Connect with us
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Castello Tesino: venditore porta a porta aggredisce i carabinieri

Pubblicato

-

I militari della Compagnia Carabinieri di Borgo Valsugana, impegnati in controlli straordinari del territorio, hanno denunciato una persona in stato di libertà per resistenza a pubblico ufficiale.

 I carabinieri della Stazione Castello Tesino sono stati avvicinati da alcuni cittadini che hanno riferito la presenza in paese  di due persone che proponevano contratti per la fornitura elettrica.

Fin qui niente di particolarmente strano se non nelle modalità con cui  i due uomini promuovevano il prodotto, definite dagli interlocutori aggressive ed insistenti, tanto da indurle a chiedere aiuto.

PubblicitàPubblicità

I militari, sono intervenuti prontamente, rintracciando in effetti le due persone indicate e procedendo alla loro identificazione.

Stabilito che si trattavano veramente di promotori porta a porta di una società di fornitura di energia elettrica, hanno posto alcune domande circa i modi con cui si rivolgevano ai cittadini.

Sulle prime i due hanno risposto in maniera educata, ma improvvisamenteT.P., cittadino italiano 27enne, ha assunto un tono sarcastico ed irrispettoso, rivolgendo ai carabinieri frasi offensive.

Pubblicità
Pubblicità

Invitato alla calma, anche dallo stesso collega, lo stesso reagiva aumentando la dose e giungeva a spintonare i militari che, a quel punto, dovevano difendersi e ricondurlo alla calma.

Accompagnato in caserma, è stato denunciato all’A.G..

Valsugana e Primiero

Coniugi 90enni raggirati dai venditori di riviste: 7 persone e 3 società a processo

Pubblicato

-

E’ stata rinviata a dicembre l’udienza preliminare del processo che vede imputate 7 persone e 3 società che avrebbero raggirato due 90enni della Valsugana. (altro…)

Continua a leggere

Valsugana e Primiero

Lavoro nero: i Carabinieri pizzicano 5 lavoratori in Valsugana

Pubblicato

-

I militari della Compagnia Carabinieri di Borgo Valsugana, impegnati in controlli straordinari del territorio, disposti dal Comando Provinciale di Trento, in materia di “lavoro nero”, hanno scoperto 5 casi nella zona di Caldonazzo.

I carabinieri della Stazione Caldonazzo, durante il loro servizio perlustrativo, avevano notato, all’interno dei meleti, diversi lavoratori stagionali, intenti a raccogliere frutti.

Volti nuovi per loro, come in questo periodo spesso capita, ma le verifiche sono comunque partite.

PubblicitàPubblicità

Selezionata la zona su cui operare, i carabinieri, in collaborazione con un ispettore del lavoro della P.A.T., si presentavano, di buon’ora, nei campi adibiti ad agricoltura ed identificavano 5 persone: C.C., cittadino romeno 47enne, in Italia senza fissa dimora, S.A.A., cittadino romeno 26enne, in Italia sesnza fissa dimora, O.D., italiano 20enne, M.G., italiana 31enne e T.G., italiano 31enne, tutte intente a raccogliere mele.

Il proprietario dell’appezzamento, M.A., italiano 40 enne, sentito dagli inquirenti, non riusciva a dimostrare l’esistenza di un qualsiasi contratto di lavoro.

Pesanti saranno le sanzioni amministrative cui va incontro, con somme che oscillano su diverse migliaia di euro a lavoratore irregolare, mentre sono al vaglio, conseguenze penali.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Valsugana e Primiero

62enne di Levico muore mentre va a funghi con la figlia

Pubblicato

-

Un uomo residente a Levico Terme, in Valsugana, è morto questa mattina mentre andava a funghi. (altro…)

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • PubblicitàPubblicità

Categorie

Archivio

di tendenza

fortemalia inserto magazine

fortemalia.it