe. I cori di montagna, la musica folk e i costumi storici. Ma anche l’artigianato e i prodotti del territorio.

È il mix di tutti questi elementi a rendere la Fiera di San Luca la sagra d’autunno di tutta la Vallarsa.

Nata come fiera del bestiame, che a conclusione della stagione estiva in malga veniva ricondotto nei paesi della valle, oggi la fiera – organizzata da un comitato composto dai rappresentanti di molte associazioni della valle – si è trasformata una occasione per stare assieme in allegria.

PubblicitàPubblicità

Nella piazza del paese di Parrocchia, in Vallarsa, per due giorni allevatori, produttori agricoli, artigiani, associazioni incontrano il pubblico in un momento di festa tra i colori, i profumi e i sapori dell’autunno.

Quest’anno la Fiera di san Luca, giunta alla sua 32ª edizione, si svolgerà sabato 13 e domenica 14 ottobre.

Al sito il programma.

PubblicitàPubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Rovereto: definito il programma della VII^ Giornata della Sicurezza

Pubblicato

-

E’ stato definito il programma della VII^ Giornata della Sicurezza che si terrà sabato 27 ottobre 2018 nel centro cittadino con orario 11-17.

La manifestazione è organizzata, come le altre 6 edizioni, dal Comando di Polizia Locale di Rovereto.

Saranno presenti tutte le Forze di Polizia, Croce Rossa, Cani da soccorso.

PubblicitàPubblicità

Dalle ore 11 alle ore 17 si possono visitare gli stand per scoprire i veicoli le attrezzature e dispositivi delle forze dell’ordine, nonché partecipare alle attività di simulazione di un delitto con rilievo delle impronte digitali.

Sarà allestito un circuito di educazione stradale con biciclette da bambini che potranno anche partecipare all’iniziativa “pompiere per un giorno” esercitazione pensata apposta per loro.

Alle ore 11,30 in Piazza Erbe la scuola Provinciale Cani da Ricerca da Catastrofe con la Croce Rossa Italiana faranno una dimostrazione di intervento soccorso con cani molecolari.

PubblicitàPubblicità

Spettacolare l’appuntamento alle ore 14 al ponte degli Alpini in via Lungo Leno sinistro, dove Vigili del Fuoco, Soccorso Alpino, Croce Rossa Italiana di Rovereto compiranno una simulazione di intervento nel torrente Leno con elicottero e cani da ricerca.

Alle ore 16 in largo Foibe le unità cinofile della Guardia di Finanza effettueranno una esibizione con cani antidroga.

2018_FLYER programma-1

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

Mori: «Notte a teatro», magia per 24 bambini

Pubblicato

-

L’evento “Notte a teatro”, che si è svolto sabato scorso, è stato un grande successo.

Hanno partecipato 24 bambini e bambine dai 4 agli 11 anni: accompagnati dai genitori alle 20 di sabato sera e ripresi alle 8.30 di domenica.

L’assessorato comunale alla cultura coglie l’occasione per ringraziare gli organizzatori: l’associazione Clochart per le attività e Mandacarù per la colazione.

PubblicitàPubblicità

Questa iniziativa ha permesso di avvicinare i giovanissimi all’arte teatrale, attraverso la magia del trascorrere un’intera notte nel teatro sociale Gustavo Modena.

I bambini hanno giocato e recitato con una lunga serie di attività, l’ideatore Michele Comite entra nei dettagli: «Abbiamo anzitutto lavorato sul mostrare ai bambini il dietro le quinte di uno spettacolo di teatro di figura, dapprima facendoli assistere a uno spettacolo. Poi abbiamo spiegato come veniva costruito un burattino e in seguito come usarlo, così abbiamo fatto provare l’arte e il mestiere dell’attore e, in questo caso, del burattinaio.

Pubblicità
Pubblicità

Finita l’attività orientata allo spettacolo, abbiamo proposto un paio di laboratori: il primo sulla tematica del litigio.

I ragazzini hanno improvvisato una litigata per poi impegnarsi a trovare il modo di risolvere il conflitto e ritrovare la pace tra loro. Infine c’è stata la scoperta del teatro, della “macchina teatrale”, abbiamo preparato la “tana” nei camerini, quindi alcune letture animate e la buona notte».

Insomma una serata davvero intensa, cominciata alle 8 con l’accoglienza, per andare a dormire quasi all’una.

Non poteva esserci miglior inizio per la stagione di “A teatro con mamma e papà” – spiegano ancora dall’assessorato – che già la prossima domenica richiama tutti al “Modena” per “Sapore di sale: l’Odissea di una sardina” che inizia alle 16.30 e costa 4 euro.

La stagione per ragazzi continuerà poi con altri 4 eventi: “Parole, parole, parole” il 25 novembre, “Voglio la luna!” il 6 gennaio, “Col naso all’insù” il 24 febbraio, “Il gatto con gli stivali” il 17 marzo.

 

 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

Ala: oggi la mostra di De Chirico

Pubblicato

-

La mostra è organizzata da Art Action e curata da Azzurra Casiraghi e Brasilia Pellegrinelli in collaborazione con il Comune di Ala ed il suo ufficio cultura.

Si tratta di una collezione privata, che racconta le invenzioni e le stranezze di uno degli artisti italiani più noto ed influente del Novecento. “Il museo delle stranezze di Giorgio De Chirico” conduce lo spettatore in un viaggio tra enigma e sogno, elemento che è sempre stato filo conduttore dell’arte del pittore.

Le desolate piazze d’Italia vengono illuminate da un timido sole autunnale, abitate da personaggi misteriosi ispirati dalle storie della mitologia greca e dalla profonda consapevolezza dei moti dell’animo umano.

PubblicitàPubblicità

Gli oggetti vengono ingigantiti e spostati in posti innaturali e le prospettive vengono completamente rotte. Ogni nesso logico viene ribaltato.

Tutte le opere recano il titolo a pugno dell’autore e il timbro a secco di Casa de Chirico.

In esposizione ci sono litografie, acqueforti, e incisioni colorate a mano o in bianco e nero, collezionate in più di 45 anni di ricerca in Italia e all’estero, molte di esse sono rarissime, ormai introvabili e molto preziose.

PubblicitàPubblicità

Tra le opere esposte: “Enigma del Pomeriggio” , “La Sponda Misteriosa”, “Zeus”, “I Mostri”, “Lo Sgombero”, “La Biga invincibile”, “Interno Metafisico”, “Gli Archeologi”, “La Fontana del Mistero.”

La mostra, che è già stata esposta nei mesi scorsi in altre località del Trentino, fa tappa così in Vallagarina e per questo ha scelto Ala ed in particolare palazzo Pizzini.

Il palazzo alense aveva già ospitato una mostra nei mesi scorsi, e si conferma ancora di più un nuovo centro dell’arte e della cultura per il centro storico alense.

La mostra verrà inaugurata domani, giovedì 18 ottobre, alle 17.30, alla presenza delle curatrici e dell’amministrazione comunale.

Sarà aperta fino al 2 dicembre, nei fine settimana, il sabato dalle 16 alle 18, domenica dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18. Sarà visitabile su richiesta anche nei giorni feriali, dal lunedì al venerdì, per gruppi e classi scolastiche (ufficio cultura: 0464 674068, 0464 678751).

Chiamato anche il pittore del mistero, De Chirico riuscirà con il suo nuovo modo di dipingere a cambiare la storia dell’arte ed ad influenzare tutti i successivi movimenti. Con la sua pittura e la sua visione, anticipa e getta le basi di movimenti come il Dadaismo, il Surrealismo e il cosiddetto Realismo Magico, diventando un punto di riferimento stilistico fondamentale per il Novecento pittorico e architettonico ed anche per le correnti artistiche europee ad esso affini.

Le sue invenzioni influenzeranno anche l’arte nel secondo dopoguerra specialmente la Pop Art.

Far vedere ciò che non si può vedere è stato fin dall’inizio lo scopo della sua ricerca artistica e chiama Metafisica la sua pittura perché essa ci mostra che il mistero e l’enigma non stanno al di là, ma dentro le cose fisiche, nella molteplicità di sensazioni che sprigionano le immagini e le forme qualora vengano rotti i nessi logici di relazione tra loro.

Giorgio De Chirico getta quindi le basi di un nuovo modo di esprimersi fondato non sull’apparenza dell’oggetto, ma sulle sue possibilità di significato.

Per primo si rende conto che ogni forma che vediamo trae il suo vero valore dalla nostra coscienza per le infinite associazioni e ricordi che può suscitare in noi.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

  • PubblicitàPubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

Archivio

di tendenza

fortemalia inserto magazine

fortemalia.it