Connect with us
Pubblicità

Sport

ESCLUSIVA – Arianna Bridi, una trentina doc fenomeno in mare. “Il mio oro nato al lago di Caldonazzo”

Pubblicato

-

Un oro vinto all’ultima bracciata dopo 25 km in mare, nelle gelide acque scozzesi. Arianna Bridi è già nella leggenda italiana dello sport, ma soprattutto è una ragazza trentina di una semplicità straordinaria.

Una ragazza che si direbbe acqua e sapone ma che ha dentro una forza incredibile, capace di portare il Trentino e Trento, al vertice degli sport acquatici, in una disciplina che ha il mare e non le montagne come terreno di sfida.

Gli ultimi Europei a Glasgow l’hanno resa una star ma non hanno cambiato nulla in lei che adesso, coi suoi occhi verdi, sogna già di arrivare molto in alto a Tokyo 2020.

Pubblicità
Pubblicità

La nostra redazione ha avuto l’onore di ospitare questa straordinaria atleta che ha risposto così alle tante curiosità.

D. Arianna, un oro bellissimo ma soprattutto in una maniera storica. Come ti senti?

R. Il nostro sport è poco conosciuto anche se siamo tra le nazioni più forti al mondo. E’ un peccato che in Italia non ci sia risalto perché è bellissimo ed è molto conosciuto specie nel mondo master, quasi come il ciclismo. Fa strano avere questa popolarità in Trentino poiché fare la 25 km di nuoto non sembra possibile in un territorio senza mare. Non era conosciuto né come sport né come distanza. Tutti mi chiedono come fai a fare tanta strada che neanche ci riesco a piedi?

Pubblicità
Pubblicità

E tu cosa rispondi?

Che mi alleno talmente tanto che per me sono come una passeggiata in montagna.

Quanti km fai al giorno?

Quando preparo le gare 18 al giorno, in due sedute. Ci alleniamo in piscina, poi prima della gara proviamo il circuito.

Non c’è differenza tra le acque?

L’unica cosa sono le correnti ma quelle si imparano a gestire con l’esperienza.

Come nasce la voglia di impegnarsi in una disciplina così rara?

Sono nata nella Rari Nantes Trento e nel 2006 mi portarono per la prima volta al lago di Caldonazzo a fare una 4 km. Avevo 10 anni e mi sembrava una grande sfida. Mi sono divertita tantissimo anche se la gara è andata male. Da lì è stato un crescendo fino a entrare nella nazionale giovanile nel 2011.

Cosa vorresti adesso per il futuro del nuoto di fondo?

Mi piacerebbe portare di più la disciplina in regione, ma già ci sono state delle risposte. Quando ero piccola eravamo in tre, ora ci sono 4 batterie. Purtroppo da noi c’è una gara all’anno.

Il tuo rapporto con la città di Trento?

Mi piace da morire, per me è casa. Ogni volta che torno mi sento in pace con me stessa. Mi alleno al centro sportivo dell’esercito a Roma e vivo là in caserma dove ho tutto a disposizione. Però casa mi manca sempre. Qui c’è una tranquillità diversa. Io abito a Mattarello, ho la casa con l’orto, un grande giardino che amo.

Il sogno Olimpiade?

E’ il grande obbiettivo. L’anno prossimo ci sarà il mondiale qualificante. C’è grande concorrenza interna nella nazionale italiana.

Che rapporto hai con gli altri sport?

Seguo poco il calcio, ma quasi tutti gli altri sport. Atletica, ginnastica, ciclismo, guardo di tutto in tv. Sono tifosissima del Trentino Volley, mia madre era una giocatrice tanti anni fa. Mi piace vedere il basket ma capisco poco.

Hai solo 22 anni e tanta carriera davanti.

Si, nel nuoto in acque libere si può arrivare ben oltre i 30 anni ad alti livelli.

A Tokyo 2020 come ti vedi?

Mi vedo nel gruppo delle prime a combattere con le migliori.

Nel tempo libero cosa fai?

Abbiamo pochissimo tempo libero, dormiamo e mangiamo oltre ad allenarci. La sera mi piace guardare la tv.

Il successo ha cambiato la tua vita?

No, mi fa piacere che le persone che mi vogliono bene si sono fatte sentire quando le cose non andavano bene. Questo oro mi ha dato grande visibilità.

Ti senti un modello per i ragazzi?

Si, mi sento carica di responsabilità, è un onore per me quando un giovane vuole provare questo sport. Nel futuro voglio tornare a Trento e allenare i bambini.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Piccoli angoli di paradiso immersi nella natura incontaminata, una perfetta alternativa al mare
    La bellezza incontaminata della natura fatta di scrigni selvaggi e posti da favola, accende la passione per l’Italia e per le sue straordinarie mete che spesso, nascondono scenari incredibili. Non solo acqua di mare, ma anche fiumi, cascate e canyon diventano un luogo ed un’alternativa perfetta per fare il bagno e rilassarsi. Infatti, per chi vuole […]
  • Nuotare nel Reno: un’esperienza unica nel suo genere
    Dalle montagne spettacolari, agli immensi boschi fino alle gole selvagge, la Svizzera circondata dalla sua natura incontaminata diventa inevitabilmente sinonimo di sostenibilità. Questa attenzione si riflette sui consumi, sulla lungimiranza nel riciclaggio della popolazione, ma anche sul turismo. Infatti, il turismo svizzero spinge i suoi visitatori ad entrare quanto più possibile a contatto con l’ambiente […]
  • Kylie Skin, la linea beauty di Kylie Jenner
    “La cura della pelle e il trucco vanno di pari passo e Kylie Skin è qualcosa che ho sognato subito dopo Kylie Cosmetics. Ci ho lavorato per quella che sembra una vita, quindi non posso credere che sia finalmente arrivato! Costruire la mia linea di trucco da zero mi ha insegnato molto e sono così […]
  • The Ordinary – The Balance Set: la skin care di qualità adatta a tutte le tasche
    The Ordinary è un marchio di DECIEM (società ombrello di brand focalizzati su trattamenti avanzati di bellezza) in continua evoluzione di trattamenti per la skin care. The Ordinary offre trattamenti clinici elettivi di cura per la pelle a prezzi onesti. The Ordinary è “Formulazioni cliniche con onestà”. Tutti i prodotti DECIEM,  compresi quelli del brand The Ordinary, […]

Categorie

di tendenza