Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Inaugurata “Ri-flessioni” mostra personale di Claudia Mangeli

Pubblicato

-

È stata inaugurata sabato scorso a Palazzo Libera, e sarà visitabile fino a domenica 28 ottobre, la mostra personale di Claudia Mangeli.

La curatrice dell’esposizione sottolinea: «Attraverso le sue opere, Mangeli racconta una dimensione intima dove, abbandonato ogni residuo figurativo, prende voce la sua continua riflessione interiore che connota le ragioni della sua pratica pittorica, inevitabilmente legata a un monologo interiore urgente».

La curatrice spiega inoltre che Claudia Mangeli, dopo nove anni, ritorna a Palazzo Libera con una personale che mette in luce come il suo essere artista sia distinto da una ricerca e da una sperimentazione incessante il cui risultato oggi, approda a un linguaggio indiscutibilmente connotato da un rapporto primario con la pittura, da una relazione fisica con i materiali, con i supporti, con il colore.

Pubblicità
Pubblicità

Ri-flessioni, titolo scelto per la mostra, ben si presta all’analisi della sua opera.

Claudia Mangeli attraverso le sue opere  racconta una dimensione intima, dove, abbandonato ogni residuo figurativo, prende voce la sua continua riflessione interiore che connota le ragioni della sua pratica pittorica, inevitabilmente legata a un monologo interiore urgente.

La sperimentazione cromatica e il segno, unitamente al ritmo del suo apparire, sono simboli, attraverso i quali sembrano concretizzarsi gli aspetti multiformi del pensiero e del suo accadere, senza necessariamente obbedire alle regole tradizionali della composizione.

Pubblicità
Pubblicità

Nel seguire la direzione del proprio impulso, Claudia dà forma sulla superficie pulita della tela alla sua composizione, secondo un ordine sistematico che è vera e propria astrazione metaforica della sua istintività. In un secondo momento, sovrappone con le mani e con i pennelli il colore, la cui densità e cromia sono frutto ancora una volta di una corrispondenza costante con il suo moto interiore.

Pubblicità
Pubblicità

La curatrice chiarisce che il colore perde ogni funzione illustrativa. Una volta steso, copre la creazione, cancellando completamente ciò che è stato tracciato. Acquista così un’importanza rilevante il gesto, dettato da emozioni profonde che riattivano, inevitabilmente, ricordi.

Una forma espressiva che indica la palese volontà di trasmettere il bisogno di agire con un’intensa partecipazione fisica. Partecipazione che coinvolge anche il supporto, tramutato in sfondo interattivo e portante.

Con le sue specificità, con la sua consistenza, ogni tela, caratterizzata da una diversa trama segnica e coloritura, non è privata della sua memoria e mostra le sue pieghe, funzionali anch’esse alla creazione. Alla memoria del supporto, alla sua scansione spaziale, Claudia affida l’andamento delle sue tracce segrete, dando un significato profondo all’accadimento pittorico nel suo compiersi.

Le interruzioni del ritmo, gli spazi vuoti indicano che l’azione è in pieno svolgimento e che anche l’errore è contemplato, quindi accettato.

Sul colore steso viene poi applicata una seconda tela che, con la tecnica dello strappo, tipica del restauro, viene sollevata, restituendo in questo modo una composizione dove la successione dei passaggi è sovvertita: su un nuovo supporto il colore diviene sfondo, simbolicamente piatto, per quelle linee e quei segni che ora ricompaiono.

«(…) Sfondo piatto … e pensandoci bene avevo voglia di un colore silenzioso, volevo una tregua tra la superficie del quadro e il mio corpo».

Si tratta di una sorta di astrazione provocatoria: le dimensioni della tela contengono il corpo dell’artista «la tela è sempre 160×160 cm, anche se ho ridotto il telaio a 130×130 cm, un quadrato che mi contiene (…) , io ci sto proprio bene in quella misura». Sulla tela si ri-flette un tempo infinito, è luogo epifanico in cui l’artista coincide con l’azione.

Di dimensioni più ridotte, le opere goffrate sembrano dar voce a un tempo altro, in cui il percorso maturava.  «La linea… già quella linea che nella tesi di laurea ho maltrattato, perché era l’unico modo per difendere il colore, togliendo di mezzo ogni intermediario, l’ho tirata fuori (…)».

Ci colpisce il bianco come un grande silenzio assoluto. Claudia sceglie un’onda cromatica che ri-flette e somma in sé tutte le altre, per rappresentare quel tempo interiore che precede il cambiamento, per esprimere quella luce che deriva dalla consapevolezza-consenso, dalla lucida presa d’atto.

In quello spazio bianco, lievi sagome si muovono, eleganti nella loro proiezione. Trame geometriche di linee e minuti oggetti, disposti a maglie regolari, hanno lasciato la loro impronta sulla candida carta, una volta passata la pressa. Spessori e increspature, rughe e dislivelli ri-flettono la consistenza dei volumi dai quali hanno preso vita, come pulsazioni flettono la superficie.

Il lungo esercizio interiore ha lasciato la sua traccia.

Nel gioco fra ciò che emerge e l’ombra residua, si esprime lo sfondo, e il piano sembra perdere significato. È dalle situazioni più libere che talvolta possiamo percepire nuove verità interiori.

Claudia Mangeli è bresciana, determinata, poliedrica, intuitiva. Dalla sua città, Brescia, porta nel cuore i sentimenti, dalla sua adolescenza la creatività.

Giovanissima si trasferisce ad Arco in Trentino, frequenta l’ambiente artistico attivo sul territorio, entra in contatto con il maestro scultore Renato Ischia che la introduce nel gruppo “Arti Visive” di Arco (TN).

Le mostre a cadenza annuale, organizzate dal gruppo e alle quali la Mageli partecipa costituiscono una coinvolgente e produttiva esperienza che, dal 1987, si protrae fino al 2002 anno in cui inizia il suo percorso di studio presso l’Accademia di Belli Arti “G. B. Cignaroli” di Verona, docente Prof. Renzo Margonari, nel 2008 la laurea.

La brillante tesi presentata, “Malinconia del colore”, è la soglia della consapevolezza artistica, oltre quella porta la pittura scaturisce in rielaborazioni d’energia vitale, complesse “situazioni cromatiche” intrise di passione, vita, amore.

Emozioni portate al massimo livello dal suo vivere in parallelo l’intensità dell’Arte, nel mistero dell’ispirazione/creazione, è la normalità di essere donna, moglie e madre di una splendida bambina.

Il vero della vita nella verità del colore.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Coronavirus: Paziente Virtuale evita i test sugli animali
    Grazie alle diverse ricerche ed ai numerosi studi dell’Università di Catania, si rafforza il filo della comunicazione tra il clinico e il laboratorio, dando vita al progetto del Paziente Virtuale. Un progetto completamente italiano che potrebbe finalmente evitare la sperimentazione animale, necessaria per testare farmaci e vaccini anche contro il più recente Coronavirus. Infatti, per […]
  • Sconti e voli gratis ai viaggiatori se bambini piangono o disturbano in aereo, l’idea di una compagnia aerea americana
    Sembra incredibile, ma il binomio aereo – neonato, si posiziona tra i primi posti come motivo di fastidio e disturbo per molti viaggiatori, portando una compagnia area alla decisione di far volare gratis i passeggeri che si trovavano a viaggiare con bambini piangenti a bordo. Ad ovviare questo il problema è JetBlue Airways la compagnia aerea […]
  • Russia registra il primo vaccino al mondo contro il coronavirus
    Dopo mesi di test e di attesa è la Russia a battere tutti e registrare Sputnik il primo vaccino al mondo contro il Coronavirus. Sputnik, il vaccino sviluppato dall’Istituto Gamaleya di Mosca ha ricevuto il via libera dal Ministero della Sanità russo. Citando i media russi, Putin avrebbe rivelato che anche alla figlia è stata […]
  • Piccoli sottomarini privati, il nuovo sogno degli esploratori
    Dalle tranquille avventure sulla superficie dell’acqua all’eccitante esplorazione delle profondità dei fondali marini a bordo dell’ultimo e più sensazionale giocattolo marino: il sottomarino personale. Leggero da trasportare in macchina e comodo da tenere nei garage dei superyatch, il nuovo trend subacqueo prenderà il posto dei numerosi sport d’avventura fin’ora sperimentati. Costruito per esplorare i fondali […]
  • Prima lo adotti poi raccogli i suoi frutti, a Milano nasce la Food Forest, la foresta edibile
    Oltre 2.000 tra piante, ortaggi, piante officinali, alberi, arbusti da frutto e da legno ospitati nel cuore dell’immensa città metropolitana di Milano, con l’obbiettivo di ristabilire il rapporto primitivo tra l’uomo e i prodotti che Madre Natura gentilmente offre. Questo, starà alla base della nuova Food Forest, la foresta edibile  che in autunno prenderà vita all’interno […]
  • Ponte Tibetano e Cascate di Saent: che bella la Val di Rabbi!
    Costruito nel 2016 sopra il torrente Ragaiolo in Val di Rabbi, il ponte tibetano è ormai diventato una tappa fissa per tutti coloro che amano la montagna e la Val di Rabbi. Costruito in ferro e con una pavimentazione di grate di ferro, il ponte tibetano è adatto a grandi e piccini grazie anche alle […]
  • Si allunga la lista delle preziose aree naturali del Pianeta: l’Unesco aggiunge altri 15 Geoparchi da tutelare
    Riconosciuto a livello internazionale come un territorio che possiede un patrimonio geologico particolare e una strategia di sviluppo sostenibile, il Geoparco deve comprendere un certo numero di siti geologici di particolare importanza in termini di rarità, qualità scientifica e rilevanza estetica o valore educativo per essere definito tale. In particolare, si tratta di aree in […]
  • Samsung lancia l’idea: Prevenire gli incidenti grazie ad un camion attrezzato con schermi LCD
    Visibilità azzerata, traffico intenso, grandi mezzi e sorpassi azzardati sono tutti problemi autostradali che potrebbero trovare soluzione grazie ad un “camion trasparente” con grandi schermi LCD: Un‘ idea tanto semplice quanto potenzialmente utile che potrebbe facilitare le manovre di sorpasso dei grandi mezzi riducendo i rischi di incidenti. L’idea è stata presentata da Samsung con […]
  • Trentino Wild Park: il parco avventura più grande d’Italia
    Affrontare situazioni che non appartengono alla vita normale percorrendo una realtà diversa da quella urbana, attraversando ponti tibetani, liane e guardando il bosco tra le chiome degli alberi, sono la base di un intrigante situazione, lontana dalla vita cittadina ma alternativa ad un classico tour. La possibilità di vivere forti emozioni e sentirsi veramente immerso […]

Categorie

di tendenza