Connect with us
Pubblicità

Food & Wine

New York: l’agroalimentare trentino protagonista a Eataly

Pubblicato

-

Le produzioni agroalimentari del Trentino sono le protagoniste di un ciclo di azioni promozionali e degustazioni in corso a New York fino al 30 settembre, grazie alla collaborazione con Eataly.

La partnership tra la rete internazionale di punti vendita dedicati all’eccellenza alimentare italiana e Trentino Sviluppo è stata siglata nel gennaio scorso, di concerto con la Provincia autonoma di Trento e Trentino Marketing, con la finalità di far conoscere le imprese del settore a livello internazionale, stimolandone così l’export. Ha preso quindi il via un percorso di preparazione mirato per le 15 imprese che hanno scelto di cogliere questa opportunità e in possesso dei requisiti tecnici necessari.

Il programma fitto e comprende numerosi appuntamenti di “in-store promotion” dedicati ai prodotti yhgyuuihuibgtrentini, dal vino alla grappa, dai formaggi ai mieli e le marmellate, dal brodo alla pasta, oltre a quotidiani incontri “business to business” per intessere nuove relazioni commerciali. Consumatori (sono decine di migliaia quelli che frequentano gli store Eataly), giornalisti e blogger newyorkesi potranno inoltre approfondire la conoscenza del Trentino nel corso degli eventi “Food&Cinema: il Trentino nel piatto”, promosso in collaborazione con Trentino Film Commission, e “Food&Design: il sapore del territorio” in cui saranno utilizzati oggetti di artigianato “made in Trentino”.

Pubblicità
Pubblicità

Il mercato statunitense è uno dei pilastri dell’export italiano e trentino. Gli Stati Uniti sono, infatti, i terzi destinatari al mondo dei prodotti “made in Italy”. L’agroalimentare è tra i settori trainanti di questo trend di continua crescita dell’interscambio, con alcune leadership, tra cui quelle dei formaggi, della pasta e del vino.

Se si considera il Trentino, la classifica è ancora più positiva: quello degli USA è infatti il secondo mercato in assoluto. L’agroalimentare è uno dei settori di punta: nel 2017 le importazioni sono state di circa 630 mila euro a fronte di esportazioni per oltre 190 milioni 700 mila euro. I dati appena pubblicati relativi al secondo semestre evidenziano, sempre per l’agrifood, import per 214 mila euro ed export per 98 milioni e 460 mila euro circa.

La partnership tra il sistema Trentino e Eataly, la rete internazionale di punti vendita dedicata all’eccellenza agroalimentare, presente nel mondo con 39 negozi e 5 mila addetti, è stata quasi naturale. L’accordo, sottoscritto da Trentino Sviluppo in collaborazione con la Provincia autonoma di Trento e Trentino Marketing, è stato presentato ad inizio anno e ha dato avvio a un percorso di coinvolgimento e preparazione rivolto alle imprese trentine del settore, finalizzato all’ingresso di nuovi prodotti locali nella rete vendita Eataly del mondo e all’organizzazione di alcune iniziative strategiche di promozione.

Una delle più attese era proprio quella in corso negli Stati Uniti, a New York, con due settimane in cui nei punti vendita Downtown e Flatiron si respira un’atmosfera tutta trentina. Fino a fine mese, infatti, sarà possibile gustare piatti e vini trentini nei ristoranti della catena, conoscere i produttori, scoprire le ricette della tradizione e stringere nuovi accordi commerciali. Nel corso della manifestazione sono valorizzati anche alcuni esempi di eccellenza del design Trentino ed è stato promosso un evento dedicato all’attività della Trentino Film Commission, cui hanno preso parte produttori cinematografici e televisivi del panorama internazionale.

Le principali iniziative del programma

Food&Cinema: il Trentino nel piatto (18 settembre, Flatiron). Degustando specialità della cucina trentina, una platea di produttori cinematografici e televisivi della piazza newyorkese ha potuto conoscere l’attività della Trentino Film Commission, attraverso la proiezione di estratti video e l’illustrazione dei servizi e delle location a disposizione delle produzioni.

Food&Design: il sapore del territorio (20 settembre, Flatiron). Un’occasione per conoscere in abbinata le specialità della tradizione culinaria delle alpi trentine e alcuni esempi di design trentino con allestimenti e preparazioni realizzate da imprese del territorio.

Class Consumer (21 settembre, Flatiron). Degustazione di vini, grappe e formaggi del Trentino rivolta al pubblico.

Cena operatori trade e B2B (25 settembre, Flatiron). Appuntamento rivolto agli operatori commerciali, gli importatori, i distributori, i food and beverage manager e i ristoratori con la presentazione di tutte le imprese trentine coinvolte nell’iniziativa. Nelle giornate 24, 25 e 26 saranno inoltre promossi, in entrambi i negozi, incontri di business.

In store promotion (Flatiron e Downtown). Costantemente nel corso delle due settimane saranno presenti specifici corner territoriali nei punti vendita per la scoperta e la degustazione dei prodotti delle imprese trentine.

Menù e carta dei vini a tema (Flatiron e Downtown). Per tutta la durata della manifestazione, i ristoranti interni ai punti vendita Eataly proporranno specialità trentine con l’inserimento del tagliere di formaggi e mieli del Trentino e una selezione di vini e grappe del territorio. Nei due weekend (21-23 e 28-30 settembre, Flatiron) sarà allestita l’Enoteca Trentina con la vendita al bicchiere dei vini e delle grappe proposte.

Festa di Negozio (22 settembre, Downtown). Momento promozionale di tutte le imprese trentine presenti, aperto al pubblico.

Pubblicità
Pubblicità

Food & Wine

Le ricette di agosto: i prodotti del mese e come gustarli al meglio

Pubblicato

-

Come avevo annunciato nel mese precedente, in questo articolo ho dato la precedenza assoluta al melone e ho trovato un modo originale di impiegare questo delizioso frutto estivo.

Agosto mese di ferie e vacanze, momento ideale per cene in compagnia, aperitivi, ma anche a cose veloci, piccole porzioni e piatti freddi, quindi mi sono concentrata su preparazioni poco elaborati ma ugualmente gustose.

Cercando idee e ricette mi sono imbattuta spesso in verdure arrostite, grigliate o ripiene… ma non ero convinta. Ho pensato che il modo migliore per gustarsi i meravigliosi prodotti che il mese di agosto ci propone sia crudo e poco lavorato.

Pubblicità
Pubblicità

Un elenco veloce dei prodotti di questo mese.

Frutta di agosto: Albicocche, anguria, fichi, fichi d’India, frutti di bosco, mele, meloni, pere, pesche, prugne, susine, uva.
Verdura di agosto:  carote, cavolo cappuccio, cavolini di Bruxelles, cetrioli, cipolle, fagioli, fagiolini, fave, finocchi,lattuga, legumi secchi, melanzane, patate, peperoni, piselli, pomodori, ravanelli, rucola,zucchine.

Non mi resta che augurarvi buon Ferragosto e buone ferie!

Cous cous con peperoni 
200 gr di cous cuos
1 peperone rosso
1 peperone giallo
1 peperone verde

Cuocere il cous cous in 200 grammi di acqua, quando è completamente assorbita spegnere il fuoco e sgranare i chicchi con una forchetta. Lavare e tagliare i peperoni in piccoli pezzi e scottarli velocemente in padella con un filo di olio.

Aggiungere il cous cous e mescolare, aggiungere un pizzico di sale e servire. Può essere gustato caldo o freddo.

Insalata melone, mozzarelle e prosciutto
1/2 melone bianco
1/2 melone bianco
100 gr mozzarelle ciliegine
100 gr prosciutto crudo
olio e sale

Dividere in due parti entrambi i meloni e ricavare tante piccolissime palline con lo strumento apposito. Riporle in un piatto, unite le mozzarelline e il prosciutto a fette. Condite con un pizzico di sale e olio d’oliva e quale foglia di basilico.

Mini cheesecake salati 
gallette di riso o farro
130 gr ricotta
500 gr formaggio spalmabile
pomodorini
foglie di basilico
olio evo

Tagliare i pomodorini in quarti e sistemarli sul fondo di uno stampo rotondo. In una ciotola mescolare ricotta e formaggio spalmabile, ricoprire i pomodori e coprire il formaggio con una galletta di farro.

Mettere in freezer per 30 minuti; trascorso il tempo di riposo estrarre il cheesecake, rovesciarlo su un piatto da portata e decorare con il basilico.

Mozzarelle sticks
1 confezione pomodori ciliegini
1 confezioni mozzarelle ciliegine
stuzzicadenti lunghi
foglie di basilico

Lavare i pomodori, tagliare la parte superiore e svuotarli. Riempirli con una mozzarellina e decorarli con una foglia di basilico.

Meloncello 
1/2 melone giallo
1/2 bacca di vaniglia
250 ml alcool 95°
250 ml latte
250 ml panna fresca
250 gr di zucchero

Per prima cosa pulire e tagliare il melone a pezzettini, metterlo in una barattolo di vetro capiente, aggiungere la mezza bacca di vaniglia e coprire con l’alcool.

Chiudere il barattolo, agitare bene e lasciar macerare per una settimana, agitando tutti i giorni il barattolo in modo da mescolarlo.

Dopo una settimana  possiamo riprendere il barattolo e preparare il liquore.

In una pentola versare il latte, la panna, lo zucchero e mescolare finchè non sarà sciolto; a questo punto spegnere il fuoco e lasciar raffreddare.

Togliere dal barattolo di vetro la bacca di vaniglia e con un mixer ad immersione frullare il melone fino a quando non diventa completamente liquido. Aggiungere la purea di melone alla crema, passandola attraverso un colino; mescolare e travasare in una bottiglia di vetro.

Si può mantenere il liquore in frigo per parecchio tempo.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Food & Wine

Lorenzo Cesconi è il nuovo Vice presidente nazionale della FIVI

Pubblicato

-

Lorenzo Cesconi che con la famiglia gestisce l’omonima azienda agricola – cantina di Pressano è stato nominato vicepresidente della Fivi ( Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti).

Una nomina che costituisce una soddisfazione anche per il Consorzio trentino che da anni è impegnato nel promuovere la qualità della produzione vinicola locale.

Insieme a Lorenzo Cesconi sono stati nominati anche un altro vicepresidente, Gaetano Morella – vignaiolo in Puglia e un segretario, Rita Babini, vignaiola in Emilia-Romagna.

Pubblicità
Pubblicità

L’azienda Agricola Cesconi si estende su circa 20 ettari divisi tra la collina di Pressano e la Valle Sarca.

La produzione annua è di circa 125 mila bottiglie suddivise tra le varie tipologie di vini e si accompagnano quella – limitatissima – di Olio Extra Vergine di Oliva e la coltivazione, nel fondovalle, di mele in parte trasformate in succo.

A Pressano, ad un’altezza di circa 300 metri il clima continentale offre escursioni termiche marcate fra giorno e notte.

I terreni derivano dalla disgregazione di una roccia la cui genesi risale a centinaia di milioni di anni fa: questi suoli sono profondi e fertili, e caratterizzati da una notevole dotazione minerale.

E’ qui che vengono coltivate principalmente le varietà di uve bianche come Nosiola, Traminer Aromatico, Pinot Bianco e grigio, lo Chardonnay, il Sauvignon e il Lagrein, l’unica a bacca rossa.

Caratteristiche comuni ai vini che nascono da questo territorio sono la struttura, marcata e definita, l’evidente sapidità e lunghezza, e la grande longevità.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Food & Wine

Cucina: una tavolozza di colori e sapori sulla tavola di luglio

Pubblicato

-

Sulla tavola di luglio si presentano una varietà infinita di ortaggi gustosi e frutta succosa.

Non è stato facile scegliere quali ingredienti usare, sono talmente tanti che c’è davvero l’imbarazzo della scelta.

Luglio è estate piena, io vivrei esclusivamente di melone ma stranamente non l’ho usato in nessuna ricetta, mi sono limitata a mangiarlo.

Pubblicità
Pubblicità

Gli darò sicuramente più spazio il mese prossimo… ho già una cosetta in preparazione.

Fra la frutta di luglio troviamo piccoli frutti gustosi lamponi, mirtilli e more, ma anche pesce, albicocche, susine, ancora qualche fragola e immancabili melone e anguria.

Per quello che riguarda verdura e ortaggi ricordo insalata, rucola, peperoni, zucchine, fave, pomodori, sedano, cetrioli e molti altri.

Avendo in casa una marea di “giocattoli” culinari fra cui l’estrattore, non potevo esimermi dal proporvi un succo; per iniziare bene la giornata potete gustarlo a colazione, oppure come merenda nelle giornate più calde. Se fate come me che lo preparo per le cene post corsa, potete aggiungere qualche carote.

Nel menù di luglio non poteva mancare una pasta con il mio condimento preferito, un sugo facile e veloce con peperoni e zucchine, e nemmeno un contorno di verdura mista.

Entrambi si prestano a diverse soluzioni; il sugo della pasta può essere usato anche per un piatto freddo, magari scegliendo un formato di pasta più corto (fusilli o pennette) e la verdura mista può trasformarsi facilmente in un piatto unico aggiungendo tonno o ceci.

Succo arancione

300 gr albicocche
300 gr pesche
2 carote

Lavare e sbucciare frutta e verdura, tagliarla a pezzi e inserirla nell’estrattore. Travasare il succo in un contenitore di vetro, diluire con acqua se troppo denso e conservare in frigo.

Insalata tutta verde
100 gr di lattura
100 gr di rucola
1 gambo di sedano
1 cetriolo
1 pugno di noci
100 gr di quartirolo

Preparare le verdure, lavare l’insalata, sbucciare il cetriolo (se si desidera privarlo dei semi) e tagliarlo in quarti. Pulire il gambo di sedano e tagliarlo sottilmente con una mandolina.

Mescolare le verdure, aggiungere il formaggio sbriciolato e le noci tritate in maniera grossolana. Aggiungere un filo d’olio e un pizzico di sale oppure un cucchiaio di salsa alla jogurt.

Pasta con peperoni e zucchine
1 peperone rosso
1 peperone giallo
1 zucchina

Per prima cosa lavare i peperoni, tagliarli e privarli dei filamenti bianchi nonchè dei semi. Tagliarli prima a strisce poi a piccoli pezzi e buttarli in una padella con un filo d’olio.

Aggiungere la zucchina tagliata prima a fette poi in pezzi più piccoli, e cuocere le verdure. Attenzione a non farle appassire troppo, devono essere leggermente croccanti.

Nel frattempo cuocere la pasta in abbondante acqua salata (io ho scelto degli spaghetti integrali); a cottura ultimata versare la pasta nel sugo di verdure, mescolare e servire nei piatti da portata.

Mousse ai lamponi
400 gr di lamponi
1/2 limone
150 gr di zucchero
15 gr colla di pesce
250 ml panna per dolci

Sciacquare i lamponi, metterli in un pentolino, aggiungere lo zucchero e il succo di limone; cuocere per 5 minuti, quindi setacciare la salsa, aggiungere la colla di pesce ammollata e strizzata. Far raffreddare a temperatura ambiente.

Aggiungere la panna montata mescolando dal basso verso l’altro; versare la mousse in una coppapasta e mettere in frigo per 1 ora circa.

Trascorso il tempo di riposo riprendere il dolce, sformarlo e decorarlo a piacere con frutta fresca e scaglie di cioccolato bianco.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza