Connect with us
Pubblicità

Trento

Riparte la gara per il NOT. 150 milioni di euro dei cittadini Trentini buttati al vento dalla giunta Rossi

Pubblicato

-

Il Dirigente generale del Dipartimento Infrastrutture e Mobilità della Provincia autonoma di Trento ha firmato la determinazione che riavvia l’iter per la realizzazione del nuovo ospedale del Trentino.

Ciò in ottemperanza a quanto disposto dalla sentenza del Consiglio di Stato.

Ad oggi la provincia autonoma ha speso 150 milioni di euro dei 338 previsti per la realizzazione del Nuovo ospedale Trentino.

Pubblicità
Pubblicità

Ma purtroppo per ora all’orizzonte si vede solo il nulla.

Se tutto andrà bene vedremo il nuovo ospedale nascere fra circa 20 anni.

La realizzazione del così detto NOT (nuovo ospedale di Trento), un’opera essenziale per il territorio e la sanità trentina da anni sta cercando di vedere la luce.

Pubblicità
Pubblicità

La costruzione di questa enorme struttura è stata nella bufera e rappresenta una rara perla miliare degli sprechi del centrosinistra trentino nelle ultime due legislature.

Sulla vicenda si parla e si scrive ormai da anni, risale al 2011 l’inizio della procedura per l’affidamento dei lavori, quando ancora era Ugo Rossi l’assessore della sanità.

Poi i lavori sono stati  stoppati da impedimenti assolutamente evitabili.

Tali intoppi hanno portato a perdite ingenti di denaro pubblico e allo stallo di un progetto che è prioritario per tutta la popolazione trentina.

Inoltre hanno causato un danno economico ad un settore, come quello dell’edilizia già in ginocchio a causa della congiuntura economica attuale.

Il lavoro che avrebbe generato un’opera di tali dimensioni sarebbe stata una boccata di ossigeno per la nostra economia.

Ricordiamo che l’annosa vicenda legata al NOT dopo i numerosi ricorsi al Tar da parte dei quattro partecipanti alla gara d’appalto, si era bloccata per via della composizione della commissione tecnica della gara dichiarata illegittima  

Dopo la decisione del Tar, il Consiglio di Stato nel 2014 aveva espresso in una sentenza una formulazione abbastanza ampia con la possibilità per la Pat di rinnovare la gara con la ripresentazione dell’offerta.

La Provincia ha scelto di revocare il bando e procedere, alla luce anche del nuovo contesto finanziario e economico e dei vantaggi che parevano rilevanti, di procedere con un appalto di progettazione integrato che poi ha fatto.

I quattro partecipanti, nel frattempo, avevano fatto ricorso contro la revoca del bando che il Tar ha respinto non prevedendo neppure il rimborso spese o risarcimenti danni.

Solo una di queste quattro ditte, la Cdm, aveva presentato appello al Consiglio di Stato che ha poi emesso una sentenza con la quale ha accolto il ricorso.

Nel corso della seduta della Quarta commissione del 26 settembre 2017, l’indomani dell’annullamento della gara,  l’assessore Zeni, su richiesta del Presidente Giuseppe Detomas (Ual), aveva presentato ai consiglieri una breve relazione sulla sentenza del Consiglio di Stato sul bando per il nuovo ospedale di Trento.

L’assessore, ricostruendo l’ormai annosa vicenda, ha ricordato che il bando di finanza di progetto del 2011 ha visto numerosi ricorsi al Tar da parte dei quattro partecipanti, in particolare per la composizione della commissione e l’ avvallamento delle procedure di due partecipanti nei confronti degli altri due.

Dopo la decisione del Tar, aveva detto, il Consiglio di Stato nel 2014 aveva espresso in una sentenza una formulazione abbastanza ampia con la possibilità per la Pat di rinnovare la gara con la ripresentazione dell’offerta. La Provincia ha scelto di revocare il bando e procedere, alla luce anche del nuovo contesto finanziario e economico e dei vantaggi che parevano rilevanti, di procedere con un appalto di progettazione integrato che si è fatto negli ultimi mesi.

Una sentenza, aveva detto ancora Zeni, che il Consiglio di Stato ha motivato riconoscendo che la pubblica amministrazione ha un generale potere di revoca, ma nel momento in cui nella motivazione della revoca è stata citata la sentenza del Tar del 2014 dove si diceva che la Pat “può procedere alla rinnovazione della gara”, quel “può” doveva essere inteso come “deve”.

Allora le opposizioni compatte riversarono tutte le responsabilità sul governatore Ugo Rossi e a suon di interrogazioni avevano chiesto di quantificare i danni e sapere di chi erano le responsaabilità

La lega nord aveva depositato un’interrogazione alla giunta provinciale dove chiedeva l’ammontare delle spese legali della Provincia e le richieste di rimborso da parte delle imprese dall’inizio della realizzazione del NOT, ancora ferma al palo. Fugatti nella sua interrogazione chiedeva anche i nomi di chi ha commesso gli errori per l’indizione di un secondo bando con criteri diversi dal primo, e se a fronte del tempo perso, delle risorse economiche impiegate e della lungaggine che si prefigura per la realizzazione di un nuovo ospedale non si sarebbe potuto puntare sulla riqualificazione dell’ospedale Santa Chiara e sul potenziamento degli ospedali di Valle.

«Tra bandi avviati, commissioni poco trasparenti, criteri alquanto discutibili per l’assegnazione dei lavori e imprese che pare non si vedranno mai elargire i risarcimenti richiesti (circa 32 mln di Euro) i danni sono molti e a pagarne le conseguenze saranno inevitabilmente i cittadini trentini» – si leggeva anche nella premessa di Maurizio Fugatti.

Dello stesso avviso era anche il consigliere provinciale di Forza Italia Giacomo Bezzi che come il collega Fugatti aveva presentato un’interrogazione sulla questione. «Dopo un iter fantascientifico fatto di nuovi bandi, errori, cambiamenti territoriali ecc ecc – spiegava Bezzi – sono iniziati i lavori propedeutici alla realizzazione del nuovo polo giudiziario di Trento, ma nulla ad oggi è dato sapere sullo stato dell’approvazione del progetto esecutivo. Inoltre si vuole conoscere quali siano i lavori realizzati ad oggi e le modalità con cui sono stati appaltati».

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Arriva il Reddito di Libertà a sostegno delle donne vittime di violenza, come funziona
    Da qualche giorno è stato varato dal Governo un bonus , il reddito di libertà destinato alle donne vittima di violenza. Reddito di Libertà, cos’è Si tratta di un una misura molto attesa visto che... The post Arriva il Reddito di Libertà a sostegno delle donne vittime di violenza, come funziona appeared first on Benessere […]
  • Polizze assicurative per i turisti stranieri: previsto un fondo dal Ministero del Turismo
    Con l’arrivo della stagione estiva l’attenzione è puntata verso il turismo. Per questo, al fine di stimolare gli spostamenti, il Decreto Sostegni Bis prevede finanziamenti alle Regioni destinati al rimborso delle spese mediche ai turisti.... The post Polizze assicurative per i turisti stranieri: previsto un fondo dal Ministero del Turismo appeared first on Benessere Economico.
  • Il lavoro cambia e corre verso l’Hybrid Workplace, i vantaggi della “nuova normalità” e come introdurla
    Con la pandemia è emersa l’esigenza di trovare una nuova organizzazione del lavoro che cercasse di riadattare l’esperienza, trasferendo fuori dalla sede operativa la maggior parte delle attività lavorative. Questo processo ha iniziato a delineare... The post Il lavoro cambia e corre verso l’Hybrid Workplace, i vantaggi della “nuova normalità” e come introdurla appeared first […]
  • Aumentare le vendite online, consigli per migliorare le prestazioni del proprio e-commerce
    Il particolare periodo storico ha spinto molte attività a cercare soluzioni alternative per la vendita dei propri prodotti, una di queste è sicuramente l’apertura delle vetrina digitale con le vendita online. Qualsiasi imprenditore desideri aumentare... The post Aumentare le vendite online, consigli per migliorare le prestazioni del proprio e-commerce appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus affitto 2021: modifiche e novità per i beneficiari nel Decreto Sostegni bis
    Nei contributi a fondo perduto previsti dal Bonus affitto 2021 sono previsti nuovi beneficiari grazie all’ampliamento della platea dettata dal Decreto Sostegni Bis. Bonus affitto 2021, come funziona Definito dal Decreto Rilancio, il bonus affitto... The post Bonus affitto 2021: modifiche e novità per i beneficiari nel Decreto Sostegni bis appeared first on Benessere Economico.
  • Europa verso la limitazione di circolazione dei contanti: tetto a 10 mila euro
    La Commissione Europea sta lavorando ad un pacchetto di norme che limiterebbe la circolazione di contanti nei Paesi membri. Il pacchetto che potrebbe entrare in vigore nel 2024, propone di fissare in tutta Europa un... The post Europa verso la limitazione di circolazione dei contanti: tetto a 10 mila euro appeared first on Benessere Economico.
  • In Italia arriva la prima Beach SPA marina: un’offerta turistica naturale e consapevole
    Gli elementi naturali caratteristici della spiaggia del Salento legati all’acqua salina del mare e all’aria estiva, diventano dei veri percorsi benessere all’interno di una spa che nasce direttamente sulla costa, in spiaggia, all’aria aperta. Un’idea unica per chi ama il mare e l’aria aperta, ma non vuole perdere tutte le conseguenze rigenerati e vitalizzanti tipiche […]
  • Piccoli angoli di paradiso immersi nella natura incontaminata, una perfetta alternativa al mare
    La bellezza incontaminata della natura fatta di scrigni selvaggi e posti da favola, accende la passione per l’Italia e per le sue straordinarie mete che spesso, nascondono scenari incredibili. Non solo acqua di mare, ma anche fiumi, cascate e canyon diventano un luogo ed un’alternativa perfetta per fare il bagno e rilassarsi. Infatti, per chi vuole […]
  • Nuotare nel Reno: un’esperienza unica nel suo genere
    Dalle montagne spettacolari, agli immensi boschi fino alle gole selvagge, la Svizzera circondata dalla sua natura incontaminata diventa inevitabilmente sinonimo di sostenibilità. Questa attenzione si riflette sui consumi, sulla lungimiranza nel riciclaggio della popolazione, ma anche sul turismo. Infatti, il turismo svizzero spinge i suoi visitatori ad entrare quanto più possibile a contatto con l’ambiente […]
  • Kylie Skin, la linea beauty di Kylie Jenner
    “La cura della pelle e il trucco vanno di pari passo e Kylie Skin è qualcosa che ho sognato subito dopo Kylie Cosmetics. Ci ho lavorato per quella che sembra una vita, quindi non posso credere che sia finalmente arrivato! Costruire la mia linea di trucco da zero mi ha insegnato molto e sono così […]

Categorie

di tendenza