Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Il piano-antialluvioni prosegue al Follone: presentato il progetto del “dispersore”

Pubblicato

-

Presentato oggi il dispersore delle acque, un intervento di ingegneria pionieristica che sarà decisivo per mitigare le criticità dovute ad alluvione. Il progetto che riguarda il Follone tecnicamente provvede al drenaggio delle acque con un impianto di laminazione e dispersione.

Sarà un’opera strategica che costerà circa €. 200.000. I lavori prenderanno avvio il 15 ottobre con scavi cospicui di una parte del Follone posta in prossimità del convento dei cappuccini: gli scavi scenderanno di almeno 4 metri per captare le acque e costruire l’impianto vero e proprio. Nonostante l’impatto cantieristico sono solo 15 gli stalli che verranno soppressi.

Gli effetti diretti saranno su via della Gora esposta ad allagamenti. L’acqua scorrerà in parte in un canale di scorrimento e verrà convogliata nel dispersore una volta raggiunta l’altezza critica.

PubblicitàPubblicità

L’impianto è costituito da una vasca interrata (18 metri x 9) ricavata su un terreno già di proprietà comunale di circa 1200 metri quadri, attualmente inutilizzato e posto nei pressi del Convento dei Cappuccini.

Prima di entrarvi l’acqua passerà nei collettori dove riceverà due trattamenti: verrà tolta la sabbia e sarà pulita (“disoleata”) da eventuali sostanze raccolte durante la sua caduta ai fini di entrare nel terreno pulita e senza sedimenti.

A opere terminate quest’area ospiterà in superficie un’area ludico-ricreativa e l’intero sistema sarà accessibile anche sul piano delle manutenzioni successive nel tempo. La tipologia del terreno – è stato sottolineato – è stata analizzata anche da un punto di vista idrogeologico e geologico quindi il terreno è sicuramente in grado di assorbire la portata.

La progettazione sicuramente inedita e per certi veri pionieristica è virtuosa perché l’area andrà a simulare il sistema naturale di dispersione nel terreno, e oltre a svolgere la sua azione preventiva, fornirà alla comunità un’ulteriore fruizione in superficie.

I lavori e non dovrebbero protrarsi oltre un mese e mezzo e partiranno lunedì 15 ottobre. L’ingegner Matteo Frisinghelli responsabile operativo del servizio idrico di Novareti (intervenuto alla presentazione dell’intervento insieme a Sindaco e Assessore e all’ingegner capo Luigi Campostrini), ha  mostrato i lavori fatti nell’arco di questi mesi che hanno visto l’adeguamento delle tubature.

Il progetto che parte lunedì è in qualche modo la madre di tutta l’azione che ha portato la Giunta e Novareti ad investire in questo ultimo anno anzitutto su via Prima Armata, poi in via Setaioli, quindi in via Cavour, Via Flaim e via Udine dove sono stati già stati completati importanti lavori di adeguamento della rete idrica.

Il Sindaco ha ringraziato per il lavoro e la competenza espressa da Novareti che cura il mantenimento della rete idrica (70 km per le acque bianche e altri 87 di acque nere), ed inoltre per l’investimento imponente messo a disposizione della comunità grazie al quale si va a creare un servizio determinante e strategico in condizioni ambientali notevolmente cambiate in questi anni, determinate da precipitazioni più violente e per le quali è necessario attrezzarsi.

L’assessore ha ricordato che il complesso di opere è stato portato avanti da un gruppo di lavoro costituito tra i tecnici del Comune e Novareti, coordinato dallo stesso ingegner Matteo Frisinghelli, che era stato presentato in consiglio comunale nel giugno scorso, sottolineando che si è andati ad  intervenire su una rete costruita negli anni 80, ottima ma progettata a suo tempo con parametri nettamente superati dalle condizioni climatiche in cui ci troviamo oggi.

 Il Sindaco ha anche annunciato che lunedì partono i lavori di definitivo ripristino e pavimentazione di via Rebora che saranno probabilmente conclusi entro il 10 dicembre.

Questo comporterà una inevitabile modifica al traffico che  entra da via Paganini che sarà deviato su via San Giovanni Bosco,  parzialmente invertita nel tratto finale, al fine di immettere le auto in via Pavani. Inoltre si procederà nei prossimi giorni anche agli arredi finali di via Paganini.

Pubblicità
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Abbandono rifiuti piazza del podestà: identificati i responsabili

Pubblicato

-

I rifiuti non vanno abbandonati e soprattutto è bene ricordarsi che la città di Rovereto vigila con attenzione ai casi di abuso.

Sono stati infatti individuati in poco tempo gli autori dell’abbandono di rifiuti avvenuto proprio davanti alla sede del Municipio lo scorso 1 febbraio 2019.

La segnalazione era partita da un Agente, che ne aveva verificato la presenza:  cinque sacchi , contenenti rifiuti domestici indifferenziati.

PubblicitàPubblicità

I successivi accertamenti, unitamente ad una verifica del sistema di video – sorveglianza comunale, installato nell’area prospiciente il luogo dell’abbandono, hanno permesso di individuare due persone che abbandonavano i sacchetti e la targa di un autoveicolo sulla quale salivano due persone.

L’auto risultava intestata ad un roveretano.

Subito convocato in Comando, e subito presentatosi, non era lui però l’autore del gesto, ma come appurato dagli agente della Polizia Municipale altri due giovani ai quali verrà notificata la sanzione pecuniaria per la violazione del Regolamento comunale ai quali era stata affidata l’autovettura.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

Era ubriaco il 20 enne finito con l’auto dentro la Deutsche Bank

Pubblicato

-

Sul fatto che quanto successo fosse colpa del grado alcoolico del conducente erano in pochi ad avere dubbi.

Vista anche la dinamica dell’incidente successo ieri poco dopo la mezzanotte.

Stiamo parlando del giovane ragazzo albanese neopatentato che ieri notte è finito con l’auto dentro la Deutsche Bank.

PubblicitàPubblicità

Stava passando in Corso Rosmini, quando l’intenzione di voler svoltare in Via Fontana, per via dell’alcol, si è rivelata molto difficile e complicata a tal punto da perdere il controllo dell’auto che ha sfondato le vetrate  della banca.

Era  circa mezzanotte e mezza.

Fortunatamente non ci sono state conseguenze per i pedoni.

L’incrocio è molto trafficato a tutte le ore del giorno, e l’essere piombato in maniera improvvisa sotto i portici, avrebbe potuto comportare seri pericoli.

I danni non sono stati pochi. La vetrina della banca è andata in mille pezzi ed è stata tranciata una vetrinetta espositiva lungo la passeggiata pedonale.

La vetrinetta, come tutte le altre della galleria, è di proprietà del consigliere provinciale di Forza Italia Giorgio Leonardi che solo 2 anni fa aveva il suo negozio al posto di quello della banca.

I due ragazzi presenti all’interno sono riusciti a uscire dall’abitacolo.

Sul posto sono accorsi i vigili del fuoco di Rovereto e la volante della polizia. Visti i sintomi dei due giovani, l’alcol test è stato solo una formalità.

Una guardia giurata è stata messa a presidiare la banca, che dovrà nuovamente rifare le vetrate dopo l’attacco anarchico di alcuni mesi fa.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

Rovereto, prevenzione rischio allagamenti: presentate le nuove opere

Pubblicato

-

Inizieranno mercoledì 27 febbraio i lavori per il potenziamento della rete di raccolta delle acque meteoriche in corrispondenza di via Saibanti e di Piazzale A. Leoni.

I lavori sono stati presentati oggi a palazzo Pretorio dall’assessore ai lavori Pubblici Beppino Graziola e dall’ing. Matteo Frisinghelli di Novareti.

L’importante intervento, si colloca nell’ambito di un piano pluriennale, progettato e messo in opera da Novareti d’intesa con il Comune, che mira a migliorare la rete con la captazione e dispersione delle acque meteoriche e quindi a prevenire allagamenti e fenomeni alluvionali.

PubblicitàPubblicità

È dunque strategico in situazioni di cambiamento climatico come quelle che da qualche anno presentano precipitazioni eccezionali.

Inevitabilmente il nuovo cantiere – cadenzato in 4 fasi fino al prossimo settembre 2019 – comporterà delle modifiche alla viabilità delle vie interessate, disagi che tuttavia saranno contenuti (il parcheggio del Follone sarà sempre aperto e raggiungibile).

In allegato il comunicato con le fasi di intervento dettagliate + foto + ordinanza già emanata e disponibile a questa pagina del sito

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

di tendenza