Connect with us
Pubblicità

Io la penso così…

Vaccini: il primo giorno di scuola e i bambini «Sbagliati»

Pubblicato

-

Spett.Le Direttore,

Ieri lunedì 3 settembre, primo giorno dell’anno scolastico 2018/2019.

Normalmente una giornata ricca di emozioni , nuovi incontri, amici e conoscenti ritrovati; una festa insomma , per le famiglie che affidano con fiducia i loro bambini ai vari istituti scolastici, ovvero alle insegnanti e per i bambini stessi, che affrontano un nuovo impegno di vita sociale, di amicizia ,amore e condivisione .

Tutti valori di una ricchezza interiore che sono sempre stati dei capisaldi nella vita delle nostre comunità civili Ma quest’anno una nube scura fatta di pregiudizi, paure, retaggi culturali, disinformazione ha oscurato una cosi importante giornata.

In una società che a parole si definisce inclusiva, amorevole, attenta , sul lato pratico si assiste invece ad una netta violazione dei più fondamentali diritti umani sanciti dalla nostra stessa Costituzione.

Si dice che sono le azioni che danno il buon esempio e ci indicano la vera natura e la nobiltà dell’animo umano.

Di fatto ciò che è stato fatto nell’ultimo anno, culminato ieri, denota una mancanza assoluta di rispetto, amore, tolleranza nei confronti delle famiglie che chiedono chiarezza e sicurezza , rispetto del proprio pensiero di libertà, ma soprattutto e prima di tutto nei confronti dei bambini, futuri adulti di una Società che li discrimina, li allontana, li rifiuta, li etichetta “non conformi” rispetto al sistema, ma perfettamente sani, invocando la sicurezza della salute pubblica.

Forse non ci si rende conto che negli ultimi decenni bambini non vaccinati sono stati a stretto contatto con quelli vaccinati, così come non sono vaccinate o meglio non hanno copertura vaccinale attiva la maggior parte degli adulti con cui vengono in contatto quotidianamente i nostri bambini, mentre le famiglie di bambini immunodepressi sanno che devono stare particolarmente attenti ai loro figli, non da oggi, ma da sempre.

Si impedisce a bambini sani, dunque, l’accesso alle scuole, si lede il loro diritto alla libertà, alla dignità, in piena violazione dei diritti civili, etico-sociali, negando loro diritti costituzionalmente riconosciuti relativamente alla partecipazione alla vita sociale (art.3), alla libertà(art.13), alla protezione (art.31), alla
salute (art.32) e all’istruzione (art.34).

Si invoca la salute pubblica, in assenza di pandemie ufficialmente dichiarate dal ministero della salute, mentre all’interno delle scuole vi sono vere e proprie epidemie di malattie quali “mani/bocca/piedi”, o di mononucleosi e ancora di ossiuri o pediculosi.

Viene tolto loro la possibilità di accedere a luoghi da sempre vissuti come “una seconda famiglia” dove dovrebbero imparare dei valori da portare poi nella loro vita, quindi nella società, che li formerà quali futuri uomini e donne.

Cosa stanno imparando invece?

Che i loro genitori perché chiedono risposte ad interrogativi che allontanino per sempre ogni dubbio sulla salubrità dei vaccini e la loro efficacia, vengono etichettati come “sbagliati”. Fare domande, porsi dubbi, chiedere spiegazioni, esigere chiarezza, ottenere vaccini sani che non contengano elementi dannosi per la salute di chiunque ne faccia uso, porta a diventare nemici , a vedere l’intervento della forza pubblica ( che ci insegnano va chiamata quando c’è pericolo, in presenza di malfattori, di chi si comporta male), ad essere guardati con sospetto.

Questi sono interrogativi molto forti e profondi che i nostri rappresentanti politici dovrebbero fare propri e mettere in primo piano rispetto a qualsiasi altra cosa, evitando di fomentare le naturali paure delle persone verso le malattie, cercando di smorzare i toni anziché ampliarli come si è fatto con la circolare rivolta ai presidi per chiedere l’intervento delle forze dell’ordine.

La diligenza del buon padre di famiglia insomma.

E così a tutti coloro che, basandosi semplicemente su asserzioni di altri, non verificate di persona, il più delle volte infondate e fuorvianti, non comprendono che il movimento delle famiglie per la libertà di scelta ovvero free-vax (che vedono bambini vaccinati e non vaccinati), lottano da un anno a questa parte solo per avere informazioni chiare e per tutti.

Chi vaccina dovrebbe interrogarsi ancora di più, porsi gli stessi dubbi sul contenuto dei vaccini perché quello che oggi gli stessi bugiardini e i medici coscienziosi affermano e dimostrano è che quello che viene inoculato ai nostri bambini è un cocktail di metalli pesanti definiti dallo stesso Ministero della Salute dannosi, cancerogeni, pericolosi per la salute umana oltre ad altre sostanze allergizzanti, nonché a residui di genoma umano( DNA) di cui non si conoscono nemmeno i possibili effetti futuri.

Ecco un invito per tutti a riflettere su quello che sta accadendo, sul perché si voglia insistentemente inoculare queste sostanze nei bambini prima e negli adulti poi ; perché per chi ancora non lo sapesse il piano vaccinale del Ministero della Sanità ,del 2014, prevede la vaccinazione di massa dagli 0 ai 65 anni di età, quindi nessuno escluso.

Chiediamoci perché questa insistenza coercitiva che vìola qualsiasi diritto umano , perché si voglia così ostinatamente costringere le persone ad assumere queste sostanze così pericolose per la salute.

I palloncini colorati appesi oggi sui cancelli degli asili e dei nidi chiedono questo: giustizia, chiarezza, sicurezza.

Danno voce a tutti questi bimbi sani esclusi oggi dalle scuole assieme a quelli “danneggiati da vaccino” , bimbi nati sani, che non potranno più frequentare.

Stanno “urlando” in maniera corretta , civile, educata il diritto di sapere esattamente che cosa viene messo nel corpo dei nostri bambini .

Quali sono gli effetti avversi possibili e se sia verosimile verificarne prima le eventuali reazioni con degli esami prevaccinali, se ce n’è veramente bisogno, e se come sembra molti bambini e adulti sono in realtà vaccinati naturalmente, hanno cioè sviluppato anticorpi in maniera naturale, ma cosa ben più importante si vuole sapere se è vero ,come dicono, che nonostante l’inoculazione dei vaccini le persone non risultano avere nessuna copertura vaccinale e quindi i vaccini non hanno sortito l’effetto promesso, ovvero chi si sente tranquillo per aver fatto il vaccino è alla pari di un bimbo “non conforme” , con la differenza che nel suo corpo sono presenti molte sostanze pericolose che non dovrebbero trovarsi dentro di noi.

Non ci sono “no vax” o “si vax” – queste sono ulteriori divisioni che allontanano tra di loro le persone e le mettono le une contro le altre – ci sono solo bambini che nascono e chiedono di essere protetti ed amati e se questo passa anche attraverso i vaccini…….che questi contengano solo il virus attenuato della malattia e nient’altro.

Questo crediamo sia un augurio condiviso da tutti i genitori, ma anche più genericamente uomini e donne intelligenti, responsabili, di buon senso.

Cinzia Lucin, Maria Grazia Radaelli, Michele Maroni, Daniela Moratti, Elena Giovanazzi, Andrea Cocco, Josca Demattè, Fiorenzo Fraier, Raffaella Cazzolli, Marika Bertolini, Alessandro Santoni, Carla Aldrighetti, Lidia Risatti, Savitri Moro, Matteo Muchetti, Katje Vescovi, Daniele Raffaelli, Elisa Daldoss, Lorenza Colò, Viviana Vicenzi, Gabriella Cis, Rosario Casillo , Cristina Gios, Francesca Dossi, Mariateresa Mariazzi, Giulia Palombo, Francesca Quagliotti, Clara Pintarelli, Maddalena rigolli, Eva Bertelli, Daniele Giuliani, Alvaro Tavernini, Claudia Zanlucchi, Giulio Angelini, Jessica Prandi, Mauro Endrizzi, Rosanna Ischia, Roberto Rini, Elena Maino, Luciano Longhi, Adriana De Santi, Anna Borzaga, Pietro Grigolli, Sara Dossi, Mauro Bruschetti, Felicia Leva, Nicola Bertolini, Nicol Corradi, Mario D’alterio, Paolo D’Adamio, Alexandra Zidaru, Andrea Villa, Andrea Matteotti, Antonella Bertolini, Renzo Colpo, Marco Benini, Cristina Cristoforetti, Francesca Miorelli, Marina Michelotti, Terence D’Andrea, Sara Magotti

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Isole Borromee: le tre incredibili ‘perle’ del lago Maggiore
    Incastonato tra i rilievi collinari e montuosi delle terre svizzere e quelle italiane, nelle regioni di Lombardia e Piemonte si aprono le meravigliose acque del Lago Maggiore, rese spettacolari dai tratti di costa punteggiata di castelli, ville monumentali e circondate dai rigogliosi e coloratissimi giardini. Dal favoloso clima, alle bellezze architettoniche, alla ricca eredità archeologica, […]
  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]
  • Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
    Non tutti sanno che nel cuore della Tuscia Laziale, in provincia di Viterbo, si trova un bosco dove immaginazione e paure prendono forma: il Sacro Bosco di Bomarzo, noto ai più come Parco dei Mostri di Bomarzo. In letteratura e nell’arte, il bosco è spesso visto come metafora di caos, turbamento, inquietudine, vita, perdita della […]
  • Arredare green: la scelta di vivere sostenibile
    La connessione fondamentale tra essere umano e natura trova forte legame e accordo con un incredibile risultato in molti settori: dall’abbigliamento, alla arte culinaria fino all’arredamento di spazi interni ed esterni. Per gli appassionati di aree verdi e naturali, la nuova tendenza che guarda al futuro del design è uno sguardo verso Madre Natura, composto […]
  • “ Sentiero dei Parchi”: presto anche l’Italia avrà il suo Cammino di Santiago italiano
    Dai Tg flash, ai treni velocissimi ai fast food fino ai pranzi al volo: viviamo in un mondo in cui la velocità è diventata una dote essenziale e molto ricercata, ma esiste un’alternativa che cerca di promuovere il valore della lentezza e della scoperta. Esistono infatti, diversi modi di viaggiare e dopo lo slow food […]
  • “Regalati il Molise”:case vacanze gratis per rilanciare turismo e piccoli borghi
    Nell’anno in cui l’emergenza sanitaria ha rotto tutti gli schemi del classico turismo legato alle grandi mete e alle vacanze tradizionali, una delle regioni più piccole d’Italia ha deciso di riaprire i confini del turismo con una particolare iniziativa aperta al mondo: “ Regalati il Molise perché il Molise è un regalo speciale”. L’annuncio arriva […]

Categorie

di tendenza