Connect with us
Pubblicità

Speciale elezioni 2018

Roberto Paccher (LEGA):«Siamo perseguitati». È lui il punto di riferimento dei cacciatori trentini

Pubblicato

-

Il primo di ottobre 2018, attraverso un’intervista approfondita, abbiamo conosciuto Roberto Paccher (link all’articolo) che si presenta, per il rinnovo del Consiglio della Provincia Autonoma di Trento, nella lista della lega nord che si propone di diventare il primo partito del Trentino.

La lega è la capo fila della coalizione del Centrodestra Popolare Autonomista ed esprime anche il candidato presidente Maurizio Fugatti 

L’intervista di oggi a Roberto Paccher consentirà ai nostri lettori ed agli elettori di conoscere le idee del candidato in attesa dell’election day di domenica 21 ottobre 2018

Pubblicità
Pubblicità

Paccher, presidente dei capannisti Trentini, candidato di spicco nelle file della Lega, è anche il riferimento dei cacciatori trentini in questa tornata elettorale.

L’esponente leghista infatti in questi ultimi anni si è fortemente battuto a favore del mondo venatorio, dando voce alle richieste dei cacciatori, in primis i capannisti, conquistando così il consenso delle doppiette trentine che guardano a lui con fiducia e speranza per un reale cambiamento di rotta.

In passato si è più volte scontrato con l’assessore alla caccia Michele Dallapiccola per le scelte dell’assessorato che penalizzavano i cacciatori.

Pubblicità
Pubblicità

Auspica una rideterminazione delle competenze della forestale in materia di caccia, perché ritiene che ultimamente si fosse passati dalla prevenzione alla repressione.

Paccher da quanti anni ha questa passione per la caccia e com’è nata?

«La passione l’ho avuta fin da bambino, accompagnando mio padre che era cacciatore. La caccia fa parte di me, è una passione che mi permette di vivere delle emozioni indescrivibili, e di stare a contatto con la natura tutto l’anno, respirando profumi e vivendo emozioni che solo chi la esercita può comprendere. Il cacciatore è un autentico amante della natura».

Che tipo di caccia svolge?

«Principalmente da capanno alla migratoria, ma mi piacciono tutte le forme di caccia».

Quale aveva scelto prima della sentenza del consiglio di Stato?

«Caccia da appostamento. Però quella è stata una brutta pagina per i cacciatori trentini perché anche in questo caso la Provincia Autonoma di Trento si è fatta trovare impreparata e non ha saputo pianificare gli effetti del possibile accoglimento del ricorso contro il calendario venatorio».

Cosa ne pensa della proposta del ministro Costa, che dopo il mortale incidente di caccia ha previsto di vietare la caccia la domenica?

«Che è un’idiozia. Scusi ma se un automobilista si schianta di notte con la propria auto, un ministro vieta forse la guida nelle ore notturne? Un po’ come la proposta avanzata dall’assessore Dallapiccola che voleva ritardare l’apertura della caccia agli ungulati di mezzora la mattina perché lo scorso anno ci sono stati degli incidenti in quell’orario. Sono delle proposte infantili che non servono a niente se non a penalizzare ingiustamente i cacciatori e a produrre verbali e sanzioni».

Lei è molto critico nei confronti dell’assessore Dallapiccola.

«Certo che sì, Il mondo venatorio è stato fortemente penalizzato in questi ultimi anni, con un aumento notevole della burocrazia e continue e sistematiche restrizioni sulla caccia. La licenza Trentina sembra un’enciclopedia rispetto a quella del vicino Alto Adige che è composta di sole due pagine. Dallapiccola non è certamente stato amico dei cacciatori e anche le cose più semplici, come ad esempio la modifiche delle dimensioni degli appostamenti fissi alla migratoria, o l’obbligo di segnatura dei capi abbattuti al momento della raccolta, si sono rivelate molto complesse da ottenere, proprio per la mancanza di determinazione sua».

Lei è nettamente contrario alla presenza dei lupi nei nostri boschi?

«Assolutamente , la loro presenza ritengo dannosa e pericolosa, oltre ad avere un impatto negativo sul turismo, sull’agricoltura e sulla caccia».

Crede che i cacciatori fossero dei perseguitati?

«Ci sono delle norme troppo restrittive con sanzioni spropositate e conseguenze anche penali per dei fatti poco rilevanti. In qualità di presidente dei capannisti vengo a conoscenza quasi giornalmente di verbali persecutori. Ci sono delle leggi troppo rigide. Nei giorni scorsi, ad esempio un capannista è stato multato perchè il proprio capanno aveva delle ramaglie fermate con dei sassi sopra il tetto. Qui non si fa più di prevenzione ma solo repressione».

Cosa promette ai cacciatori in caso di elezione?

«Il mio impegno è quello di battermi perché i cacciatori abbiano più rispetto. Poi nello specifico, se eletto, presenterò un ordine del giorno per ottenere la caccia in deroga al fringuello, la peppola ed il frosone, e mi batterò per permettere ai cacciatori trentini di poter andare a caccia anche fuori regione. Oltre a ciò mi batterò per semplificare l’intero quadro normativo».

Ha un modello da seguire?

«Si quello dell’Alto Adige. Non dobbiamo avere paura a copiare le cose da chi le fa meglio di noi».

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Dal camerino digitale alle chat “commessa”: Cambia l’esperienza d’acquisto anche nella moda
    L’arrivo del covid prima e l’emergenza sanitaria poi, sta accelerando un processo e una trasformazione che era più che mai prevedibile, puntando verso diversi cambiamenti, soprattutto quello dell’esperienza d’acquisto. Una direzione inconvertibile in cui molti, tra esperti e protagonisti del settore, stanno cercando di riprodurre le stesse sensazione dell’acquisto vissuto in negozio  provando ad uguagliarlo […]
  • Anche i grandi nomi della moda scelgono la sostenibilità: Prada lancia la nuova linea “Prada Re – Nylon” con plastica ricilata
    I grandi nomi della moda e del lusso si reinventano nella forma e soprattutto nella sostanza facendo della sostenibilità una propria cultura aziendale, impegnandosi verso una moda sostenibile e decisamente più responsabile. Questa è la direzione che ha deciso di prendere Prada, ampliando la sua proposta e introducendo una nuova collezione con del nylon rigenerato per […]
  • Al MART di Rovereto è arrivata la mostra “Caravaggio. Il contemporaneo”
    Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio, è un pittore italiano nato a Milano nel 1571 e deceduto a Porto Ercole nel 1610. Questo incredibile autore, che si è formato a Milano e che ha lavorato a Roma, Napoli, Malta e in Sicilia fra il 1593 e il 1610, ha raggiunto la notorietà nel XX secolo dopo un […]
  • Arriva la crociera “ no where”: navigare in mare aperto senza scali né meta
    Dopo i voli verso il nulla annunciati da diverse compagnie aeree in Asia, ora, per riconquistare la fiducia dei viaggiatori e dei turisti di tutto il mondo arrivano anche viaggi in nave senza destinazione, le crociere “no where”. Si tratta di navigazioni in barca in mare aperto ma senza scali con andata e ritorno e […]
  • Il periodo di quarantena all’estero diventa un’opportunità di turismo: la Norvegia e il suo fascino
    Nonostante un periodo di limitazioni, viaggiare per turismo è diventato un imperativo, esiste infatti chi ha inventato proposte decisamente non convenzionali per trasformare l’attuale situazione di emergenza in una vera opportunità di turismo. Si parla in particolare del “Loften Quartine Tour”, un “pacchetto sicuro” pensato da Quality Group e marchiato da Il Diamante che punta […]
  • A Londra il vecchio taxi cambia stile: a bordo Playstation 4 e Apple TV
    Uno dei simboli della città di Londra, i tipici taxi neri Balck Cab dall’estetica retrò che percorrono le strade della capitale inglese, è stato finemente rivisitato in chiave moderna, realizzandone una versione di lusso ma fedele all’originale. Mantenendo la stessa funzione, un rivenditore di auto di fascia alta, ha realizzato un’edizione premium limitata di alto […]
  • Smart working in camere di lusso:la nuova tendenza è l’ufficio in hotel
    Per molte realtà imprenditoriali Il lavoro remoto sta diventando una soluzione sempre più stabile e di conseguenza si prefigura la necessità di renderlo meno casalingo possibile per preservare sia la produttività e soprattutto gli equilibri famigliari. Il metodo perfetto per conciliare le varie esigenze aumentando il rendimento del lavoratore senza gravare sulla famiglia, è stato […]
  • Pumpkin Spice Latte: le varianti più golose della ricetta più apprezzata durante l’autunno!
    Ideata da Starbucks nel 2003 e definitamente rivisitata nel 2015, la ricetta del Pumpkin Spice Latte è diventata negli anni uno dei must stagionali per quanto riguarda l’autunno. La bevanda, a base di zucca, caffè, latte e cannella, è particolarmente apprezzata negli Stati Uniti ma sta iniziando a farsi conoscere anche nel resto del mondo. […]
  • Botticelli va all’asta: raro dipinto, valore stimato 80 milioni di dollari
    La straordinaria stagione del Rinascimento italiano ammirato da tutto il mondo grazie al domino culturale, economico e sopratutto artistico di quegli anni, attira nuovamente l’attenzione a causa del recente annuncio d’asta di un capolavoro del Botticelli. La nota casa d’Aste Sotheby’s ha infatti comunicato che nel gennaio 2021 verrà messo all’asta un magnifico dipinto del […]

Categorie

di tendenza