Connect with us
Pubblicità

Spettacolo

Villazzano: cinque giorni, tre spettacoli della stagione Residenze

Pubblicato

-

Al via la stagione del Teatro di Villazzano. Prima della partenza delle stagioni in abbonamento di Prosa, Lirica e Fantasio sarà la stagione Residenze a scattare per prima dai nastri di partenza con tre spettacoli in cinque giorni tra il 5 e il 9 ottobre.

La logica della stagione Residenze è chiara, il teatro apre le porte alle compagnie che necessitano di uno spazio per allestire e debuttare con i loro nuovi progetti, dando loro la possibilità di pensare, creare, crescere. E questa possibilità viene data in tutto l’anno a sette compagnie professioniste del territorio trentino, tre appunto in questa prima settimana di ottobre.

A dare il via alla settimana sarà, venerdì 5 ottobre alle 20.45, il debutto dello spettacolo Tatami della compagnia La Burrasca e dell’Associazione Culturale Lavisana. Uno spettacolo che analizza il conflitto, attraverso gli strumenti delle arti marziali e della danza. In scena, oltre alle attrici/danzatrici Maria Vittoria Barrella e Silvia Dezulian alcuni lottatori del Centro Il Dao.

PubblicitàPubblicità

Perché il conflitto? “Una narrazione di qualunque tipo, per risultare avvincente, necessita di antagonismo, un conflitto, di una contrapposizione, contrasto fra due o più elementi. Altrimenti non è una narrazione, è un elenco. E non prendiamoci in giro: ogni relazione, anche quelle orientate alla cooperazione, nasconde un conflitto, asimmetrie e talvolta conflitti, almeno latenti”.

La seconda data in calendario, domenica 7 ottobre alle 20.45, altro debutto, stavolta dello spettacolo 400 Millisecondi del Collettivo AsfaltoeCaigo dove, tra gli altri, andrà in scena l’attore trentino Norman Quaglierini. Lo spettacolo è liberamente tratto dal romanzo Pallide Bandiere di Paco Taibo Ignacio I, è ambientato negli anni ‘80 tra New York e Santiago del Cile, ovvero gli anni in cui Pinochet governava il suo Paese come dittatore. Sìintrecciano due storie: una d’amore e una di ribellione. Un gruppo di giovani cileni vive e si allena clandestinamente a New York per organizzare l’uccisione del dittatore del Cile. Gregorio e Angelica, invece, sono i due giovani innamorati. Lui americano, distante dalla situazione politica e sociale sudamericana. Lei cilena, figlia di un padre ucciso durante il colpo di Stato del 1973, e messaggera per il gruppo di ribelli.

Martedì 9 ottorbre alle 20.45 sarà la volta di Tre quarti, spettacolo della compagnia trentina Veronique Ensemble, coprodotto da Compagnia Samovar e Scuola di Circo Bolla di Sapone. L’arte circense la fa da padrona in questo spettacolo dove tre artisti, forse tre ex-militari, per cercare di sopravvivere al dopoguerra, spendono le loro abilità su un vecchio palcoscenico viaggiante. Lo spettacolo ha inizio, ma c’è un’assenza, come riuscire a continuare? I tre non possono fare altro che aspettare e nel frattempo ingannare l’attesa intrattenendo il pubblico. E così, mentre il tempo passa, il fare viene sostituito dai ricordi e dai desideri.

PubblicitàPubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Spettacolo

Cinema: si gira “Il caso Pantani” fra Trento e Madonna di Campiglio. Si cercano comparse

Pubblicato

-

Il tribunale di Trento diventa in questi giorni il set cinematografico del film-inchiesta “Il caso Pantani”. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

PubblicitàPubblicità
Continua a leggere

Spettacolo

Terence Hill a Trento per ricevere un premio alla carriera

Pubblicato

-

Terence Hill, al secolo Mario Girotti, è in Trentino per presentare il suo nuovo film “Il mio nome è Thomas”, proiettato nell’ambito della 21/a edizione del Religion Today Film Festival, dal quale riceverà oggi a Trento il premio alla carriera.

(altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Spettacolo

Cinema: “Menocchio” ha vinto il Festival Annecy Cinéma Italien

Pubblicato

-

“La parola che sfida il dogma. Il film storico innestato nella forza primordiale del documentario. La conferma del talento di un grande autore”, questa la motivazione con cui la giuria di Annecy Cinéma Italien ha scelto Menocchio di Alberto Fasulo come film vincitore del Grand Prix 2018. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • PubblicitàPubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

Archivio

di tendenza

fortemalia inserto magazine

fortemalia.it