Connect with us
Pubblicità

Speciale elezioni 2018

Punti nascite, Binelli (AGIRE): “Necessario riaprire anche quello di Tione.”

Pubblicato

-

Tra i punti nascite che sono stati chiusi durante questa legislatura non ci sono stati solo quelli di Arco e Cavalese, ma anche di Tione di Trento. Il centro-destra nel programma di coalizione (e AGIRE per il Trentino nel proprio) ha inserito la riapertura, e su Tione c’è il commento di Sergio Binelli – Coordinatore organizzativo e candidato giudicariese di AGIRE.

“La chiusura del Punto nascite di Tione è stata una sconfitta per la politica locale, e la mancanza di esponenti giudicariesi autorevoli in Consiglio Provinciale in questi anni ha contribuito a portare in secondo piano non solo la viabilità giudicariese ma anche la sanità. All’inizio c’erano state grandi proteste e raccolte firme contro la chiusura del Punto nascite di Tione, ma dopo che Zeni ha preso “le redini” dell’Assessorato alla salute si è consumata la chiusura del Punto nascite barattando il tutto con un Protocollo che alla fine rappresenta solamente un contenitore vuoto (per questo possiamo ringraziare gli amministratori locali giudicariesi e il Presidente della Comunità di Valle che si sono resi complici di Zeni).

E chi è rimasto alla fine? AGIRE con il proprio coordinamento locale che assieme a Claudio Cia era presente alla grande protesta che c’è stata a Tione tre anni fa, ci siamo stati per apporre i cartelli di Cia contro la riduzione degli orari e ci siamo stati in questi anni facendo conferenze e denunciando le immanchevoli ingiustizie che hanno subito le nostre mamme: anche da noi infatti le gestanti hanno dovuto partorire in luoghi inadeguati com’e successo per fare alcuni esempi a Darè, Storo, Ponte Arche e da ultimo con il trasporto urgente di una mamma di Porte di Rendena a Verona che stava partorendo due gemelli; ne approfitto per ringraziare il personale sanitario e tutti i volontari che in questi anni hanno impedito che si verificassero delle tragedie.

PubblicitàPubblicità

È giunta quindi l’ora di riaprire il Punto nascite di Tione e di chiedere una deroga a Roma: ci sono riusciti in regioni a statuto ordinario, perché invece in Trentino non riusciamo? L’ex (per fortuna) Ministro Lorenzin disse rispondendo ad un’interrogazione parlamentare che queste chiusure sono necessarie per la sicurezza… e dove starebbe la sicurezza se una donna partorisce in mezzo alla strada?

Questi non sono altro che tagli alla sanità, un’area come quella della scuola e delle politiche sociali che viene sempre usata per far cassa dalla politica. Chiaramente bisognerà anche proseguire nella valorizzazione dell’Ospedale di Tione, magari evitando cretinate del tipo appendere nelle bacheche dei volantini che dicevano che il parto sicuro si fa a Trento. Forse chissà se non era in atto una strategia per convincere le mamme a non partorire a Tione portando il numero dei parti al di sotto degli standards nazionali, e quindi alla chiusura del Punto nascite per “motivi di sicurezza”. Chi lo sa?”

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Speciale elezioni 2018

Elezioni provinciali, ultimi controlli prima dell’inizio della nuova legislatura

Pubblicato

-

Concluse le operazioni di spoglio delle schede, relative alle elezioni provinciali tenute domenica in Trentino, vi sono ora alcuni passaggi formali a cui adempiere prima che la nuova legislatura possa concretamente iniziare. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Speciale elezioni 2018

Il centrodestra festeggia in piazza a Trento: “Risultato storico”

Pubblicato

-

Il centrodestra trentino ha brindato in piazza Cesare Battisti alla vittoria del nuovo presidente della Provincia di Trento, Maurizio Fugatti. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Speciale elezioni 2018

Elezioni Provinciali, Fugatti esulta: “Grande orgoglio e grande responsabilità dai trentini”

Pubblicato

-

“Un risultato che ci dà molto orgoglio e ci responsabilizza per il forte mandato popolare che abbiamo avuto. I trentini hanno ricordato le battaglie che abbiamo fatto sul territorio. La storia ci ha dato ragione”.

Così Maurizio Fugatti, nuovo presidente della Provincia Autonoma di Trento, commenta i risultati elettorali del voto del 21 ottobre. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza