Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Conclusa la “King of Fireman”: una gara che avvicina la comunità ai vigili del fuoco

Pubblicato

-

Si è concluso ieri l’evento intitolato “King of fireman” che ha visto scontrarsi diverse squadre dei vigili del fuoco in dinamici percorsi.

La gara nasce da un’intuizione semplice; quella di trasmettere al pubblico lo spirito di un vigile,  ed ha lo scopo di rendere omaggio alle svariate storie di salvataggio che onorano uno dei corpi più amati.

La figura del “fireman”, come si sa, svolge una funzione essenziale all’interno della società. Ciò che invece non tutti conoscono è la preparazione, a livello fisico e mentale, che chi fa questo mestiere deve affrontare.

Pubblicità
Pubblicità

Molti sono i volontari, tante sono le emergenze.

Quella svoltasi a Rovereto domenica 23 settembre è stata la prima tappa di un tour europeo. La manifestazione si è conclusa verso le 22.30 nella piazza del Follone dopo un’intensa giornata di gare e intrattenimento.

I vincitori del trofeo sono stati i vigili della squadra di “Pergine1”, che con soli 2 minuti e 31 secondi e 82 decimi di secondo hanno svolto tutte e cinque le prove previste per lo svolgimento della gara.

La squadra “VVF Riva”, con 2 minuti e 32 secondi e 82 decimi di secondo, si è aggiudicata il secondo posto, mentre l’altra squadra proveniente dalla Valsugana, “Pergine 2”, è salita sul terzo gradino del podio con un tempo altrettanto significativo (2 minuti e 39 secondi e 67 decimi di secondo).

A vincere è stato il team più abile e coordinato, a conquistare l’ammirazione del pubblico sono stati invece tutti i partecipanti che rappresentavano quel corpo che veglia costantemente sulla comunità.

Questo evento serve anche per sensibilizzare i cittadini, per creare una connessione tra loro e le figure protagoniste della gara.  L’intento è stato quello di confermare la funzione sociale del vigile del fuoco in modo originale e avvincente.

È importante ricordare come sia forte l’appartenenza dei vigili del fuoco al proprio territorio e come sia stretto il legame che connette questa figura alla propria comunità, come fosse un punto di riferimento. Questo tipo di relazione deve essere preservato e riscoperto in ogni occasione.

I partecipanti hanno svolto 5 prove indossando un autorespiratore e la divisa da intervento. Ogni competizione ha visto sfidarsi due squadre da 5 concorrenti alla volta. Ogni ostacolo simula le attività che vengono attuate durante le operazioni e per questo motivo permettono agli spettatori non solo di assistere ad un susseguirsi di azioni spettacolari, ma di capire, per quanto possibile, le difficoltà che un vigile affronta.

Le premiazioni si sono svolte al secondo piano del truck gara alla presenza delle autorità. Hanno presenziato Tullio Ioppi, il presidente della Federazione Corpi dei Vigili del Fuoco Volontari della P.A.T, il sindaco di Rovereto Francesco Valduga assieme all’assessore allo Sport e Innovazione Tecnologica Mario Bortot, Ruggero Pozzer il presidente di Agenzia Sport Vallagarina e rappresentante di della Comunità della Vallagarina ma anche gli ideatori dell’evento, l’ex Comandante dei Vigili del Fuoco Luca Minatti e l’event manager Roberto Bellini.

A dare il loro supporto per la riuscita della gara sono stati tutti i vigili del fuoco volontari della Vallagarina, che si sono occupati del Villaggio dei Pompieri e della realizzazione del percorso ad ostacoli per bambini.

I vigili del fuoco di Rovereto si sono occupati invece della security e i giudici della Scuola Provinciale Antincendio di Trento e della Scuola Provinciale cani da ricerca e catastrofe di Trento hanno seguito l’esecuzione della gara. Molti anche gli sponsor, il cui contributo è stato apprezzato e considerato importante.

Per info visitare il sito internet www.kingoffiremen.com o scrivete a info@kingoffiremen.com.

Pubblicità
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Famiglia roveretana derubata a Olbia: “I nostri vestiti addosso a delle zingare”

Pubblicato

-

Oltre al danno anche la beffa. Non riusciva a credere ai suoi occhi Debora Pedrotti, la commercialista roveretana che una settimana fa ha vissuto l’incubo di essere stata completamente derubata di tutti i propri averi durante una breve sosta sulla bellissima spiaggia di Capo Comino, in provincia di Nuoro.

Una vacanza iniziata in maniera gioiosa che si è presto trasformata in un inferno. «Ci hanno lasciato solo i costumi e le scarpe che avevamo addosso, un paradiso che improvvisamente si è trasformato in inferno» – aveva spiegato sulla sua pagina Facebook la commercialista.

E oggi l’incubo si ripete. Poco più di un’ora fa, dal suo profilo Facebook la donna, quasi incredula, commenta: “Siamo nel parcheggio esterno dell’Auchan ad Olbia. Abbiamo riconosciuto alcuni dei nostri abiti addosso a delle zingare. La bambina piccola indossa i pantaloncini e la maglia di Matilde (la mia piccola) e la mamma indossa la maglia di Lucrezia (la mia grande) e la mia gonna“.

Pubblicità
Pubblicità

Con incredibile disinvoltura dunque, pare che le nomadi abbiano “sfilato” proprio davanti agli occhi della commercialista indossando gli abiti che risulterebbero rubati alla famiglia.

Debora Pedrotti, che aveva subito sporto denuncia e tramite il social aveva invano lanciato un appello agli autori del furto, ha scritto di trovarsi con i carabinieri di Olbia e le presunte ladre, per cercare di chiarire una situazione drammatica che purtroppo sta assumendo ora anche i contorni dell’assurdo.

 

 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

Ala: domenica trekking con Dante

Pubblicato

-

Per concludere il festival che ha animato i Lessini di Ala con altri due concerti, gli organizzatori – l’associazione Le Falìe, sostenuta dal Comune di Ala e dalla cassa rurale Vallagarina – hanno pensato ad una proposta del tutto originale:una camminata leggendo Dante.

A settecento anni dalla morte di Dante Alighieri (1321 – 2021), Alessandro Anderloni (ideatore del festival) propone la Divina Commedia in forma di cammino.

Partendo da Sega di Ala e salendo alle malghe dell’alta Lessinia, tre tappe con altrettanti canti tratti dall’Inferno, dal Purgatorio e dal Paradiso recitati a memoria.

Pubblicità
Pubblicità

Un’esperienza poetica e naturalistica, a confrontare il paesaggio della Lessinia con i luoghi e le sensazioni ricreate nel poema dantesco. Ad accompagnare la narrazione i flauti di Emanuele Zanfretta, la voce, l’arpa e le percussioni di Matteo Zenatti con musiche del tempo di Dante.

Il ritrovo per domenica 18 agosto sarà alle 8 alla Sega di Ala, l’arrivo a Malga Lavacion.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

Dal 15 al 18 agosto a Brentonico torna “Baldo Bio Benessere”

Pubblicato

-

Per il terzo anno di fila torna “Baldo Bio Benessere“, un evento dedicato alla ricerca del benessere psicofisico e ai prodotti biologici del Parco del Baldo.

Dal 15 al 18 agosto nella piazza Cesare Battisti di Brentonico si svolgeranno varie attività sportive, trattamenti per il corpo e approfondimenti sul tema a cura di associazioni operanti nel settore e operatori olistici.

Secondo l’assessore comunale al turismo e allo sport Moreno Togni tra gli appuntamenti più significativi figura domenica alle 16 la presentazione del libro di Antonella Belluti “La vita è come andare in bicicletta”.

PubblicitàPubblicità

Anche per questo Ferragosto, il tavolo del turismo di Brentonico con l’associazione il Gradino, l’Apt e il Comune hanno deciso di proporre quattro intense giornate sul tema del bio.

Nel Parco Naturale del Monte Baldo saranno presenti dei laboratori per scoprire i pipistrelli o l’illustrazione di piante e fiori ad acquerello.

Il Gas (gruppo di acquisto solidale) “Brentagas” presenterà il proprio progetto per gli acquisti solidali, e nel giardino di Palazzo Eccheli Baisi ci saranno vari intrattenimenti come l’osservazione astronomica e gli spettacoli per le famiglie.

Saranno previsti anche appuntamenti sportivi come le sessioni di prova delle e-bike, la pratica del nordic walking, la corsa campestre proposta dal Gruppo Sciatori e il Giro delle fraziòm organizzato dagli alpini.

7Saranno protagonisti anche i cani con l’Associazione Dogs into the wild, oltre a vari incontri con lo Yoga, il Tai Chi, il Qi Gong e lo Shiatsu.

Inoltre non mancherà l’appuntamento con lo street food bio e vegano. Saranno in programma anche dei laboratori per scoprire come fare bevande frizzanti con le piante spontanee e sugli estratti erbali.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza