Connect with us
Pubblicità

Trento

Mauro Ottobre, le «fake news» le racconti tu. Il re degli «assenteisti» replica peggiorando ancora di più la sua indifendibile posizione

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Mauro Ottobre replica «maldestramente» al nostro articolo di ieri dove il nostro giornale riportava i dati delle sue numerose assenze(*) rilevate sul sito openpolis (sito del governo, leggi qui)

Secondo lui infatti nella replica spiega che non sono importanti le assenze (?) ma la sua produttività.

Ottobre ha raggiunto la cifra record di assenze in parlamento durante la sua legislatura pari al 60,98%.

Pubblicità
Pubblicità

Su 24.836 sedute è stato assente per la precisione ben 15.146 volte.

Cosa ancora più grave è sempre stato assente quando il parlamento ha votato le leggi di bilancio, la fiducia al bilancio 2018, durante il decreto fiscale e la legge Europea. Questi sono i passaggi più importanti di una legislatura.

Ebbene l’ex parlamentare Mauro Ottobre perde un’altra occasione per rimanere in silenzio e fare  «Mea culpa» infatti l’indice di produttività di cui si vanta è il 530° su 630.

Pubblicità
Pubblicità

Nella sua replica Ottobre scrive:«Ecco la #FakeNews che circola in queste ore pubblicata da un sito del Trentino, peccato che se non fossi andato in Parlamento non avrei nemmeno recepito un reddito perché per ogni assenza vengono detratti circa 200 euro. Ricordo inoltre che io, a differenza del sottosegretario Fugatti, non ho avuto diritto ad alcuna missione non avendo alcun ruolo nell’ufficio di Presidenza, e come molti sanno ho fatto sì delle assenze ma per seguire il caso di Chico Forti, sempre a mie spese. Forse sarebbe meglio guardare l’indice di produttività anziché il numero di voti, che non corrisponde necessariamente ad un reale impegno».

Prendiamo atto che il capolista di Autonomia Dinamica quindi definisce FakeNews i dati del suo stesso governo pubblicati su openpolis. (qui si possono vedere)

Poi chiediamo all’ex parlamentare se nel 2013 era stato votato solo ed esclusivamente per seguire il caso di «Chico Forti» e non invece i numerosi problemi della nostra bella Italia, e se per interessarsi alle cose di Chico Forti ci sia stato bisogno di 15.146 assenze a fronte di nessun risultato nel concreto sul suo caso.

Ottobre è andato a Miami negli Stati Uniti a sue spese? E ci mancherebbe anche che pagassero i contribuenti italiani e trentini….

In secondo luogo Ottobre compie un altro clamoroso autogol sottolineando la sua produttività.

Giovanni Battista Maestri sul sito Trentino Libero nel gennaio del 2014 (quando le assenze di Mauro Ottobre erano “solo”circa a quota 46%) lo ha definito “l’assenteista dell’anno” e ha scritto, tra l’altro: “Curioso sarebbe sapere se l’assenteista Ottobre rinunci al 46% del suo stipendio”.

In termini di produttività parlamentare, a luglio 2017 si classifica al 530º posto su 630 deputati, con il 58,83% di assenze (su una media del 21,81%). (fonte wikipedia)

Da allora e fino alla fine della legislatura le assenze sono aumentate arrivando al 61%.

La scarsa produttività invece è rimasta la stessa. Ma secondo Mauro Ottobre essere al 530° posto su 630 sarebbe un alto indice di produttività a quanto sembra.

Il che pone Mauro Ottobre come il parlamentare trentino più assenteista di sempre. 

Nella replica non è ben capibile inoltre il perché parli di Maurizio Fugatti che durante la penultima legislatura romana non era nemmeno presente.

A maggio Mauro Ottobre 2016 esce dal PATT, dopo un braccio di ferro durato più di un anno per il controllo del partito, che lo vede perdente.

Da ricordare che nel marzo del 2017 si è schierato a difesa del consigliere provinciale Lorenzo Baratter, definendolo “un vero autonomista che, con la firma del patto, intendeva difendere gli interessi degli Schützen e dell’autonomia trentina”, per aver firmato un contratto con le associazioni Schützen del Trentino impegnandosi, se fosse stato eletto, a versare loro 500 euro al mese.

In seguito Baratter è stato processato e condannato per corruzione elettorale decidendo di scontare la condanna con «la messa alla prova»

Fa inoltre sorridere il suo spot elettorale che in questi giorni sta girando sui social e sulle televisioni private della provincia che riporta l’esatto contrario di ciò che ha fatto e detto prima della campagna elettorale.

Ma si sa molti politici in campagna elettorale rimangono fulminati sulla via di Damasco e ritrattano tutto quello che hanno fatto nei 5 anni precedenti. Come spiegato nell’articolo di ieri Mauro Ottobre come riportano le fonti openPolis non ha mai votato contro le decisione del centrosinistra a guida Letta/Renzi/Gentiloni avvallandone quindi tutte le decisioni come la chiusura dei punti nascita, la deleteria «buona scuola» di Renzi, la gestione dell’immigrazione ecc ecc…. 

La assenze sul lavoro di Mauro Ottobre erano state già fonte di interesse da parte del nostro giornale che a riguardo il 5 agosto del 2015 aveva pubblicato (leggi qui) un articolo riassumendo tutte le assenze del parlamentare trentino. Ottobre aveva tentato, come fatto ieri, di smentire attraverso un comunicato che anche allora aveva peggiorato ulteriormente le cose e dentro il quale erano state riportate numerose inesattezze. (leggi qui)

Ancora più singolare le critiche che lo stesso Mauro Ottobre nelle ultime ore ha lanciato verso Claudio Cia e Giacomo Bezzi ritenuti secondo lui poco competenti per un possibile assessorato. I due si staranno chiedendo una cosa probabilmente: «ma quando noi lottavamo per la riapertura dei punti nascita, per il precariato nelle scuole, contro i tagli alla sanità, contro la gestione dell’immigrazione lui dov’era?»

Il problema per Mauro Ottobre è che le cose non le diciamo noi de «La Voce del Trentino» ma fonti autorevoli del suo ex governo e di Wikipedia.

Ai posteri e soprattutto agli elettori del 21 ottobre l’ardua sentenze e il giudizio nel merito.

* Con assenza si intendono i casi di non partecipazione al voto: sia quello in cui il parlamentare è fisicamente assente (e non in missione) sia quello in cui è presente ma non vota e non partecipa a determinare il numero legale nella votazione Purtroppo attualmente i sistemi di documentazione dei resoconti di Camera e Senato non consentono di distinguere un caso dall’altro. I regolamenti non prevedono la registrazione del motivo dell’assenza al voto del parlamentare. Non si può distinguere, pertanto, l’assenza ingiustificata da quella, ad esempio, per ragioni di salute.

  • Pubblicità
    Pubblicità
Spettacolo21 minuti fa

Tutti al Melotti di Rovereto per ascoltare la “Storia di Pinocchio”

Benessere e Salute31 minuti fa

Tumori, 390.700 nuove diagnosi nel 2022: «Pesano i gravi ritardi accumulati durante pandemia»

Trento49 minuti fa

La sanità Trentina saccheggiata dalle multinazionali: l’appello al presidente Fugatti

Trento1 ora fa

Aperto il disegno di legge per bloccare il «gender» nelle scuole trentine

Val di Non – Sole – Paganella1 ora fa

«Respect»: a Castelfondo un evento per aumentare la sensibilità verso la diversità

Val di Non – Sole – Paganella2 ore fa

Mascherine, coriandoli, stelle filanti: Spormaggiore si prepara a festeggiare il Carnevale

Fiemme, Fassa e Cembra2 ore fa

Ubriaco fradicio sulle piste da sci finisce in coma etilico

Rovereto e Vallagarina2 ore fa

Anarchici devastano i muri dei palazzi di Rovereto

Val di Non – Sole – Paganella3 ore fa

Aperta a Monclassico la “Piazzetta del riuso”

Trento4 ore fa

Trovati panetti di hashish tra le siepi del centro santa Chiara

Trento4 ore fa

Polizia di Stato: dal primo dell’anno 2.900 persone identificate e 5 arresti

Hi Tech e Ricerca5 ore fa

Trentino Startup Valley. Yore vince il Validation Day

Valsugana e Primiero5 ore fa

Avviata la gara per realizzare l’ultimo tratto della ciclabile Trento-Pergine

Bolzano5 ore fa

Colonnello dei carabinieri sospeso per dieci mesi, due le ipotesi di reato

Rovereto e Vallagarina6 ore fa

Maltrattare api e arnie non è solo vandalismo, è anche un atto di irresponsabilità

Trento6 giorni fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Torna in Val di Non la grande “Festa di San Romedio”

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Offerte lavoro1 settimana fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

Vista su Rovereto3 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

economia e finanza4 settimane fa

Il colosso Amazon licenzia 18 mila dipendenti

Rovereto e Vallagarina3 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Trento2 settimane fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento3 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento3 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

Giudicarie e Rendena1 giorno fa

Non ce l’ha fatta Luigi Poli: il gestore del Palaghiaccio di Pinzolo è morto ieri

Trento2 settimane fa

«Soliti noti», abusivismo a Villazzano: una storia tutta trentina

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Sviluppo turistico di Coredo, un gruppo di esercenti (e non) chiama a raccolta i cittadini: «Ora tocca a noi darci da fare»

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza