Connect with us
Pubblicità

Trento

4 africani aggrediscono 7 giovani trentini in centro storico. Dopo il danno arriva anche la beffa al pronto soccorso

Pubblicato

-

L’aggressione è avvenuta ieri sera in via Garibaldi a Trento poco prima delle 22.00 e ha coinvolto 3 giovani coppie trentine e un ragazzo, tutti sui 18/20 anni, che stavano camminando verso piazza Duomo dopo aver parcheggiato le proprie autovetture vicino a Piazza Fiera.

I 7 giovani mentre stavano camminando sono stati avvicinati da un uomo africano che voleva una sigaretta.

Alla risposta negativa lo straniero ha cominciato ad innervosirsi e dopo aver minacciato uno dei giovani trentini lo ha preso a pedate.

PubblicitàPubblicità

Il gruppo però non ha reagito continuando la passeggiata verso il centro città.

Purtroppo però sono stati inseguiti dallo straniero a cui si sono affiancati altri 3 amici, tutti africani.

I 4 hanno chiesto ai giovani se avessero bisogno di acquistare della droga e alla risposta negativa sono cominciati gli sfotto’ prima, e le minacce dopo.

A questo punto uno dei giovani trentini, non ancora ventenne, ha nuovamente respinto l’offerta invitando il gruppo ad andarsene e a lasciarli in pace.

La reazione del gruppo di africani è stata immediata.

Il ventenne è stato circondato e aggredito con un pugno in faccia, poi preso per il collo e a pedate.

Sono intervenuti gli amici e sono riusciti a salvare l’amico mentre gli aggressori sono fuggiti.

Sul posto sono intervenuti gli uomini della volante che hanno subito cominciato la ricerca degli aggressori. Il ventenne trentino ha sporto nella mattinata di oggi denuncia e sta aiutando la questura nelle indagini visionando numerose foto segnaletiche di pregiudicati africani.

Il ragazzo, accompagnato dal padre, si è poi recato al pronto soccorso del santa Chiara.

Per le ferite al labbro, alle due ginocchia, e i segni sul collo, il referto medico parla di una decina di giorni. 

L’equipe medica teme però che anche i legamenti possano essere lesi, quindi ci sarà bisogno di ulteriori accertamenti medici.

«Quanto sta succedendo a Trento è una vergogna – spiega il padre del ragazzo – ma la cosa che grida vendetta è il fatto che ho dovuto pagare anche 50 euro di ticket prima di lasciare il pronto soccorso  sapendo che per tutti gli stranieri che finiscono qui le visite invece sono gratuite. C’è comunque molta paura a lasciar passeggiare per le vie di Trento i nostri figli, e questo in un paese libero e democratico non dovrebbe succede»

Pubblicità
Pubblicità

Trento

Christmas Run: le modifiche alla viabilità di Trento

Pubblicato

-

Sabato 15 dicembre si corre a Trento la Christmas Run, la corsa dei Babbi Natale. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

Vittorio Bridi (Lega): «Intervenire subito per riaprire il rifugio Calisio»

Pubblicato

-

“Si deve intervenire per far riaprire il Rifugio Calisio” è questo quanto richiesto dalla Lega Nord Trentino in un documento con primo firmatario il Consigliere comunale di Trento Vittorio Bridi, documento presentato in occasione dell’approvazione del documento unico di programmazione 2019-2021 e del Bilancio di previsione finanziario 2019-2021.

Il Consigliere della Lega Nord Trentino Vittorio Bridi ha voluto ricordare che in varie occasioni l’amministrazione circoscrizionale dell’Argentario aveva chiesto degli interventi urgenti per trovare una soluzione al problema. “Ricordo per esempio – afferma Vittorio Bridi – che nel 2010 si chiese la chiusura della strada agli automezzi che salivano da Montevaccino, in modo da far rientrare la struttura nella categoria dei rifugi alpini e poter accedere così ai finanziamenti provinciali anche per riqualificare un luogo oggetto in questi anni di numerosi atti vandalici”.

Per il Consigliere Vittorio Bridi si deve trovare una soluzione rapida ai problemi relativi allo stato di abbandono del rifugio Monte Calisio anche perché “si tratta, come del resto affermato anche in varie occasioni dal Consiglio circoscrizionale dell’Argentario, di un ideale luogo di ristoro e di passaggio per tanti escursionisti che frequentano i monti intorno alla città di Trento e quindi vi sarebbe un ritorno turistico e non solo”

PubblicitàPubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

​Domani a Baselga di Pinè la riunione della Giunta provinciale

Pubblicato

-

​L’altopiano di Piné è un’altra tra le località trentine che più hanno subito le conseguenze della violenta perturbazione dello scorso fine ottobre. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

Archivio

di tendenza

fortemalia inserto magazine

fortemalia.it