Connect with us
Pubblicità

Politica

“Oz… toberfest” a Pergine, Robbi (AGIRE): “Una festa dedicata ai disabili. Anzi no. Ora arrivano anche le minacce”

Pubblicato

-

Gian Piero Robbi (Agire per il Trentino)

A distanza di pochi giorni dalla gara di handbike di Pergine, ci giunge notizia di un’altra vicenda che ha quantomeno dell’incredibile.

Sabato 22 settembre al parco tre castagni vicino a Pergine andrà in scena “Oz… toberfest”, manifestazione giunta alla nona edizione organizzata in una zona un po’ particolare, difficoltosa da raggiungere per i disabili.

L’organizzazione e il Comune, che patrocina la manifestazione, non mettono però (sembrerebbe) a disposizione dei mezzi (basterebbe un pulmino che faccia da navetta) per accompagnare non soltanto i disabili, ma anche gli anziani e chiunque abbia una difficoltà motoria.

Pubblicità
Pubblicità

Da nove anni, quindi, questa festa è preclusa ai disabili. Per chi utilizza le stampelle o un girello e, soprattutto, per i bambini e gli adulti in sedia a rotelle è quasi impossibile accedere all’evento.

“Un evento che, ci spiega Gian Piero Robbi, candidato con Agire per il Trentino alle prossime elezioni di Ottobre, a questo punto, è aperto solo ad alcuni e non a tutti. C’è gente residente a Pergine, di cui abbiamo raccolta la testimonianza, che per nove anni avrebbe voluto partecipare e che non è mai potuta essere presente. Adesso è giunta l’ora di dire basta.
E non è ancora tutto, perché l’aspetto più incredibile della vicenda è che lo scopo di questa festa è di raccogliere fondi. Indovinate per chi? Per i bambini disabili del Centro Socio Riabilitativo “Il Paese di Oz” di ANFFAS Trentino.

Semplicemente assurdo, sembra una presa in giro. L’organizzazione decide di dar vita a un evento per raccogliere fondi da destinare alla disabilità minorile, e preclude l’accesso ai disabili stessi. È un controsenso.”

Solitamente, quando una festa è organizzata per anziani o disabili, il minimo è che l’organizzazione metta a disposizione una navetta che accompagni chi vuole partecipare fino al luogo della manifestazione. A maggior ragione se si tratta di una località difficilmente raggiungibile anche per chi non ha nessun problema a camminare.
Per quale motivo ciò non accade all’Oz… toberfest? Da parte dell’organizzazione non è stata fornita alcuna spiegazione, continua Robbi.

A distanza di pochi giorni dalla gara di handbike di domenica scorsa, Pergine si rende dunque protagonista di un’altra vicenda spiacevole, dimostrandosi (quanto meno una piccola parte) particolarmente insensibile nei confronti della disabilità.

“Ma non è finita qui – incalza Robbi -. Perché il nostro contatto, che ci ha fornito tutti i dettagli sulla manifestazione e sulla mancanza (grave) di una navetta per i disabili e gli anziani e che ha fatto presente i problemi all’organizzazione, ieri (mercoledì 12 settembre) è stato contattato o, per meglio dire, minacciato (pare) con una telefonata da un assistente sociale non sappiamo se della Comunità di Valle o di quale ufficio nella quale gli è stato intimato di smetterla di fare questo cancan sulla questione della festa al parco tre castagni di Pergine Valsugana. A che titolo dico io ?”

“Quali sono le motivazioni che spingono un assistente sociale ad intervenire in una questione che non riguarda le sue competenze ? Un cittadino, può manifestare un libero dissenso o è vietato ? Mi chiedo se ci troviamo in Italia o in qualche paese del terzo mondo dove la parola “democrazia” non ha un gran valore. Mi auguro e ci auguriamo tutti che, chi di dovere, intervenga per spiegare l’accaduto.”

Il motivo? Stava/sta minando la buona riuscita della festa e quindi la raccolta fondi per i disabili. Allucinante. Un racconto che lascia senza parole.

Di fatto questa gente sta limitando la libertà alle persone disabili. La libertà e il diritto di poter assistere e di usufruire di questa manifestazione.

“L’ennesimo episodio – conclude Robbi – che dimostra la totale mancanza di sensibilità nei confronti della disabilità da parte del Comune di Pergine, di associazioni ed enti. Una vera e propria discriminazione verso il mondo dei disabili.”

Pubblicità
Pubblicità

Politica

Ristrutturazione e riqualificazione energetica degli edifici: accolte quasi 1.400 domande

Pubblicato

-

La Provincia incrementa i soldi destinati alla ristrutturazione e alla riqualificazione energetica delle abitazioni: un bando di 150.000 euro per dieci anni, in totale 1,5 milioni di euro.

La delibera è stata approvata su proposta dell’assessore Segnana.

Si tratta di un impegno finanziario contenuto – ha detto Segnana – che consente di dare una risposta alle quasi 150 richieste presentate negli ultimi due giorni del periodo di apertura del bando, che altrimenti sarebbero rimaste escluse.

PubblicitàPubblicità

In totale sono quasi 1.400 le domande presentate per usufruire di questa importante agevolazione, che consente un risparmio notevole per interventi di ristrutturazione e riqualificazione energetica, che migliorano le abitazioni, aumentano il valore del bene casa e, al contempo, favoriscono il risparmio nei consumi”.

Il bando, arrivato alla terza edizione dopo quelle del 2016 e del 2017, prevede un contributo provinciale a copertura degli interessi del mutuo sulla prima casa acceso per anticipare le detrazioni fiscali.

Il mutuo deve essere stipulato con gli istituti di credito convenzionati e il contributo provinciale viene erogato in dieci rate annuali.

Le domande potevano essere presentate fino al 30 novembre 2018.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Politica

Confermato altri tre anni il Comitato provinciale per la cultura architettonica e il paesaggio

Pubblicato

-

Ieri (15 febbraio) la giunta provinciale, su proposta del vicepresidente e assessore all’urbanistica Mario Tonina, ha confermato per altri tre anni i componenti del Comitato provinciale per la cultura architettonica e il paesaggio.

Si tratta di Elena Galvagnini, progettista milanese che dal 2006 al 2010 ha fatto parte dell’analogo Comitato di Bolzano, Carlo Magnani, veneziano, professore ordinario di Composizione architettonica e urbana e già direttore del Dipartimento di culture dello Iuav, dal 2002 al 2012 presidente della giuria del Premio Architettura Città di Oderzo e di Markus Scherer, architetto di Merano, vincitore del Premio Città di Oderzo nel 2003 e vincitore di più premi per progetti nell’area alpina.

Dal 2016 l’organismo di consulenza sostiene enti pubblici, soggetti privati e progettisti che si trovano ad affrontare interventi particolarmente significativi o posti in contesti paesaggistici delicati.

Pubblicità
Pubblicità

Li vogliamo ringraziare perché in questi tre anni hanno svolto un ottimo lavoro di consulenza e affiancamento, proponendo soluzioni che hanno contribuito a migliorare la qualità architettonica e del paesaggio trentino”, ha detto Tonina.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Politica

Monitoraggio parassiti nelle carni: arrivano i centri di controllo della fauna selvatica abbattuta

Pubblicato

-

Un progetto in grado di assicurare il monitoraggio zoosanitario ed il rispetto delle norme in materia di igiene degli alimenti di origine animale: stiamo parlando dei futuri centri di raccolta degli ungulati selvatici abbattuti, che permetteranno la valutazione della presenza di parassiti nelle carni tramite un sistema di controllo capillare ed organizzato.

Il piano di realizzazione è stato approvato dalla giunta provinciale su proposta dell’assessore all’agricoltura, foreste, caccia e pesca Giulia Zanotelli d’intesa con l’assessore alla salute Stefania Segnana.

La necessità di una nuova regolamentazione è stata dettata dal costante aumento della domanda e dell’offerta delle carni di selvaggina negli ultimi anni, dovuto soprattutto all’incremento numerico di alcune popolazioni di animali selvatici, in particolare ungulati.

PubblicitàPubblicità

I centri, assicura la Provincia, verranno gestiti in stretta collaborazione tra pubblico e privato.

La giunta ha incaricato della pianificazione i dipartimenti in materia di salute, benessere animale, sicurezza alimentare e in materia di fauna selvatica, in raccordo con l’ente gestore della caccia nelle riserve.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza