Connect with us
Pubblicità

Trento

Associazione a delinquere Rom: un milione di euro di furti, 23 arresti. Rubarono formaggi a Lavis

Pubblicato

-

Dopo l’operazione “Palestrati”, l’operazione “Selfie”, l’operazione “Fazer”, l’operazione “79”, operazioni queste miratamente condotte negli ultimi tre anni contro i reati predatori – che innegabilmente sono i più temuti dai privati cittadini e dalle aziende – i carabinieri del Nucleo Investigativo di Trento nelle prime ore di oggi hanno concluso l’operazione “Vecchia Fattoria”, traendo in arresto 23 soggetti, dei quali ben 10 “recidivi”.

Una indagine lunga, durata quasi un anno, originatasi dal furto del 12 novembre 2017 presso la ditta Zanetti di Lavis, ove vennero sottratte forme di formaggio per un valore di 6.000 euro.

Da tale episodio l’investigazione ha consentito di radicarsi nelle maglie dell’organizzazione criminale che gestiva colpi non solo presso aziende o consorzi agricoli, ma anche presso industrie di elettrodomestici, presso ditte di carpenteria, concessionarie d’auto, ditte di bevande, concentrando preferibilmente l’illecita attività sul furto di trattori.

Pubblicità
Pubblicità

Ben 12 ne sono stati asportati, per un valore tra i 600 e i 700 mila euro, ad ignari imprenditori agricoli tra la Lombardia, l’Emilia Romagna e il Piemonte.

Il valore dei furti commessi dalla banda, complessivamente stimato, si attesta circa su un milione di euro.

Una associazione a delinquere finalizzata dunque a furti aggravati e alla ricettazione quella smantellata oggi, composta da 23 soggetti, prevalentemente di etnia Rom, orbitante nell’area del lodigiano e del pavese, con frange nel vercellese.

La testa del sodalizio, individuata precisamente dai militari del Nucleo Investigativo, era rappresentata da Paun Meclaut e da Joia Marius, due rumeni quarantacinquenni, e da Zeneli Agim, un albanese della medesima età.

I restanti associati fungevano da compartecipi del sodalizio, o meglio, da esecutori materiali dei furti per conto del sodalizio.

Nell’organigramma criminale meritano particolare attenzione i ricettatori “finali”, due italiani ed un egiziano: essi sono Vezzu’ Diego da Vercelli, Rosai Silvano da Milano (unico ai domiciliari per motivi di avanzata età) e Gomaa Ayman trentaseienne di San Giuliano Milanese.

A loro il compito di ricevere, nascondere e piazzare i beni rubati.

La struttura associativa si evince anche dalle condotte dei tre ricettatori delle refurtive, attesi il rapporto di fiducia instaurato con gli altri sodali e la sistematicità (quasi imprenditoriale) della collaborazione nella gestione finale della merce rubata, l’impiego prodromico a ricevere quest’ultima con – addirittura – l’indicazione dei beni da sottrarre”, così afferma il GIP dott. Marco Laganga nell’ordinanza spiccata a carico dei soggetti, accogliendo completamente e sposando precisamente la richiesta del dottor Davide Ognibene, PM intestatario dell’investigazione presso la Procura Distrettuale Antimafia di Trento.

I soggetti sono stati associati a diversi carceri del nord Italia, tranne tre che al momento risultano irreperibili sul territorio nazionale e per i quali sarà richiesto un mandato di cattura europeo dalla Procura Distrettuale di Trento.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Coronavirus: molto richiesti i saturimetri, a qualcuno servono davvero
    Dall’inizio dell’allarme coronavirus la corsa ai principali dispositivi di protezione individuale sembrava inizialmente limitarsi alle mascherine ed ai gel disinfettanti per le mani, diventati poi introvabili sia nelle farmacie che sui portali online, ma ultimamente il fenomeno parrebbe essersi allargato anche a strumenti prettamente sanitari come il saturimetro. Infatti, il particolare dispositivo a pinzetta facilmente […]
  • Coronavirus: L’Italia spegne i motori e i delfini tornano nei porti italiani
    La recente emergenza sanitaria ha reso l’Italia, Paese noto per la sua vivacità e il suo calore una penisola pressoché deserta obbligando negozi, centri commerciali e molte aziende a bloccarsi per intere settimane e costringendo milioni di italiani a guardare l’arrivo della primavera unicamente dalla finestra della propria abitazione. All’ombra di tutto questo, Madre Natura […]
  • Coronavirus: dalla Cina arrivano i caschi termoscanner per la polizia
    Da qualche mese, partendo dalla Cina e allargandosi come una macchia d’olio fino all’Italia, il mondo intero si è trovato improvvisamente a combattere una guerra contro un nemico veloce ed invisibile che non sta risparmiando niente e nessuno, colpendo non solo persone ma l’economia di interi Paesi, costringendo l’unione e l’impegno di tutte le forze […]
  • Coronavirus: 3 fasi per sanificare correttamente casa
    Candeggina, gel disinfettanti, alcol e spray si stanno rivelando i migliori alleati, nonché le armi più utilizzate in questo periodo per riuscire a combattere l’invisibile nemico che da settimane sta costringendo a casa milioni di italiani. Oltre alle ormai note raccomandazione di igiene emanate dal Governo, ai dispositivi di protezione individuale come le introvabili mascherine […]
  • Cascata “rosso sangue” in Antartide, uno spettacolo della natura
    Sono passato 109 anni dal primo avvistamento di questo macabro fenomeno situato nei pressi del lago (ovviamente ghiacciato) di Bonney, in Antartide. Nonostante questa cascata dal colore ramato fosse stata avvistata per la prima volta nel 1911 dal geologo Griffith Taylor durante una spedizione, soltanto qualche anno fa alcuni studiosi sono riusciti a risalire all’origine […]
  • Cenare sotto il mare: “Under” il primo ristorante sott’acqua d’Europa
    Attraversando i quattro angoli del mondo, sono molte sono le eccentricità dal punto di vista architettonico che si incontrano, ma pochi hanno lo stile e l’originalità del primo ristorante subacqueo di Baly, lungo le coste della Norvegia, candidato a diventare uno dei più spettacolari progetti architettonici mai concepiti in fondo al mare. “Under”si presenta come […]
  • Viaggiare rimanendo a casa: dall’arte ai paesaggi, vedere il mondo con i tour virtuali
    La veloce diffusione del Coronavirus in Italia e in Europa ha costretto milioni di persone a casa, obbligandoli ad annullare progetti e piani precedentemente programmati o a posticipare prenotazioni di viaggi a data da destinarsi. Ad oggi, la fine della quarantena sembra un giorno troppo lontano e la voglia di lasciare i confini della propria […]
  • Coronavirus: sanificare le mascherine per riutilizzarle in mancanza di nuove
    Da molti giorni l’Italia sta vivendo l’ormai nota emergenza Coronavirus che, oltre al periodo di quarantena forzata richiede l’utilizzo in caso di spostamenti, di particolari presidi di protezione individuale come il disinfettante per le mani o le tipiche mascherine. Mascherine che, dall’inizio dell’allarme hanno subito un aumento vertiginoso della domanda rendendole non solo introvabili, ma […]
  • Italia: Paese “green” e leader delle rinnovabili
    Troppo spesso, l’Italia è abituata ad occupare gli ultimi posti nelle classifiche europee, alimentando i pregiudizi sul Bel Paese che in alcuni settori, quando vuole, sembra essere incredibilmente ed indubbiamente qualificato. Infatti, secondo il rapporto condotto dall’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale ( ISPRA) seguito poi da un’analisi dell’Agenzia Nazionale per l’Energia, […]

Categorie

di tendenza