Connect with us
Pubblicità

Speciale elezioni 2018

Speciale Elezioni, Moser (AGIRE): “Dobbiamo salvare e migliorare i servizi nelle valli.”

Pubblicato

-

Nella scorsa intervista dello Speciale Elezioni ci siamo lasciati con una promessa importante ” Portare Sviluppo e Lavoro”, come pensi di riuscirci?

Con la sburocratizzazione.

La sburocratizzazione è una promessa che figura nei programmi di ogni forza politica e che puntualmente viene disattesa, perché tu dovresti mantenerla?

Pubblicità
Pubblicità

Hai ragione. La burocrazia è una brutta bestia a cui nessuno vuole mettere mano. Questo è emerso anche quando alla Conferenza provinciale del turismo l’ass. Dallapiccola ha definito la burocrazia una “fonte di lavoro” lasciando basiti quanti sedevano fra il pubblico. Al contrario del sopracitato assessore io credo che la burocrazia non crei lavoro ma favorisca il clientelismo, visto che per compilare le carte servono gli uffici e per riempire gli uffici servono persone e dirigenti.

Queste persone, come più volte ha dimostrato il nostro coordinatore politico (il consigliere provinciale Claudio Cia), raramente vengono scelte valorizzando il merito ma, più spesso, vengono rintracciate all’interno del cerchio magico dei fedelissimi o grazie al sistema dei “piazeri e piazeroti” che finisce inevitabilmente per creare un certo consenso attorno a questo tipo di politica. Credo quindi che, se fino ad oggi non si è messo mano alla macchina burocratica, non sia perché “è troppo difficile” o perché “non si può” ma perché, a conti fatti, c’è una grande paura di perdere consenso elettorale.

Hai ragione. Ma come può la sburocratizzazione “portare sviluppo e lavoro”?

Il mio è un ragionamento molto semplice. Laddove si tagli la quantità di burocrazia richiesta, inevitabilmente si assiste ad una riduzione della spesa pubblica necessaria per mantenere in piedi  questo sistema. La nostra Provincia, dovendo spendere meno per alimentare il mai sazio demone burocratico, da un lato disporrebbe di più soldi che potrebbero essere investiti per salvare e migliorare i servizi nelle valli, penso ai vari ospedali periferici, ma anche alle guardie mediche ecc. . Dall’altro lato, dovendo incamerare meno risorse, si assisterebbe ad una riduzione delle tasse e imposte richieste.

Pubblicità
Pubblicità

Questo passaggio, che oserei definire fondamentale, porterebbe le nostre aziende a disporre di maggiori fondi da investire creando occupazione nell’immediato e, a lungo andare, attirerebbe nuovi investimenti nel nostro Trentino. Questi investimenti, sommati al fatto che un maggior numero di aziende potrebbe decidere di stabilirsi sul nostro territorio (in virtù di una tassazione agevolata e della posizione strategica della nostra regione dal punto di vista geografico), porterebbero a quello sviluppo che è fondamentale per fornire ai nostri giovani il lavoro dei loro sogni, quella professione che oggi viene cercata all’estero semplicemente perché da noi non esiste.

In questo modo, però, assisteremo inevitabilmente ad una perdita di posti di lavoro, cosa ne pensi?

Il fine della sburocratizzazione non è quello di “lasciare a casa delle persone” ma di semplificare il sistema al punto da rendere facile il riassorbimento di coloro i quali perderanno il lavoro all’interno del mondo dei privati, in modo da creare produttività e vera occupazione.

Insomma, un po’ come il “Drain the Swamp” di Donald Trump e Ronald Reagan?

Esattamente. Occorre entrare nella palude della burocrazia e bonificarla, sperando di non rimanervi impantanati.

Pubblicità
Pubblicità

Speciale elezioni 2018

Elezioni provinciali, ultimi controlli prima dell’inizio della nuova legislatura

Pubblicato

-

Concluse le operazioni di spoglio delle schede, relative alle elezioni provinciali tenute domenica in Trentino, vi sono ora alcuni passaggi formali a cui adempiere prima che la nuova legislatura possa concretamente iniziare. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Speciale elezioni 2018

Il centrodestra festeggia in piazza a Trento: “Risultato storico”

Pubblicato

-

Il centrodestra trentino ha brindato in piazza Cesare Battisti alla vittoria del nuovo presidente della Provincia di Trento, Maurizio Fugatti. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Speciale elezioni 2018

Elezioni Provinciali, Fugatti esulta: “Grande orgoglio e grande responsabilità dai trentini”

Pubblicato

-

“Un risultato che ci dà molto orgoglio e ci responsabilizza per il forte mandato popolare che abbiamo avuto. I trentini hanno ricordato le battaglie che abbiamo fatto sul territorio. La storia ci ha dato ragione”.

Così Maurizio Fugatti, nuovo presidente della Provincia Autonoma di Trento, commenta i risultati elettorali del voto del 21 ottobre. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza