Connect with us
Pubblicità

Sport

Trentino pronto ad accogliere il campionato mondiale di pesca con la mosca

Pubblicato

-

Il Trentino si prepara ad accogliere i concorrenti che prenderanno parte alla 38ª edizione del «Campionato Mondiale di Pesca alla Mosca» e a fare in modo che possano ricordare a lungo la propria esperienza iridata fra il Garda e le Dolomiti. 

Saranno 150, in rappresentanza di trenta nazioni, e si contenderanno il titolo a squadre e quello individuale dal 17 al 23 settembre, muovendosi su cinque diversi campi di gara, ovvero un tratto del fiume Sarca nella zona di Tione (settore 1), ilLago Cornisello in Val Nambrone (settore 2), un altro tratto di Sarca in Val Rendena tra Vigo e Caderzone (settore 3), un tratto del Noce nei pressi della Rocchetta (settore 4) e un ultimo tratto del Sarca ad Arco (settore 5).

Per il territorio provinciale si tratta di una prima assoluta, dato che mai prima d’ora era stato scelto per questo evento, che in Italia ha fatto tappa in Piemonte nel 1982, in Abruzzo nel 1988 e in Alto Adige nel 2011. L’organizzazione è curata dal Comitato Provinciale di Trento della FIPSAS supportato dall’Azienda per il Turismo Terme di Comano-Dolomiti di Brenta. Il quartier generale dell’evento verrà allestito alle Terme di Comano, località posizionata in maniera strategica, rispetto ai campi gara, perfettamente attrezzata per ospitare tutti i concorrenti e già coinvolta in manifestazioni nazionali e internazionali di pesca, avendo in particolare ospitato, tre anni fa, i Campionati Europei di Pesca a Mosca.

PubblicitàPubblicità

Il programma si aprirà con la cerimonia inaugurale, che avrà luogo lunedì 17 settembre in Piazza Duomo a Trento. Il giorno dopo sarà tempo di prove ufficiali nei laghi di Nembia e Nambino e nel Sarca alle Terme di Comano e a Dro. Le sessioni di gara saranno cinque, distribuite nelle giornate di mercoledì 19, giovedì 20 (solo al mattino) e venerdì 21. La cerimonia di chiusura si terrà alle Terme di Comano sabato 22 settembre.

Si tratta di un evento che offrirà una ribalta internazionale alle Giudicarie, al Basso Sarca e alla Val di Non, ma anche all’intero territorio provinciale, che da anni investe nell’ospitalità degli appassionati di pesca. Qui, infatti, possono trovare moltissimi laghi, fiumi e torrenti per praticare questa disciplina, appoggiandosi ai servizi messi a disposizione dal progetto Trentino Fishing, lanciato nel 2012 proprio per incentivare questo tipo di turismo, offrendo la possibilità di acquistare i permessi online, di noleggiare kit completi di attrezzatura, di servirsi di accompagnatori qualificati e di un’ospitalità su misura. Non è un caso se molti degli atleti che gareggeranno ai Mondiali conoscono bene le acque nelle quali saranno impegnati dal 19 al 21 settembre.

Importante il coinvolgimento delle associazioni pescatori dell’Alto Sarca, del Basso Sarca e della Val di Non che grazie alla sapiente gestione delle acque faranno trovare i fiumi nelle migliori condizioni. Fondamentale il loro ruolo anche nel reperire i giudici di sponda: il regolamento prevede infatti che ogni concorrente sia seguito da un giudice che lo affianca durante l’intera competizione: per gli appassionati locali vi sarà dunque l’opportunità di vivere per tre giorni a fianco dei migliori pescatori a mosca del mondo.

Le trenta nazioni che parteciperanno al «Campionato Mondiale di Pesca alla Mosca» sono Australia, Belgio, Bosnia Erzegovina, Canada, Croazia, Finlandia, Francia, Giappone, Inghilterra, Irlanda, Italia, Isole del Canale, Lussemburgo, Malta, Mongolia, Nuova Zelanda, Norvegia, Olanda, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Stati Uniti, Svezia, Ucraina e Ungheria.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Sport Trentino

Via alla stagione 2019/20, la guida a Consar Ravenna-Itas Trentino di domenica

Pubblicato

-

Scatta ufficialmente domenica 20 ottobre al Pala De André di Ravenna la ventesima stagione di attività di Trentino Volley. La Società Campione del Mondo in carica inaugurerà la sua SuperLega Credem Banca 2019/20 affrontando in trasferta la Consar Ravenna nel match valido per il primo turno di regular season. Fischio d’inizio previsto per le ore 18: cronaca diretta su Radio Dolomiti e live streaming su Lega Volley Channel all’indirizzo www.elevensports.it.

Dopo una preparazione pre-campionato lunghissima, durata sessanta giorni (la maggior parte dei quali trascorsi a ranghi ridotti), i gialloblù sono pronti ad iniziare il proprio cammino, ripartendo da una rosa che ha modificato solo tre tredicesimi dei suoi effettivi e che ha rinforzato esclusivamente la batteria di attaccanti di palla alta.
Angelo Lorenzetti ha potuto svolgere solo un allenamento, quello nel pomeriggio di oggi alla palestra Sanbapolis di Trento, col gruppo al completo, considerato che Candellaro e Russell sono rientrati dal Giappone solo da pochi giorni e nella giornata di venerdì hanno lavorato esclusivamente in sala pesi.

Anche per questo motivo la partita inaugurale della nostra stagione è da prendere con le molle – ha dichiarato alla vigilia l’allenatore di Trentino Volley – . Abbiamo lavorato poco insieme e non abbiamo molti dati rispetto al modo in cui potrà giocare Ravenna. Servirà quindi un atteggiamento molto concentrato ed idoneo ad un appuntamento del genere, che ci vedrà giocare in un palazzetto tradizionalmente difficile da espugnare. La Consar aveva iniziato bene anche lo scorso campionato, sorprendendo Milano; vogliamo evitare che vada di nuovo così. Dobbiamo essere pronti tecnicamente e mentalmente”.

Pubblicità
Pubblicità

Nella sua ormai ventennale storia, al Club di via Trener è successo raramente di disputare la gara valevole per la prima giornata di regular season lontano da Trento, come invece accadrà domenica: quella di Ravenna sarà infatti solo la settima volta su venti occasioni. Il bilancio, fra l’altro, è negativo, tenendo conto che solo in due circostanze è arrivato il successo: proprio a Ravenna il 27 ottobre 2013 (0-3) e a Monza il 28 ottobre 2015 per 3-1. Più in generale, il debutto in campionato ha regalato un sorriso a Trentino Volley in undici occasioni su diciannove: oltre alle due vittorie esterne già menzionate, vanno infatti aggiunte anche nove affermazioni casalinghe: stagione 2002/03 (3-1 su Milano), 2008/09 (affermazione in tre set su Forlì), 2009/10 (3-1 su Latina), 2010/11 (vittoria per 3-0 su Castellana Grotte), 2011/12 (vittoria per 3-0 su Monza), 2013/14 (successo al quinto con Latina), 2014/15 (3-0 su Padova), 2016/17 (3-0 su Vibo) e 2018/19 (3-0 su Siena).

Trentino Volley scenderà in campo in questa occasione per la 815a partita ufficiale di sempre e andrà a caccia della 570a vittoria assoluta: attualmente ne conta 298 in casa e 271 in trasferta.

L’esordio in campionato al Pala De Andrè di Ravenna non rappresenta una novità per Trentino Volley: in passato, già nella stagione 2013/14 è capitato che la squadra gialloblù debuttasse in Romagna. In quel caso (27 ottobre 2013) si trattò del match programmato per la seconda giornata di regular season ma segnò l’effettivo esordio nel torneo di Trento che, per impegni relativi al Mondiale per Club, aveva posticipato il primo turno in casa con Latina. Il ricordo è particolarmente piacevole perché l’allora Diatec Trentino vinse per 3-0, facendo debuttare in prima squadra il diciassettenne Simone Giannelli. Nelle file avversarie giocava invece Klemen Cebulj, ora schiacciatore dell’Itas Trentino.

Dopo la scorsa positiva stagione nel segno della linea verde, la Consar Ravenna prosegue il suo progetto riportando in panchina Marco Bonitta, che negli ultimi anni aveva ricoperto all’interno della Società romagnola un ruolo dirigenziale di primo piano, senza però venir meno alla propria idea giovane nella costruzione della squadra, completamente rivoluzionata rispetto al recente passato.  Partiti i giocatori del calibro di Rychlicki, Russo, Goi, Poglajen, Raffaelli e Verhees, si è deciso di puntare sulle potenzialità dell’opposto canadese Vernon-Evans e su italiani di prospettiva, come Recine e i due gialloblù Cortesia e Cavuto, prodotti del settore giovanile di Trentino Volley. Proprio Oreste, domenica alla prima partita in SuperLega da avversario del Club in cui è cresciuto, contenderà verosimilmente al compagno di nazionale Lavia un posto nel sestetto titolare, in cui potrebbe trovare spazio l’olandese Ter Horst (ex Verona e Piacenza). Fra i tanti giocatori nuovi, si segnala anche il libero sloveno Kovacic (argento al recente Europeo assieme a Cebulj, che è un ex), mentre in regia dalla scorsa stagione il punto fermo è Davide Saitta (uno dei pochissimi confermati).

Pubblicità
Pubblicità

Quello di domenica sarà il diciassettesimo confronto assoluto fra le due Società, che hanno iniziato a sfidarsi con continuità a partire dalla stagione 2011/12. Il bilancio è nettamente favorevole ai gialloblù per 14-2, ma i successi dei romagnoli sono piuttosto recenti: il 25 ottobre 2017 per 3-0 al Pala De André nel penultimo match giocato a Ravenna (l’ultimo è stato invece vinto da Trento per 3-1 il 9 dicembre 2018) e il 3 febbraio 2016 al tie break alla BLM Group Arena. In tutti gli altri casi sono arrivati solo successi per Trento: per 3-1 (tre sole volte, compresa la più recente a Trento il 7 gennaio scorso) e per 3-0 (undici, compreso il 3-0 del 10 marzo scorso a Trento). Trentino Volley ha origini ravennate: nel maggio del 2000 il Presidente Diego Mosna acquistò i diritti di Serie A1 proprio dalla Valleverde Porto, già vincitrice di uno scudetto e tre Coppe Campioni negli anni novanta.

L’incontro sarà diretto dalla coppia composta da Simone Santi (primo arbitro di Città di Castello, Perugia – in Serie A dal 1994 ed internazionale Fivb dal 2011) e Massimo Florian (di Treviso, in massima categoria dal 2007). L’ultimo precedente con Trentino Volley per Santi risale a gara 2 di semifinale Play Off Scudetto 2019 (sconfitta per 1-3 a Civitanova Marche il 19 aprile), mentre per Florian corrisponde al 3-1 ottenuto a Padova il 24 novembre (partita di campionato).

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Sport Trentino

Domani al via il campionato di serie D di basket. Ecco tutte le novità

Pubblicato

-

Inizia in questo fine settimana il campionato di serie D di basket edizione 2019-’20.

Undici le squadre al via il che comporterà un turno di riposo a rotazione, mentre alla fine della regolar season non ci sarà il Girone ad Orologio, ma saranno le primo otto squadre classificate a qualificarsi ai play off.

Con la promozione dei Piani in serie C Silver la presenza delle squadre altoatesine è diminuita alla pari della loro competitività.

Pubblicità
Pubblicità

Saranno solo l’Europa Bolzano e i Piani Junior Under 20 a rappresentare l’Alto Adige.

Due invece le novità dal Trentino: il debutto del Crcsd Paganella di Lavis ed il ritorno in serie D del Pergine e saranno così due ( l’altra è Pergine Audace) le squadre del centro della Valsugana a partecipare al campionato.

Altrettante saranno le squadre di Riva col Gs e la Virtus Altogarda.

A completamento del quadro da Trento Cus e Gardolo, Junior Basket da Rovereto e la conferma del Psg Villafranca come unica squadra veneta ad essere iscritta al nostro campionato.

Pubblicità
Pubblicità

La prima giornata manderà in campo Piani Bolzano – Gs Riva; Europa Bolzano – Gardolo; Junior Basket Rovereto – Cus Trento che si giocherà lunedì sera; Psg Villafranca – Paganella e Pergine Audace – Virtus Garda Scuola.

Sarà proprio la Virtus a presentarsi al via come recente vincitrice della Coppa Trentino Alto Adige dopo che in finale aveva battuto Gardolo.

Il campionato avrà svolgimento regolare fino alla pausa natalizia che sarà dal 21 dicembre al 10 gennaio.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Sport

Torneo APT Anversa: l’inarrestabile Jannik Sinner vola in semifinale

Pubblicato

-

Jannik Sinner dopo aver eliminato Monfils, prima testa di serie, ha battuto in tre set anche Frances Tiafoe, n. 53 del mondo, qualificandosi così per le semifinali del Atp 250 di Anversa.

Quella di giovedì contro Gael Monfils, n.13 del mondo non era una giornata di grazia. Jannik Sinner si ripete con grande tranquillità e batte lo statunitense Frances Tiafoe nei quarti di finale del torneo Atp 250 di Anversa. Guadagna così la sua prima semifinale in carriera a questo livello e la possibilità di entrare da lunedì prossimo, tra i primi 100 giocatori del mondo: a 18 anni, due mesi e 2 giorni. Ieri Jannick Sinner contro Frances Tiafoe.

Cominciamo con una considerazione: sono in campo il n.53 del mondo e il numero 119: qualcuno ha visto la differenza? Tiafoe parte tenendo il servizio “a zero”.

Pubblicità
Pubblicità

Sinner risponde tenendo il servizio “a zero”.

La differenza non c’è, se non sul piano fisico. Al primo calo di Tiafoe Sinner fa il break con passante di diritto che lo statunitense non riesce a controllare e così allunga sul 4-3 e poi 5-3. Sul 5 a 4 Sinner parte con un doppio fallo, il primo dell’incontro.

Poi sbaglia un diritto: 0-30. Quattro colpi dopo, siamo al set point, 40-30. E l’altoatesino lo porta a casa con un ace: 6-4 in 38 minuti. E da quel momento in poi Tiafoe non riuscirà più a recuperare, lasciando progressivamente via libera a Sinner verso la vittoria.

RISULTATI
“European Open”
Atp World Tour 250
Anversa, Belgio
14 – 20 ottobre, 2019
€635.750 – veloce indoor
SINGOLARE
Primo turno
(wc) Jannik Sinner (ITA) c. (q) Kamil Majchrzak (POL) 64 62
(6) Jo-Wilfried Tsonga (FRA) b. Lorenzo Sonego (ITA) 63 64
Secondo turno
(wc) Jannik Sinner (ITA) b. (1) Gael Monfils (FRA) 63 62
Quarti
(wc) Jannik Sinner (ITA) b. Frances Tiafoe (USA) 64 36 63
Semifinali
(wc) Jannik Sinner (ITA) c. (wc, 4) Stan Wawrinka (SUI)
DOPPIO
Primo turno
Paolo Lorenzi/Jannik Sinner (ITA) b. (3) Oliver Marach/Jurgen Melzer (AUT) 63 61
Santiago Gonzalez/Aisam-Ul-Haq Kureshi (MEX/PAK) b. Lorenzo Sonego/Andrea Vavassori (ITA) 75 76(4)
Quarti
Paolo Lorenzi/Jannik Sinner (ITA) b. Pablo Cuevas/Maximo Gonzalez (URU/ARG) 63 63
Semifinali
Paolo Lorenzi/Jannik Sinner (ITA) c. (1) Kevin Krawietz/Andrea Mies (GER)
QUALIFICAZIONI
Primo turno
Yannick Maden (GER) b. (5) Salvatore Caruso (ITA) 62 64
(8) Paolo Lorenzi (ITA) b. (wc) Arnaud Bovy (BEL) 67(5) 61 64
Turno di qualificazione
(2) Gregoire Barrere (FRA) b. (8) Paolo Lorenzi (ITA) 61 64

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza