Connect with us
Pubblicità

Trento

Mensa Ospedale santa Chiara: il 33% dei pasti mostra criticità alimentari

Pubblicato

-

Con l’interrogazione n. 6113 depositata il 28 giugno 2018 dal titolo “Calo di qualità nel servizio mensa dell’ospedale Santa Chiara”

Il consigliere della lega Alessandro Savoi chiedeva alla giunta provinciale come mai da tempo gli operatori dell’ospedale Santa Chiara di Trento segnalassero diverse carenze nel servizio mensa della struttura, tanto da attivare una raccolta firme per esprimere la totale insoddisfazione per la qualità e la preparazione del cibo distribuito nella mensa dell’Ospedale S.Chiara.

Fra i disservizi Savoi elencava la pasta scotta o dura e sempre acquosa, i ravioli insapori, evidentemente di scarsa qualità, poca variazione dei primi piatti, come ad esempio totale assenza di risotti nella prima fascia di apertura della mensa, verdure cotte insapori e immerse in una brodaglia acquosa che finisce nei piatti o servite in blocco unico come se fossero state appena scongelate senza neanche essere mescolate (cubetto di spinaci come da confezione surgelata), pesce spesso crudo al centro e con un forte odore sgradevole (il pesce ben conservato non dovrebbe avere cattivi odori), e verdura fresca non variata.

Pubblicità
Pubblicità

Per 365 giorni all’anno – denunciava nel documento Savoi – viene proposto radicchio, spesso appassito (con carote disidratate durissime e immangiabili o cavolo cappuccio secco, raramente mescolato con insalatina).

Totale assenza di verdure fresche alternative; – carne spesso immersa in intingoli gelatinosi e insapori; – frutta di scarsissima qualità (banane completamente verdi, pere durissime, arance asciutte e stoppose); – non si segue la stagionalità dei menù proposti (stinco e crauti in estate e insalatone d’inverno)

Nella risposta all’interrogazione l’assessore Luca Zeni  precisa innanzitutto che la cucina proposta nella mensa della struttura ospedaliera S. Chiara è una cucina basata su un centro di cottura esterno ed un terminale di finitura interno, perché, strutturalmente, non vi è la possibilità di cucinare i pasti o anche semplicemente lavare e mondare delle verdure fresche.

Pubblicità
Pubblicità

Negli ultimi due anni – si legge ancora nella risposta di Zeni – sono stati eseguiti una media di due controlli mensili (dodici controlli nei primi sette mesi del corrente anno) relativi al sistema di verifica, che hanno evidenziato il raggiungimento del livello di qualità atteso stabilito in Capitolato.

L’analisi dettagliata delle schede di campionatura evidenzia che in 2 casi si è registrata una cottura elevata per la pasta, in 1 caso si è rilevata mancanza di sapidità, in 1 altro caso una cottura non ottimale per una verdura.

Sulle criticità alimentari denunciate da Savoi Zeni risponde che: Per quanto riguarda la pasta, l’Azienda ha chiesto alla ditta di intervenire sulla tempistica di preparazione in modo tale da controllare ulteriormente i tempi di cottura evitando eventuali sbavature: questo, di conseguenza, potrebbe provocare un leggero aumento del tempo di attesa per rendere possibile un reintegro più frequente. Il gusto e l’abitudine personale rendono comunque difficili le valutazioni rispetto all’ottimale punto di cottura.

Poca variazione dei primi piatti:  il contratto prevede un primo piatto a scelta, tra quattro alternative. Gli alimenti proposti nella prima fascia di apertura della mensa potrebbero non essere più disponibili nell’ultima mezz’ora di servizio, ma vengono comunque sempre proposte quattro alternative. Nello specifico il risotto viene proposto una volta alla settimana e risulta quindi sicuramente presente nella prima fascia di apertura della mensa. Si specifica comunque che il riso in bianco, con possibilità di aggiunta di ragù, pomodoro o sugo del giorno è presente tutti i giorni per tutto il tempo di apertura della mensa.

Verdure cotte insapori e immerse in una brodaglia acquosa che finisce nei piatti o servite in blocco unico come se fossero state appena scongelate senza neanche essere mescolate (cubetto di spinaci come da confezione surgelata) Pur considerando che, il gusto e l’aspetto possono risentire del sistema di conservazione previsto, la ditta è stata richiamata ad un maggior impegno e cura sulla preparazione della verdura cotta.

Pesce spesso crudo al centro e con un forte odore sgradevole (il pesce ben conservato non dovrebbe avere cattivi odori) La ditta è stata coinvolta per l’analisi del caso.

Verdura fresca non variata. Per quel che concerne la verdura cruda è stato consigliato di valutare un cambiamento di fornitore. Carne spesso immersa in intingoli gelatinosi e insapori La ditta è stata coinvolta per l’analisi del caso. Frutta di scarsissima qualità (banane completamente verdi, pere durissime, arance asciutte e stoppose) E’ stato consigliato di valutare un cambiamento di fornitore.

Non si segue la stagionalità dei menù proposti (stinco e crauti in estate e insalatone d’inverno). La stagionalità del menù segue un calendario predefinito (menù estivo e invernale), che non è possibile adattare a modifiche climatiche imprevedibili. I piatti freddi (es. insalatone) presenti anche in inverno sono la risposta ad una precisa richiesta da parte degli utenti della mensa.

Da ricordare che la Provincia compartecipa alla spesa dei pasti del personale ospedaliero, «sembra veramente assurdo che paghi per dei pasti di una qualità non conforme a quanto ci si potrebbe aspettare da una “sanità d’eccellenza” come quella trentina» – sottolineava Savoi nella premessa dell’interrogazione.

E ancora: «Segnaliamo inoltre che molti operatori stanno scegliendo di pranzare nei bar adiacenti all’ospedale o di portarsi il cibo da casa pur di non dover mangiare in mensa. Il personale chiede di intervenire per riportare il servizio di ristorazione dell’ospedale S. Chiara almeno ad un livello accettabile: i dipendenti si rifiuteranno sempre più spesso di mangiare in ospedale con conseguente aumento dell’insoddisfazione e peggioramento del clima interno all’ospedale»

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]
  • Si viaggerà ad idrogeno anche in Italia: dal 2021 al via i nuovi treni
    Negli ultimi anni, le soluzioni green per il trasporto pubblico si sono moltiplicate e concretizzate sempre di più attraverso la produzione di treni riciclabili a basse emissione oppure con l’entrata in servizio di Bus ibridi. A questo si aggiunge l’ultimissimo accordo siglato tra uno dei maggiori colossi di infrastrutture energetiche, Slam e una delle più […]
  • La Nasa riprogramma la strada verso la Luna testando “il razzo più potente di sempre”
    Dopo l’ultima missione di Apollo del 1972, l’agenzia aerospaziale americana Nasa si prepara a riportare l’uomo sulla Luna, testando nel deserto di Utah quello che ha definito “ il razzo più potente di sempre”, lo Space Launch System. Questo razzo farà parte della missione Artemide che in un solo lancio riuscirà a portare l’equipaggio insieme […]
  • Petit Pli: il vestito che cresce insieme ai bambini
    I bambini crescono rapidamente e spesso i loro vestitini hanno vita molto breve diventando stretti o troppo piccoli. Un’ulteriore costo che incide sulle tasche delle famiglie e dell’ambiente. A risolvere questo problema ci ha pensato il designer Ryan Yasin attraverso dei tessuti elastici che adattandosi perfettamente al corpo riescono a coprire ben 6 differenti taglie. […]
  • Scuole sanificate con robot a raggi UV: in Gran Bretagna le scuole sono a prova di virus
    Mentre in Italia ci si interroga ancora su come e quando aprire le scuole in vista dei rientri in classe degli studenti, in alcuni Istituti della Gran Bretagna anche la robotica entra in servizio per accelerare e favorire il rientro in sicurezza di bambini e ragazzi. Infatti, nelle ultime settimane per rendere tutte le superfici […]

Categorie

di tendenza