Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Cantina Mori Colli Zugna viaggia verso la vendemmia record

Pubblicato

-

Sarà una vendemmia di grandi soddisfazioni per i soci quella che si concluderà tra una decina di giorni: la cantina sociale Mori Colli Zugna stima che si raggiungeranno i novantamila quintali, quantità mai raggiunta fino a oggi da questa cantina cooperativa.

La scorsa vendemmia aveva raggiunto 68 mila 388 quintali.

“Non solo quantità – precisa Alberto Butterini, enologo della Cantina – anche buona qualità delle uve conferite in queste settimane dai viticoltori soci. Complessivamente i nostri soci sono circa seicento che coltivano 650 ettari di vigneto. La fetta maggiore appartiene a Pinot Grigio (50% del totale) e Chardonnay (20%). La percentuale rimanente è divisa tra Mueller Thurgau, Moscato Giallo, Traminer e altre varietà”.

Pubblicità
Pubblicità

La vendemmia aveva preso il via il 23 agosto. “C’è un’altra particolarità che contribuisce a far capire come ci si stia avviando verso una vendemmia destinata a essere ricordata a lungo – aggiunge Butterini. Per consentire ai soci di conferire le uve, la nostra cantina è rimasta aperta tre domeniche consecutive. Cosa mai successa in passato”.

Marcescenza, fenomeno limitato e sotto controllo

Pubblicità
Pubblicità

In merito alle notizie diffuse con toni di allarme sul fenomeno della marcescenza osservato in alcune zone, va detto che questo si presenta in limitate quantità e a seconda del tipo e metodo di coltivazione delle uve.

“Questo effetto, comune a tutto il Nord Italia,  è una concausa delle piogge copiose cadute durante la fase di maturazione delle uve (80 millimetri di acqua nell’arco di quarantotto ore) – spiega Manfredo Manfredi, responsabile del servizio controllo di campagna della Cantina Mori Colli Zugna – Alla pioggia si è aggiunto un altro fenomeno: le alte temperature durante la notte che hanno provocato poca escursione termica tale da favorire, sulle bucce stressate dalla pioggia, lo sviluppo di microflora.

Pubblicità
Pubblicità

Inoltre, considerato l’abbassamento dell’acidità legato al processo di maturazione, sono venute meno delle difese naturali che, normalmente, l’uva possiede. Questo ha provocato, di conseguenza, il deterioramento della buccia”.

La cantina ha sempre garantito la massima assistenza tecnica per prevenire il fenomeno, ed è vicina ai viticoltori coinvolti.    

Pubblicità
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Ala: incendio in località Maso Corona

Pubblicato

-

Ieri pomeriggio verso le 17 è scoppiato un incendio nella località Maso Corona a Marani di Ala. In un primo momento i vigili del fuoco hanno pensato che fosse stato colpito il Maso ma fortunatamente l’incendio ha riguardato la sterpaglia del sottobosco.

Si è dovuto comunque agire in fretta visto che la vegetazione è parecchio secca dopo settimane senza pioggia. I vigili del fuoco volontari di Ala insieme ai colleghi di Rovereto, Avio e Mori hanno circoscritto l’incendio e hanno poi provveduto al suo spegnimento. Nonostante non sia stato un incendio di vaste dimensioni ha tenuto impegnati i pompieri per circa un’ora  e mezza.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

Aperte le iscrizioni per il progetto Junior Team del Torneo Internazionale Città della Pace

Pubblicato

-

Mancano poco meno di tre mesi alla trentatreesima edizione del Torneo Internazionale “Città della Pace”, storico evento sportivo simbolo della Pasqua roveretana.

Mentre lo staff è a lavoro su vari fronti già dall’estate, è pronto a partire ufficialmente uno dei progetti che maggiormente hanno segnato il Torneo negli ultimi anni. Ieri, (sabato 18 gennaio) alle 14.00, sono state aperte le iscrizioni per il progetto Junior Team, che permette a giovani di Rovereto e dintorni di diventare un ingranaggio fondamentale della complessa macchina organizzativa, facendo da volontari durante i tre giorni di evento (quest’anno il 10, 11 e 12 aprile).

Il progetto quest’anno raggiunge la sua ottava edizione e ha coinvolto circa 100 ragazzi ogni anno.

Pubblicità
Pubblicità

Una volta selezionati da un’apposita Commissione, i ragazzi verranno divisi in tre settori.

I volontari del settore accompagnamento seguiranno la squadra assegnata durante le tre giornate del torneo: la aiuteranno negli spostamenti e vivranno con la squadra tutti gli indimenticabili momenti del torneo, dagli eventi alle partite, fino alla cerimonia di chiusura.

Pubblicità
Pubblicità

Il settore logistica gestirà i siti gara e gli Info Point e supporterà il Comitato organizzatore durante gli eventi di contorno; gestirà inoltre i momenti di animazione.

Infine il settore comunicazione che curerà i rapporti con la stampa, gestirà i social network, il sito web e realizzerà interviste e servizi video. Per l’edizione 2020 verranno selezionati indicativamente 110 studenti delle scuole superiori e studenti universitari. Per partecipare alla selezione sarà necessario accedere al sito ufficiale (www.torneodellapace.com) e compilare la scheda di adesione in ogni sua parte.

Pubblicità
Pubblicità

Sarà possibile iscriversi fino al venerdì 24 gennaio.

La selezione prenderà in considerazione parametri sui quali è richiesto allo studente di auto-valutarsi (motivazione, competenze linguistiche, competenze varie, esperienze di volontariato e un video di presentazione).

«Le richieste sono sempre di più – spiega il Presidente del Comitato Organizzatore Cristian Sala -, non potremmo essere più orgogliosi. Centinaia di giovani dello Junior Team ogni anno si mettono a disposizione della loro città, comunicano con i loro coetanei che vengono a Rovereto da altri Paesi e cercano di far vivere loro il territorio nel migliore dei modi. Sono fantastici, ogni anno restiamo stupiti in positivo dal loro contributo fondamentale».

Per ulteriori informazioni sulle iscrizioni è possibile contattare il Comitato Organizzatore all’indirizzo di posta elettronica juniorteam@torneodellapace.com.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

RappOrti Urbani Volano: due anni di attività e 33 lotti

Pubblicato

-

Sono passati ormai due anni dalla costituzione dell’Associazione di promozione sociale RappOrti Urbani Volano che gestisce i 33 lotti  degli orti comunali presenti in Località Spiazze a Volano.

Senza fini di lucro e incentrata sulla valorizzazione del territorio a mezzo della conduzione dei piccoli lotti di terreno, l’Associazione contribuisce a perseguire le finalità della solidarietà sociale, umana e civile, della crescita culturale e della responsabilità etica.

Disciplinata da uno Statuto e un Regolamento che ne regolano le adesioni tramite distinte liste di attesa, provvede alla gestione documentale delle liste di attesa e della successiva assegnazione, alla redazione dei bilanci preventivi e consuntivi, alla corresponsione del contributo richiesto dall’amministrazione,  assolvendo un compito fino a prima svolto dagli uffici comunali.

Pubblicità
Pubblicità

A seguito della prematura scomparsa del sig. Attilio Manzati, ci comunica Cristina Zandarco assessore all’agricoltura del Comune di Volano, i soci hanno eletto i nuovi membri del direttivo e il Presidente. Claudio Simoncelli ad inizio del mese di gennaio guida l’associazione volanese, avvalendosi della preziosa collaborazione di alcuni giovani soci. Vicepresidente rimane sempre Natascia Rubol e Tomas Anesi.

I cittadini di Volano, interessati all’assegnazione di un orto comunale, potranno contattare i referenti dell’Associazione per ottenere tutte le informazioni aggiornate inerenti la modalità di presentazione delle domande e le liste di attesa. Zandarco conclude dicendo che ad oggi risultano essere disponibili ancora un paio di lotti.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza