Connect with us
Pubblicità

Arte e Cultura

Castelli, natura e teatro: Un vero spettacolo in Trentino

Pubblicato

-

L’anfiteatro naturale ai piedi di Castellalto in Valsugana è uno dei luoghi più adatti per ambientare uno spettacolo teatrale e proprio venerdì 17 agosto si è parlato di “Minacce: nemici, diavoli e streghe” in perfetto stile medioevale, un invito a riflettere in chiave ironica e beffarda sui mali del nostro secolo.

Testi del drammaturgo Renato Barrella e regia di Maura Pettorruso, in scena due valenti attori Stefano Pietro Detassis e Maria Vittoria Barrella, che hanno proposto con scioltezza e professionalità cambi di scena, costumi e personaggi giudicati minacce per la società.

L’allestimento del palcoscenico appare immerso nella natura, tra boschi, cime sullo sfondo e il muro di cinta di Castellalto in fase di ristrutturazione.

Pubblicità
Pubblicità

Un lavoro d’equipe quello della Compagnia Teatrale “La Burrasca” nata nel 2016 all’interno dell’Associazione Culturale Lavisana, opera principalmente in Trentino Alto-Adige con originali e coinvolgenti spettacoli, spesso ambientati in palazzi e castelli da riscoprire, sono il risultato di puntuali ricerche fatte da un gruppo di storici, tra cui Andrea Casna.

L’obiettivo è quello di sensibilizzare il pubblico riguardo a temi socio-culturali (condizione femminile, integrazione, usura, ecc…) e fatti storici realmente accaduti legati al territorio, un mix di passato e presente, paradossi e colpi di scena.

Il pubblico ha apprezzato lo spettacolo e l’organizzazione dell’evento promosso dall’Associazione Ecomuseo del Lagorai e Assessorato alla Cultura di Telve; ritrovarsi insieme per salire al castello da località Belvedere in un tardo pomeriggio assolato e una gradita bevanda di sambuco all’arrivo, al termine aperitivo a Maso Teza con i vini “Terre del Lagorai” e piccoli frutti dell’azienda agricola.

Pubblicità
Pubblicità

Il momento conviviale è propizio per conversare con la giovane e determinata attrice Maria Vittoria Barrella, che dopo aver conseguito il diploma al liceo delle Scienze Umane ha partecipato a numerosi corsi di teatro e bandi, ma ora può affermare di aver intrapreso la professione di attrice, fondando lei stessa la Compagnia Teatrale “La Burrasca”:

Abbiamo prodotto lo spettacolo Minacce: nemici, diavoli e streghe, ideato per essere rappresentato sfruttando la scenografia e le luci naturali dei Castelli del Trentino (sia all’aperto che in luoghi chiusi), che rappresentano un patrimonio artistico, naturale e architettonico da valorizzare.

Minacce è stato proposto in precedenti occasioni (Palazzo Maffei e Castello di Königsberg) e ha riscosso un buon successo di pubblico, un target trasversale che va dagli amanti del teatro alle famiglie in visita occasionale.

I protagonisti di Minacce sono le streghe, i diavoli, gli alchimisti e gli indemoniati, un affresco di personaggi misteriosi della storia del Trentino, che con ironia si raccontano e spiegano le loro ragioni (in quattro divertenti capitoli)”.

Maria Vittoria Barrella racconta la passione per il teatro; fin da bambini in famiglia si leggevano le storie, tra cui il giornalino di Gian Burrasca o si andava a teatro a vedere la “Turandot” di Puccini… ecco com’è nato il nome della Compagnia Teatrale.

Prossimo appuntamento venerdì 24 agosto 2018 a Cognola-Trento: visita guidata teatralizzata all’Orrido! (qui il link per la prenotazione)

L’Associazione Ecomuseo del Lagorai e l’Assessorato alla Cultura di Telve sono i promotori dei due eventi di Ferragosto, non solo teatro quindi, ma anche un trekking che si è svolto nella giornata precedente: “Alla scoperta degli alpeggi delle malghe di Mendana, Ezze e Setteselle”.

Il gruppo di escursionisti accompagnati dalla guida affronta la salita che da località Suerta con un giro ad anello raggiunge il cuore del Lagorai, selvaggio e poco frequentato, ma di un’indicibile bellezza. E’ questa caratteristica che rende emozionante il tragitto che congiunge le tre malghe ed il lago d’Ezze, un paesaggio mutevole nel clima e percorso, prati ancora umidi dalla pioggia e immense pietraie.

Dopo una sosta a malga Sette Selle (vedi articolo trekking 2017) iniziamo la discesa decisa verso la valle verdeggiante, i masi di Suerta ci accolgono all’arrivo.

E’ una soddisfazione partecipare e conoscere la realtà paesaggistica di un territorio, tradizione e storia, arte e cultura.

Promuovendo una serie di eventi e manifestazioni, si recuperano antichi costumi e si rievocano fatti storici di rilievo.

E’ anche una modalità per valorizzare le aziende agricole che producono prodotti bio e di qualità, mostrando al visitatore la cura e la bellezza del territorio trentino.

“Lo sforzo disperato che compie l’uomo nel tentativo di dare alla vita un qualsiasi significato è teatro”. (Eduardo De Filippo)

Maria Cristina Betzu (m.betzu@tin.it)

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza