Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Avio: presentata la XVIII edizione di Uva e dintorni

Pubblicato

-

Fonte: archivio del Comune di Avio

Presentata oggi in conferenza stampa la XVIII edizione di Uva e dintorni, kermesse enogastronomica e culturale organizzata dall’omonimo comitato in collaborazione con il Comune di Avio e con il supporto della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino nell’ambito del coordinamento delle manifestazioni enologiche provinciali denominate #trentinowinefest.

A dare il benvenuto e illustrare il programma, il Sindaco Federico Secchi, accompagnato da Silvio Tonolli, Vicepresidente del comitato organizzatore, Francesco Antoniolli, Presidente della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino, Giulio Prosser e Federico Milan, Presidente e Direttore APT Rovereto e Vallagarina, Lorenzo Libera, Presidente della Cantina Viticoltori in Avio, Emiliano Trainotti, Presidente Cassa Rurale Vallagarina, e Sandro Borghetti, Presidente Terradeiforti.

«La manifestazione compie ormai 18 anni,- ha ricordato il Sindaco Federico Secchi– ma rappresenta uno degli appuntamenti più importanti nel panorama enogastronomico provinciale, premiato anche da un forte apprezzamento da parte del pubblico, che accorre numeroso, considerando che nelle edizioni passate si sono sfiorate anche le 27 mila presenze. Un evento che non sarebbe possibile – prosegue – senza l’aiuto degli oltre 400 volontari, che ricordiamo rappresentano il 10% della popolazione, coordinati dal Comitato Uva e dintorni con il sostegno del Comune. Un’organizzazione complessa che si trova anche a dover fronteggiare le tante pratiche burocratiche che sicuramente non facilitano il lavoro e che ci auguriamo verranno presto snellite dal legislatore».

Pubblicità
Pubblicità

Una tre giorni, ha ricordato il Sindaco, studiata per trasportare l’ospite in un passato medioevale, molto sentito dalla comunità e ben rappresentato dal Castello di Sabbionara, dalla Casa del Vicario del 1411, oggi visitabile grazie al piccolo museo realizzato al suo interno, e dalla pieve romanica. E un’occasione per assistere a spettacoli davvero coinvolgenti e per partecipare a momenti di approfondimento legati al tema vino.

La manifestazione, come ogni anno, si apre infatti con un appuntamento tecnico – in programma venerdì 31 agosto a partire dalle 18.00 presso la Cantina Viticoltori in Avio – organizzato da Skywine, in collaborazione con il Comune di Avio, dal titolo “Terradeiforti, lo spazio e il tempo“, seguito da una esclusiva degustazione focalizzata su vitigni autoctoni rossi della Terradeiforti, Enantio e Casetta, annata 2012, a cura di Eros Teboni, miglior sommelier del mondo 2018 FIS – WSA.

Il weekend proseguirà inoltre con visite ai vigneti con guida e degustazione vini, accompagnate dall’intervento musicale di Opera Prima (sabato 2 settembre, alle ore 17.30, e domenica 3 settembre, alle ore 9.45 e alle ore 17.00), degustazioni guidate a cura della cantina Viticoltori in Avio, come l’Incontro con Bacco, dove verranno proposti i vini delle Città del Vino, in programma sabato 2 settembre, alle ore 20.30, ed Enantio e Casetta, i nostri vini tesori da scoprire, ma anche una passeggiata di nordic walking attraverso i vigneti e l’antica Pieve di Avio, con i maestri dell’Associazione Nordic Walking (domenica 3 settembre, ore 9.30).

«Uva e dintorni – ha commentato Lorenzo Libera, Presidente della Cantina Viticoltori in Avio – rappresenta davvero il palcoscenico ideale per promuovere i prodotti territoriali come quelli coltivati dai nostri oltre 400 viticoltori».

«Oltre a valorizzare perfettamente il mondo del vino e il territorio, questa manifestazione ha il merito di essere cresciuta di anno in anno e di diventare un prodotto di eccellente qualità, che non a caso attira moltissime persone»   ha dichiarato Francesco Antoniolli, Presidente della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino. Chi visita Avio in questo fine settimana – ha proseguito – vive una favola e assaggia un territorio, cosa che ci rende orgogliosi di dare il nostro sostegno, anche attraverso una intensa promozione sia a livello locale che nazionale».

«Anche per noi è un onore aiutare la promozione di questo evento perché si tratta davvero di un prodotto di ottima qualità per cui altamente vendibile e molto attrattivo in termini turistici»-ha aggiunto Giulio Prosser, Presidente APT Rovereto e Vallagarina, ricordando che il turismo nella valle è raddoppiato nell’ultimo anno.

Tante le corti gastronomiche sparse per il paese, da quella del tabiel a quella dei canederli, da quella del goulash a quella degli arrosticini, da quella dello stinco a quella del senza glutine, da quella dei cantinieri a quella dei sapori cooperativi, fino a quella dei golosi e del caffè. E ancora, scorci di vita medioevale, con mercato e rappresentazione di giochi antichi, sfilate in costume, mercatini di hobbisti, animazioni musicali e spettacoli. Tra gli appuntamenti più attesi, lo spettacolo Phoenix del sabato sera, incentrato sul tema del fuoco e della giocoleria, con danze aeree e luci speciali, e il laser show di domenica sera, che si concluderà, come ogni anno, con il finale pirotecnico Incanto.

Grande attesa inoltre per il XVI Palio delle Botti fra le Città del Vino con 12 squadre tra cui 4 trentine (Avio, Trento, Isera e Faedo) e una addirittura dalla Croazia che cercheranno di accumulare il maggior numero di punti per conquistare l’accesso alla finalissima del 7 ottobre a Valdobbiadene, con la tradizionale prova della spinta della botte tra le vie del centro. Nel corso del pomeriggio, inoltre, altre tre emozionanti gare intratterranno il pubblico, ovvero la pigiatura dell’uva scalzi, lo slalom femminine e il riempimento della botte.

«Un grande plauso – ha concluso Emiliano Trainotti, Presidente Cassa Rurale Vallagarina, da sempre vicina agli organizzatori – che sa bene interpretare l’anima, la storia e la tradizione della comunità aviense. Una manifestazione che ci racconta e ricorda anche di fatiche e stenti, valori e impegno della nostra comunità che hanno portato al benessere di cui godiamo oggi».

La conferenza di oggi

Pubblicità
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Scout Cngei Roveretani in West Virgina

Pubblicato

-

Gli Scout Cngei della sezione di Rovereto stanno per partire per il West Virginia, destinazione il 24° World scout Jamboree (raduno) mondiale in programma dal 22 luglio al 2 agosto.

La delegazione è composta da 8 esploratori, 1 rover e 1 capo.

Sono giovani di Rovereto e Isera e, nei giorni scorsi, hanno incontrato gli amministratori comunali.

Pubblicità
Pubblicità

L’evento vedrà la partecipazione di 45.000 Scout, provenienti da tutto il mondo.

Martedì il gruppo era dal sindaco di Rovereto Francesco Valduga, che si è detto orgoglioso per una così ampia rappresentanza della città al Jamboree. Ha inoltre affermato di sentire i temi del raduno molto vicini alla comunità e alla situazione attuale del mondo ed espresso l’auspicio che il modo di fare degli Scout, le loro azioni e le loro abitudini riescano davvero a creare un positivo cambiamento globale. Attenderà inoltre i ragazzi al loro rientro per un confronto anche sulle azioni che si possono mettere in atto a Rovereto.

Mercoledì l’incontro è stato in municipio a Isera, per ricevere il saluto della sindaca Enrica Rigotti e dell’intero consiglio comunale.

L’amministrazione ha fatto riferimento al piacere dell’avventura, ai valori dell’amicizia e dell’apertura a nuove culture, oltre che alla sostenibilità, all’essere leader nel senso di saper essere trascinatori rispetto ai grandi temi dell’esistenza umana e dello scoutismo.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

Mori: finita la bonifica dell’area Piccoli

Pubblicato

-

Mercoledì mattina il sindaco di Mori Stefano Barozzi ha visitato il cantiere dell’area ex Marmi Piccoli. I lavori di demolizione e rimozione dei materiali risultano conclusi e, nel giro di pochi giorni, la presa in carico dell’area, da parte del Comune, sarà completata.

Assieme al primo cittadino erano presenti l’architetto Bais coi geometri Marasca e Larcher dell’ufficio tecnico comunale, i direttori lavori Cipriani e Salvetti, la proprietà rappresentata dalla famiglia Piccoli e dal loro consulente il commercialista Paolo Bresciani, i referenti della ditta Edilsalvetti che ha curato la demolizione.

Spiega il sindaco: «Abbiamo effettuato un sopralluogo per verificare la consistenza dei lavori di demolizione e bonifica. L’intervento può dirsi completato e dunque, a giorni, potremo firmare il verbale di fine lavori e procedere con la presa in carico che, come stabilito, sarebbe avvenuta al termine di questo cantiere.

Pubblicità
Pubblicità

È un momento epocale per Mori, che si riappropria di uno spazio importantissimo a livello urbano. Quanto alla progettazione futura, sarà fondamentale il coinvolgimento dei cittadini, che potranno esprimere la propria opinione relativamente alla destinazione dell’area».

Resta chiaro, come già manifestato, che il terreno sarà dedicato a servizi pubblici, quali ad esempio un parco, un’area giochi per bambini e una porzione con parcheggi per le automobili. «Ma è fondamentale per l’amministrazione – spiega ancora il sindacosondare i desideri dei cittadini. Per questo attiveremo la bacheca delle idee. La si troverà all’ingresso dell’area e si potranno lasciare note scritte, anche con un semplice post-it, ben vengano anche i disegni dei bambini che vogliono dire la loro.

Si potrà del resto contribuire anche in forma elettronica: attraverso il sito internet del Comune, cui accedere da computer o da cellulare. È un’iniziativa che spiegheremo pubblicamente, illustrandone finalità e metodi».

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

Cazzano di Brentonico: ritrovato marsupio con dentro marijuana, hashish e cocaina

Pubblicato

-

Anche Cazzano di Brentonico non è immune dal traffico di droga.

La presenza di stupefacenti è stata scoperta lunedì mattina nel corso di un’operazione di controllo del territorio da parte della Compagnia di Rovereto della Guardia di Finanza.

Durante l’operazione è stato ritrovato un marsupio abbandonato sotto un cespuglio, in una zona poco frequentata del parco del paese.

Pubblicità
Pubblicità

All’interno del marsupio i finanzieri hanno rinvenuto 31,7 grammi di marijuana accuratamente impacchettata, 6 grammi di hashish e mezzo grammo di cocaina.

Vista la quantità è stato escluso l’uso personale, anche perché i consumatori non acquistano droghe diverse fra loro.

Dalle indagini è molto più probabile che si sia trattato di una filiera di spaccio.

Secondo i militari il proprietario  si sarebbe disfatto del marsupio non appena si è accorto che il parco stava per essere setacciato dalla Guardia di Finanza.

Al momento non c’e nessun indagato.

Da qui la denuncia nei confronti di ignoti per spaccio di sostanza stupefacente e il sequestro penale di quasi mezzo etto di droga.

Resta da capire se la droga sia stata abbandonata da qualcuno di passaggio oppure se si sia di fronte ad un giro locale di spaccio.

I militari continuano a indagare nella piccola frazione  (150 abitanti) facente parte del comune montano di Brentonico.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza