Connect with us
Pubblicità

Speciale elezioni 2018

Daria Rossi (AGIRE): «Sosteniamo di più lo sport nella piana Rotaliana»

Pubblicato

-

Speciale elezioni 2018.

Continua la presentazione dei candidati alle prossime elezioni  provinciali del 21 ottobre 2018

È la volta di Daria Rossi, 42 anni, due figli, residente a Lavis.

PubblicitàPubblicità

Daria nonostante la sua giovane età è già nonna.

È del segno dell’Ariete lavora come impiegata all’Orvea di Mezzolombardo ormai da 15 anni, e si occupa da 21 anni di vendita diretta per la prestigiosa azienda di cosmetici Just Italia.

È molto attiva anche a livello sindacale, infatti è rappresentante sindacale della UIL.

Ha frequentato le scuole Canossiane dove è diventata sarta, «mi piace essere creativa e ricordo i tempi delle suore con molta nostalgia»sottolinea Daria. 

Qual è stato il percorso che ha portato alla sua candidatura per Agire per il Trentino?

«Ho conosciuto Claudio Cia come politico attraverso facebook, allora ero simpatizzante della lega, poi grazie a comuni amici mi è stato chiesto se volevo candidarmi per le prossime elezioni. Ho fatto delle mie riflessioni e poi ho deciso di mettermi in gioco fino alla fine»

70 giorni per conquistare un voto in più degli altri candidati, come pensa di riuscirci?

«Con dei progetti ed investendo tutto il mio tempo libero, ma anche con il sorriso e il mio carattere spontaneo»

Le prime tre cose sintetiche che farà se fosse eletto in consiglio provinciale?

«Sostenere maggiormente le società sportive e stimolare i giovani a fare più sport. Creare un ufficio per l’assistenza agli imprenditori in difficoltà dove attivare un servizio di consulenza in generale e anche psicologico. Infine attivare una convenzione con gli specialisti della medicina trentina per difendere e aiutare i bambini che hanno bisogno dell’assistenza medica specialistica». 

Resterà attivo nel partito e nel territorio in caso di sconfitta?

«Certo, senza nessun dubbio»

Quanto spenderà per la campagna elettorale?

«Quello che serve»

Quali sono i temi che affronterà in campagna elettorale?

«Il lavoro e l’economia è un tema che mi appassiona molto. Ma anche nel settore dello sport c’è da fare molto. Poi nel campo della sanità»

Cosa ne pensa del governo di centrosinistra che ha governato nell’ultima legislatura?

«Mi rendo conto del momento difficile, ma parer mio si poteva fare meglio, questo governo ha operato male su tutto ma in particolare nell’ambito sanitario e della scuola».

Chi butta dalla Torre fra Ugo Rossi e Paolo Ghezzi e Carlo Daldoss?

«Ugo Rossi»

Cosa ne pensano famigliari a amici della sua discesa in campo?

«Quando ho comunicato in famiglia la mia decisione ne sono rimasti entusiasti a tal punto che tutti mi stanno dando una mano in modo importante e collaborativo» 

Ha dei rimpianti nella vita?

«Per ora nessuno»

Qualche rimorso?

«No»

Che hobby ha?

«Mi piace praticare degli sport e cucire, visto il mio diploma di sarta conseguito dalla suore Canossiane. Poi adoro ballare la zumba» 

L’ultimo libro che ha letto?

«Si intitola “Mettiti alla finestra e guardati” – di Serena Valenti»

Che musica ascolta?

«Ascolto tutto e nulla, diciamo che adoro di più il silenzio, mi aiuta a rilassarmi di più» 

Che macchina ha?

«Una Suzuky jimny»

Il 4 marzo alle politiche nazionali per chi ha votato?

«Per la Lega di Matteo Salvini» 

Ha un politico di riferimento Italiano?

«Si, ho sempre stimato Alcide Degasperi»

E qui in Trentino?

«Il mio segretario di partito Claudio Cia»

Preferisce l’auto o la bicicletta?

«Mi piace guidare, quindi la macchina» 

Soldi, successo o potere?

«Difficile rispondere, spesso uno è la conseguenza dell’altro, ma se obbligata rispondo il successo»

Cosa le fa più paura nella vita?

«Ho paura per il futuro dei miei figli»

Lei abita a Lavis, quindi nella piana Rotaliana, su cosa è necessario lavorare in quella zona?

«È necessario costruire un grande palazzetto dello sport per valorizzare gli sport in tutta la piana Rotaliana, e poi rimane aperta ancora la questione della piscina di Mezzolombardo»

Si ricorda di un’occasione in cui si è trovata in difficoltà e ha dovuto chiedere aiuto a qualcuno?

«Si, dopo la separazione da mio marito ho passato un brutto momento e ho cominciato ad essere consapevole di molte cose, allora chiesi aiuto a degli amici»

Avrebbe mai pensato di presentarsi alle elezione provinciali di una regione?

«Mai, nemmeno lontanamente»

Quale qualità e difetto si riconosce?

«Dicono che sia una persona positività, brillante e molto disponibile verso il prossimo. Per il difetto è facile; non riesco ad essere mai puntuale»

Superbia, avarizia, lussuria, invidia, ira e accidia, a quali dei vizi capitali associa il suo nome ?

«In verità non mi riconosco in nessuno dei vizi capitali che ha citato»

Uscirebbe a cena con Salvini, Di Maio, Renzi o Berlusconi?

«Con Matteo Salvini, nella speranza che paghi lui»

Cosa ne pensa dei matrimoni Gay e delle adozioni?

«Nessun problema per quanto riguarda i matrimoni gay, no assolutamente alle adozioni all’interno di qualsiasi coppia omosessuale» 

Qual è stato il momento più soddisfacente della sua vita?

«Credo che questo momento per me sia davvero felice e sereno, ho un grande entusiasmo verso la vita in generale e questo nuovo progetto politico mi fa girare l’adrenalina a mille» 

Se potesse incontrare una persona famosa, chi incontrerebbe e perché?

«Mi piacerebbe incontrare Richard Gere»

Gioco di squadra o in solitaria?

«Sempre e dovunque gioco di squadra»

Quando è stata l’ultima volta che ha pianto?

«L’anno scorso nel momento della separazione da mio marito, quando una famiglia si rompe è sempre comunque un fallimento, e non importa di chi è la colpa»

Carne o pesce?

«Qualsiasi tipo di pesce, sia di lago che di mare»

Cosa le manca di più?

«Il tempo,  vorrei fare molto di più, la lavoro e famiglia mi impegnano molto»

Se fosse un animale?

«Un’aquila che vola in alto, sopra tutto e tutti»

L’ultimo viaggio che ha intrapreso?

«In Croazia a Medjugorje»

Il suo sogno?

«Lavorare nel mondo della moda e diventare una stilista»

Cosa guarda in Tv?

«Ahimè, i cartoni animati insieme ai miei figli, è un modo opportunistico per passare più tempo con loro» 

Qual è stato l’avvenimento di cronaca che l’ha maggiormente segnata?

«L’attacco alle torri gemelle del 11 settembre 2001, ho avuto paura della fine del mondo» 

Per cosa sarà ricordata?

«Per la mia simpatia e allegria»

È pronto ad essere uno dei protagonisti politici del grande cambiamento del Trentino?

«Certamente»

Pubblicità
Pubblicità

Speciale elezioni 2018

Elezioni provinciali, ultimi controlli prima dell’inizio della nuova legislatura

Pubblicato

-

Concluse le operazioni di spoglio delle schede, relative alle elezioni provinciali tenute domenica in Trentino, vi sono ora alcuni passaggi formali a cui adempiere prima che la nuova legislatura possa concretamente iniziare. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Speciale elezioni 2018

Il centrodestra festeggia in piazza a Trento: “Risultato storico”

Pubblicato

-

Il centrodestra trentino ha brindato in piazza Cesare Battisti alla vittoria del nuovo presidente della Provincia di Trento, Maurizio Fugatti. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Speciale elezioni 2018

Elezioni Provinciali, Fugatti esulta: “Grande orgoglio e grande responsabilità dai trentini”

Pubblicato

-

“Un risultato che ci dà molto orgoglio e ci responsabilizza per il forte mandato popolare che abbiamo avuto. I trentini hanno ricordato le battaglie che abbiamo fatto sul territorio. La storia ci ha dato ragione”.

Così Maurizio Fugatti, nuovo presidente della Provincia Autonoma di Trento, commenta i risultati elettorali del voto del 21 ottobre. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

PubblicitàPubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza