Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Rovereto, campo profughi verso la chiusura. I nuovi arrivi andranno a Trento

Pubblicato

-

Il campo profughi di Marco di Rovereto, in questi anni punto di riferimento per gli arrivi, va verso la chiusura.

“Non è un accordo già formalizzato, ma mi hanno confermato dalla Provincia che a Marco il campo rimarrà aperto per gli attuali ospiti: non appena verranno distribuiti nei vari alloggi messi a disposizione sul territorio, il numero andrà a calare fino a esaurirsi”.

Lo spiega l’assessore comunale di Rovereto ai servizi sociali, Mauro Previdi.

PubblicitàPubblicità

“Se ci saranno arrivi ulteriori – aggiunge – verranno dirottati sulla nuova struttura di via Fersina”, nelle ex caserme di Trento.

Ad oggi le presenze risulterebbero meno di cento, circa 80, e sembra vicino il momento di smantellare il campo.

Originariamente era un centro logistico della protezione civile e per le sue caratteristiche, cioè la presenza di soli prefabbricati, da più parti aveva ricevuto critiche, compresi padre Alex Zanotelli lo scorso gennaio e l’arcivescovo di Trento, monsignor Lauro Tisi.

PubblicitàPubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Ala: 18enne romeno si porta l’alcol al bar e accoltella il personale

Pubblicato

-

Sabato sera troppo movimentato in un locale di Ala dove l’alcol è stato la miccia che ha portato a un alterco finito a coltellate. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

PubblicitàPubblicità
Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

Rovereto, Festivalmeteorologia: assegnato il “Premio Borghi” a studenti e laureati

Pubblicato

-

I ragazzi della classe 4^AG, indirizzo “Grafica e comunicazione”, dell’Istituto Tecnico Panella-Vallauri di Reggio Calabria, con il video “Il meteorologo”, e Michael Lonardi, laureato in Fisica e Astronomia all’Università di Uppsala, con la tesi magistrale “Characterization of Wind Channeling Around Longyearbyen, Svalbard”, sono i vincitori della seconda edizione del “Premio Sergio Borghi”, il riconoscimento istituito dalla Fondazione OMDOsservatorio Meteorologico Milano Duomo per premiare studi e iniziative meritevoli in ambito meteorologico, e destinato quest’anno a studenti delle scuole superiori e universitari.

I riconoscimenti – un buono per acquisti online e un premio in denaro – sono stati consegnati oggi a Rovereto, presso la sala congressi Piave del Polo tecnologico di Trentino Sviluppo, nell’ambito della quarta edizione di Festivalmeteorologia, la manifestazione organizzata da Università di Trento, Comune di Rovereto, Trentino Sviluppo e Fondazione Museo Civico di Rovereto che rappresenta una preziosa occasione di incontro tra le diverse realtà della meteorologia italiana.

Gli studenti di Reggio Calabria si sono classificati primi nella categoria riservata alla scuole superiori per aver compreso appieno il tema del concorso, ovvero gli “STEREOmeteoTIPI: i luoghi comuni della meteorologia” e averlo saputo raccontare con originalità in un breve cortometraggio.

PubblicitàPubblicità

Protagonista del video realizzato dai ragazzi è infatti un meteorologo con le caratteristiche di uno “sciamano”, che nella piazza di un paesino della Calabria dispensa previsioni meteorologiche alle persone, diverse tra loro per età e professione, ma tutte disposte a offrirgli regali pur di essere ricevute e poter così programmare le proprie giornate in base alle sue verità assolute.

Il sedicente esperto, che risponde alle richieste con frasi fatte e luoghi comuni, nel finale si rivela semplicemente un abile ladro di dati, incarnando alla perfezione la cattiva informazione diffusa da alcuni soggetti che per proprio tornaconto personale approfittano di chi non ha le competenze necessarie per distinguere tra verità scientifica e inutili allarmismi.

Nella stessa categoria una menzione speciale è andata a Simone Frattini, studente della 4R dell’Istituto Ferraris-Pancaldo di Savona, che ha colpito la giuria per l’impegno e la passione dimostrati.

PubblicitàPubblicità

Nel suo video Simone, con piglio da esperto, confuta alcuni dei più frequenti stereotipi meteorologici, invitando a non farsi ingannare dalle espressioni ad effetto e dai termini roboanti che poco hanno a vedere con l’evidenza scientifica.

Michael Lonardi ha ricevuto invece il primo premio nella categoria destinata alle tesi di laurea incentrate su un tema connesso alla meteorologia.

Il riconoscimento è stato assegnato a Michael non solo per il valore della sua tesi magistrale sulla caratterizzazione della canalizzazione dei venti a Longyearbyen, nelle isole Svalbard, ma anche per la sua capacità di illustrane i contenuti in un video chiaro ed efficace, girato direttamente “sul campo”.

«Siamo molto soddisfatti della risposta ricevuta dai ragazzi di entrambe le categorie che hanno dimostrato di avere, nei confronti della meteorologia, curiosità, interesse e, specialmente in alcuni casi, vera passione – ha affermato il generale Giuseppe Frustaci, direttore scientifico della Fondazione OMD, che ha consegnato i premi insieme al presidente Roberto Gottardi – Questo ci spinge a continuare sulla nostra strada, proponendo nuove iniziative per incoraggiare studi e attività legate alla meteorologia, con l’obiettivo di sensibilizzare sempre di più gli adulti del domani sull’importanza di queste tematiche».

Pemio Borghi 4AG_ITT

Michael Lonardi

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

Rovereto, rapina alla sala giochi col cacciavite

Pubblicato

-

Un uomo con un cacciavite in mano e il volto coperto dal passamontagna ha rapinato una sala giochi giovedì notte. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

PubblicitàPubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

Archivio

di tendenza

fortemalia inserto magazine

fortemalia.it