Connect with us
Pubblicità

Sport

Basket, stasera a Trento sfida Aquila – Pesaro nel “Brusinelli”. Tornano Flaccadori, Hogue e Radicevic

Pubblicato

-

Nikola Radicevic, playmaker

Arrivato alla sua sesta edizione, stasera a Trento il Memorial “Gianni Brusinelli” permetterà ai tifosi bianconeri di vedere in “anteprima” la nuova Dolomiti Energia Trentino pronta ad affrontare la nuova stagione che la vedrà impegnata per il quinto anno consecutivo in Serie A PosteMobile e per la terza volta in 7Days EuroCup, oltre che nella Supercoppa italiana di fine mese a Brescia.

A Trento a sfidare i bianconeri, vincitori dell’edizione 2017 dopo il successo all’overtime nella finale contro Pistoia, venerdì e sabato ci saranno due squadre italiane pronte ad affrontare la massima categoria (VL Pesaro e Grissin Bon Reggio Emilia) e i vice-campioni olandesi del ZZ Leiden.

Rispetto al gruppo che è arrivato al quarto posto al Trofeo Lombardia di Desio dello scorso weekend, coach Maurizio Buscaglia avrà la possibilità di far assaggiare il campo a qualche elemento in più.

Pubblicità
Pubblicità

Ci sarà Diego Flaccadori, rientrato dal ritiro con la Nazionale dopo aver già disputato l’amichevole di fine agosto con il Bayern, e tornano a disposizione almeno per una gara anche Dustin Hogue e Nikola Radičević, che si sono allenati con il gruppo: il minutaggio dei due giocatori sarà valutato dallo staff aquilotto anche a seconda dei carichi di lavoro delle ultime ore prima dei match. Devyn Marble andrà in panchina ma non sarà impiegato durante i match, mentre Davide Pascolo prosegue il proprio percorso individuale. 

Si ferma invece Luca Lechthaler: il centro di Mezzocorona starà ai box nelle prossime tre settimane a causa di una lesione del tendine dei flessori della gamba destra rimediata durante la semifinale del Trofeo Lombardia.

 

LUIGI LONGHI (Presidente DOLOMITI ENERGIA TRENTINO)

«Il Memorial “Gianni Brusinelli” per noi è uno di quegli appuntamenti che caratterizzano la stagione dell’Aquila Basket: ricordare uno dei fondatori di questa società non è solo doveroso, ma vuole essere anche un atto di affetto nei confronti di una persona che tanto ha dato allo sport trentino e a tutti quelli che lo hanno conosciuto. Oggi intere generazioni di adulti sono cresciute anche grazie a Gianni, che con il suo inconfondibile modo ha saputo seguirli nella crescita umana e sportiva. Ringrazio quindi l’Associazione Amici di Gianni Brusinelli per la collaborazione e l’impegno nel portare avanti il ricordo di un grande amico che ogni giorno ci manca. Gianni sarà sempre un esempio nel nostro agire quotidiano, mi auguro che saremo in tanti venerdì e sabato ad assistere al torneo».

MAURIZIO BUSCAGLIA (Allenatore DOLOMITI ENERGIA TRENTINO)

«Nikola e Dustin sono tornati ad allenarsi con il gruppo, valuteremo il volume del loro impiego nei prepartita delle due sfide anche alla luce di come reagiranno agli ultimi carichi di lavoro. Siamo contenti di poter giocare e affrontare avversarie di caratura, perché ci serve metterci alla prova con continuità in un contesto tecnico e fisico che ci possa far crescere come squadra. Ho la fortuna di lavorare con uno staff tecnico, medico e atletico di altissimo livello, che in queste settimane sta lavorando in maniera eccellente».

IL PROGRAMMA

 

VENERDÌ 14 SETTEMBRE:

Ore 18.00 Grissin Bon Reggio Emilia – ZZ Leiden

Ore 20.30 Dolomiti Energia Trentino – VL Pesaro

 

SABATO 15 SETTEMBRE:

Ore 18.00 Finale 3-4 posto

Ore 20.30 Finale 1-2 posto

 

TICKETS

Online su aquilabasket.vivaticket.it

Presso l’Aquila Basket Store, dove prosegue la campagna abbonamenti (lun-ven 9-12, 16-19; sab 10-12, 15-19)

Per tutti gli abbonati alla nuova stagione ingresso libero!

Albo d’oro Memorial Brusinelli

2013 – Verona
2014 – Cantù
2015 – Dolomiti Energia Trentino
2016 – Brose Bamberg
2017 – Dolomiti Energia Trentino

Pubblicità
Pubblicità

Sport Trentino

Trofeo Lago di Caldonazzo: un altro trionfo per i draghi di Pinè!

Pubblicato

-

Nella terzultima tappa del Campionato trentino Dragon Boat UISP vince la squadra di Pinè, che si conferma così in testa della classifica.

Venezia vince la gara femminile, mentre tra gli Junior gli ospiti del Canoa Sile fanno il bis dopo il successo del 2018

Terzultima tappa del Campionato Trentino Dragon Boat / Coppa UISP, sulle acque del lago di Caldonazzo: il Trofeo Lago di Caldonazzo, sulla distanza dei 500 metri, ha visto il successo dell’equipaggio di Pinè, che così conquista i 35 punti che gli permette di rinsaldare la prima posizione nella classifica del Campionato, in attesa della penultima tappa sulle acque della Brenta, a Borgo Valsugana, e della Dracus Longa, ancora una volta sul Lago di Caldonazzo.

Pubblicità
Pubblicità

Ecco le classifiche definitive:

Finale Open 500 mt.

  1. Dragon Piné (tempo finale 2.03.16)

  2. Canoa Club Sile Senior

  3. Paniza Pirat

  4. Borgo

  5. Tchen Tchen

  6. Uni Venezia Open

  7. La Remenga

  8. La Famigerata 2.0

  9. Bardolino Open

  10. I Brozi del Tenna

Finale femminile

  1. Uni Venezia Femminile (tempo finale 2.19.59)

  2. Bardolino Femminile

  3. Dragon Limite

  4. Paniza Ladies

  5. Canoa Club Sile Femminile

Finale Junior

  1. Canoa Sile Junior (tempo finale 4.31.06– due batterie)

  2. Borgo Junior

  3. Tchen Tchen Junior

  4. Paniza Pirat Junior

  5. Dragon Pinè Junior

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Sport Trentino

Dolomiti Energia Trentino, test con Cremona in crescendo di fronte a un Palasport di Carisolo stracolmo

Pubblicato

-

Contro i lombardi, in ritiro in Trentino, partita intensa e “vera” per tutti i 40’ di fronte a 800 tifosi delle due squadre: punteggio azzerato dopo ogni quarto, 81-73 Vanoli il totale. Coach Brienza: “Buon test, siamo stati un diesel: ora al lavoro per crescere ancora”.

Si apre di fronte a 800 scatenati tifosi ad assiepare le tribune del Palasport di Carisolo la serie di amichevoli prestagionali della Dolomiti Energia Trentino: in Val Rendena i bianconeri contro la Vanoli Cremona giocano una partita intensa e “vera” per tutti i 40’, con ritmi alti e con grande voglia di tornare a vivere le emozioni del “clima partita”.

Siamo stati un diesel“, – commenta coach Nicola Brienza, alla “prima” da allenatore della Dolomiti Energia – “ci abbiamo messo un po’ a scioglierci e a prendere il ritmo, però sono contento di aver visto negli occhi dei ragazzi la giusta concentrazione e la giusta voglia anche nei momenti di difficoltà. Era un test importante per capire a che punto siamo, anche a livello fisico, e penso che ci abbia dato indicazioni importanti su che tipo di lavoro portare avanti nelle prossime settimane”.

Pubblicità
Pubblicità

Non ci saranno lucidità e meccanismi oliati, ma pur con le gambe pesanti i giocatori di entrambe le squadre regalano colpi spettacolari fin dalla palla a due: Cremona vince di misura primo (17-15) e secondo quarto (22-19) nonostante i colpi di classe di un ispirato Blackmon (13 punti dopo i primi 20’); nel terzo quarto la Dolomiti Energia fatica a rallentare la fiammata dei lombardi, ma negli ultimi 10’ i bianconeri con i guizzi offensivi di Mezzanotte e Knox segnano 26 punti aggiornando il punteggio finale sull’’81-73 per Cremona.

Ammetto che pur essendo solo un’amichevole è stato emozionante debuttare sulla panchina di Trento,“, prosegue Brienza. Anche per la spinta del pubblico accorso così numeroso: ringrazio i tifosi che sono venuti e quelli che ci stanno seguendo da lontano, i nostri sostenitori avranno un ruolo importante per noi quest’anno e sentirli così vicini per noi è fantastico”.

NOTE:

Vanoli Cremona: 81

Dolomiti Energia Trentino73

(17-15, 39-34; 59-47)

Vanoli Cremona: Saunders 12, Mathews 9, Sanguinetti, Gazzotti 2, Ruzzier 11, Sacchetti ne, De Vico, Tiby 13, Stojanovic 11, Williams 12, Palmi 3, Akele 8. Coach Fioretti

Dolomiti Energia Trentino: Kelly 7, Blackmon 13, Craft 5, Picarelli ne, Mian 11, Forray 12, Knox 12, Mezzanotte 10, Voltolini ne, Ladurner ne, King 3, Lechthaler. Coach Brienza.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Sport

Miracolo Jannik Sinner: conquista il pass per il tabellone principale degli US Open

Pubblicato

-

“L’incredibile Sinner” prenderà parte agli US Open che prenderanno il via questa mattina e con lui saranno sette gli azzurri entrati nel main draw maschile, mentre in quello femminile ha trovato spazio solo Camilla Giorgi.

Jannik Sinner è stato l’unico italiano su tredici a conquistare il pass per il tabellone principale.

A 18 anni appena compiuti, esattamente come lo scorso anno Auger-Aliassime, disputerà il primo Slam della sua carriera, ma sarà anche il secondo italiano più giovane a riuscirci, dopo Nargiso agli Australian Open del 1988.

Pubblicità
Pubblicità

Il sorteggio che si è svolto subito dopo la fine dell’ultimo incontro di qualificazione non è stato però all’insegna della fortuna, avendolo abbinato con Stan Wawrinka, ventitreesima testa di serie.

Sarà un impegno che andrà oltre l’attuale dimensione tennistica di Sinner e che dovrà affrontare con la classica tranquillità di chi non ha nulla da perdere. Sarà interessante verificare come riuscirà a fronteggiare uno dei giocatori con la palla più pesante del circuito. E se Sinner dovesse sorprendere tutti ? Il possibile secondo turno lo vedrebbe giocare o con Hurkacz (finalista a Winston-Salem questa settimana) o con Chardy con vista sul terzo turno presidiato da Anderson.

Solo ipotesi ma Jannik Sinner ha già dimostrato di poter stupire ogni volta più della partita precedente, allora perché non crederci?

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza