Connect with us
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Rifugio Tonini: i lavori per la ricostruzione inizieranno l’estate prossima

Pubblicato

-

Le domande si rincorrono e la curiosità è alta tra gli alpinisti, gli escursionisti, i soci e tutti coloro che hanno a cuore la ricostruzione del rifugio. Per questo SAT sede centrale ha deciso di fornire una informazione dettagliata in merito all’iter procedurale individuato e a quali saranno gli impegni futuri per l’edificazione, considerata la forte valenza identitaria che questo luogo incarna per l’intera comunità.

La volontà di ricostruire il rifugio Tonini allo Spruggio, distrutto da un incendio il 28 dicembre 2016, venne dichiarata dal Presidente della SAT già all’indomani dell’infausto evento ed è sempre stata sostenuta con forza dal Sodalizio.

Il primo e importante passo è stato quello di un confronto con l’Assicurazione per la determinazione dell’indennizzo del sinistro: non è stata cosa facile ed immediata ma va dato atto al Gruppo ITAS Assicurazioni di aver operato con impegno e serietà al fine di giungere ad una quantificazione dell’indennizzo che ha soddisfatto ambo le parti.

Pubblicità
Pubblicità

Il secondo passo ha riguardato la verifica della disponibilità della Provincia Autonoma di Trento a finanziare la parte di costo eccedente la cifra incassata dall’assicurazione, atteso che la ricostruzione avrebbe comportato una diversa e più razionale disposizione degli spazi del rifugio ed una conseguente maggior spesa complessiva.  La disponibilità in tal senso – da parte della Provincia – c’è stata anche se la concessione del contributo avverrà necessariamente e solamente a conclusione dell’iter autorizzativo previsto dalla Legge e dal Regolamento sui rifugi e sui sentieri alpini.

Uno dei primi atti del nuovo Consiglio Centrale della SAT, eletto nell’aprile di quest’anno, ha riguardato la nomina di un apposito gruppo di lavoro con il compito di seguire da vicino la stesura del progetto di ricostruzione del rifugio e la condivisione dello stesso con Enti ed Istituzioni, interni ed esterni alla SAT, con lo scopo di portarli a conoscenza delle scelte progettuali proposte.

E’ stato inoltre individuato un progettista – che fa parte del gruppo di lavoro – cui è stato formalmente conferito l’incarico della progettazione della nuova struttura e che ha già provveduto ad elaborare un progetto di massima, finora condiviso (recependone i suggerimenti e le osservazioni) con la Commissione Rifugi della SAT e con la Sezione della SAT di Pinè. Utili ed interessanti sono risultati anche i confronti con le ASUC di Baselga, Sternigo, Ricaldo, Rizzolaga e Tressilla (proprietarie dei terreni limitrofi alla proprietà SAT) e con i vecchi gestori del rifugio.

Pubblicità
Pubblicità

Le scelte progettuali considereranno anche un possibile eventuale riutilizzo dei materiali rimasti nei ruderi del vecchio rifugio – in particolare la parte in pietra ma ad esclusione di quanto è considerato rifiuto, al fine di minimizzare i costi relativi al loro  trasporto a valle con l’elicottero ed al loro successivo riguardante lo smaltimento.

Pubblicità
Pubblicità

Nelle prossime settimane il gruppo di lavoro ha intenzione di incontrare informalmente anche il Comune di Baselga di Pinè, nonché il Servizio Turismo e Sport ed il Servizio Urbanistica e Tutela del Paesaggio della Provincia, per un confronto preventivo sulle scelte progettuali.

Successivamente, al termine di un rapido processo partecipativo che coinvolgerà le Commissioni “Tutela Ambiente Montano” e “Sentieri”, il progetto potrà essere approvato dal Consiglio Centrale della SAT.

Seguirà poi l’iter di valutazione della Commissione di Coordinamento prevista dalla legge provinciale sui rifugi e sui sentieri alpini e, infine, dovrà ottenere la concessione edilizia da parte del Comune di Baselga di Pinè.

Previo confronto concorrenziale, la SAT individuerà l’impresa cui affidare i lavori.

Per quanto riguarda i tempi, se l’iter autorizzativo procedesse senza intoppi e in presenza di fondi sul bilancio della Provincia autonoma di Trento per la concessione del contributo come precedentemente illustrato, i lavori potrebbero verosimilmente incominciare con la prossima stagione estiva.

Pubblicità
Pubblicità

Valsugana e Primiero

30enne trovato morto in casa di amici a Mezzano di Primiero: indagano i carabinieri

Pubblicato

-

Tragedia questa mattina a Mezzano di Primiero dove Luca Bettega, un  30enne residente a Imer è stato trovato morto dopo una nottata passata a casa di amici.

Si sospetta che la morte possa essere legata ai problemi di dipendenze di cui il giovane soffriva.

Da tempo era infatti seguito anche dal locale centro di alcologia.

Pubblicità
Pubblicità

Era conosciuto in valle con il soprannome di “Patet”. Viene esclusa la morte violenta e pare sia avvenuta per un arresto cardiocircolatorio.

Sul posto i sanitari di Trentino Emergenza e il medico legale, che non ha potuto fare altro che accertare l’avvenuto decesso.

Il corpo senza vita è stato quindi trasportato nel più vicino centro di medicina legale.

Sarà ora l’autopsia a chiarire i contorni di una vicenda sulla quale stanno già indagando i Carabinieri.

Pubblicità
Pubblicità

 

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Valsugana e Primiero

Pergine: bambina di 10 anni investita sulle strisce pedonali mentre andava a scuola

Pubblicato

-

Ieri mattina alle 7.45 in via Spolverine a Pergine una bambina di 10 anni è stata investita sulle strisce pedonali.

La bambina proveniva da via Montessori ed era diretta a scuola.

Prima di attraversare ha aspettato che la macchina di fermasse, ma nel momento in cui era in mezzo alla corsia una seconda macchina guidata da un uomo della Val dei Mocheni non è riuscita a fermarsi e ha tamponato quella davanti.

Pubblicità
Pubblicità

La macchina ferma è stata quindi involontariamente sbalzata in avanti colpendo la bambina.

Sul posto sono arrivate due ambulanze: una per la bambina e un’altra per i conducenti delle due auto.

La bambina è stata trasportata all’ospedale Santa Chiara insieme al 76 enne conducente della macchina in forte stato di shock.

Fortunatamente l’impatto non è stato violento e la bambina non ha riportato ferite gravi.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Valsugana e Primiero

Sabato 23 novembre l’inaugurazione del Mercatino di Natale Asburgico di Levico Terme

Pubblicato

-

Grande attesa per il primo fine settimana della diciottesima edizione del Mercatino di Natale Asburgico di Levico Terme, con i cancelli del Parco aperti fin dalla mattina del 23 novembre.

Mentre l’inaugurazione ufficiale è prevista alle ore 14.00 presso il Parco Secolare degli Asburgo con la presenza delle autorità e con la suggestiva sfilata dei figuranti della Corte Asburgica.

Le numerose casette in legno addobbate a festa sono pronte ad accogliere i numerosi visitatori che ogni anno accorrono a visitare il Mercatino più incantato del Trentino, apprezzato proprio per la sua ambientazione unica nel Parco Secolare degli Asburgo, entrato a far parte della rete dei Grandi Giardini Italiani a testimonianza del valore storico ambientale che ricopre.

Pubblicità
Pubblicità

Una passeggiata tra le casette in legno che colorano i suggestivi viali alberati del Parco per un percorso alla scoperta delle eccellenze dell’artigianato e della gastronomia: decorazioni natalizie, oggetti artigianali in pelle, vetro, legno e tessuto, i sapori della tradizione, gustosi piatti cucinati al momento, un brindisi alle feste con un caldo bicchiere di brulè.

Sarà come da tradizione un Mercatino di Natale adatto a tutti, dove famiglie, grandi e piccini potranno lasciarsi trasportare dalle emozioni con un programma ricco di eventi.

Nelle giornate di sabato e domenica numerose saranno le attività:

  • Babbo Natale sarà sul suo trono dalle ore 10.30 alle ore 12.30 e dalle 14 alle 18 per ascoltarvi e ricevere le vostre letterine, e se vorrai potrai scattarti una fotografia e stamparla direttamente al Mercatino!

    Pubblicità
    Pubblicità
  • Il Villaggio degli elfi, aperto dalle 10.30 alle 18.30, vi accoglierà a braccia aperte, gli elfi saranno contenti di avere un aiutante in più

    Pubblicità
    Pubblicità
  • La Carrozza di Babbo Natale condurrà bambini e genitori alla scoperta di Levico Terme

  • La Chistmas Band allieterà, con la sua musica, tutto il Parco secolare degli asburgio, dalle 15:00 alle 18:00.

  • La sfilata di inaugurazione della Corte Asburgica alle ore 14.00, anche la corte asburgica giungerà al Parco per dare il benvenuto.

  • Spettacolo canoro di Cori di montagna sabato dalle ore 17.00

  • Crea la tua Casetta di Pan di Zenzero sabato dalle ore 13:30 alle 17:30

Da questo Parco incantato è possibile poi scoprire le vie del Centro Storico con le sue accoglienti botteghe storiche, ma non solo.

Dal 23 novembre al 6 gennaio si trova anche una mostra con oltre 100 presepi e la natività in Piazza della Chiesa.

Tra le novità di quest’anno spicca la collaborazione nata Exa Dream Photography. Esiste un luogo magico dove grandi e piccini potranno incontrare Babbo Natale e grazie ad Exa Dream Photography sarà possibile scattare e stampare la propria foto con Babbo Natale direttamente al Mercatino.

Durante il periodo del Mercatino di Natale sarà possibile visitare il Forte Colle delle Benne tramite il comodo servizio di navetta in partenza dall’ingresso del Parco in Viale Rovigo.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza