Connect with us
Pubblicità

Arte e Cultura

Vallarsa: Il fotografo Gigi Abriani presenta «Sentieri nella notte, il Pasubio e le 52 gallerie»

Pubblicato

-

Lunedì 13 agosto l’apprezzato fotografo Gigi Abriani presenterà a Valmorbia, una frazione di Vallarsa il suo libro «Sentieri nella notte, il Pasubio e le 52 gallerie»

La presentazione è stata organizzata presso la piazza del paese a partire dalle 20.30, che per l’occasione sarà munita di mega schermo.

La proiezione sarà come un vero Film che mostrerà anche dei momenti del backstage di alcuni scatti.

Pubblicità
Pubblicità

Una sorta di dietro le quinte che in parte svelerà anche i trucchi e la professionalità del grande fotografo.

Non si tratta di un libro storico che narra le gesta della grande guerra come qualcuno potrebbe pensare, anche se in parte ne racconta dei frammenti.

In origine non doveva nemmeno diventare un libro.

Pubblicità
Pubblicità

L’idea, in origine, era quella di raccogliere una serie di scatti per farne una mostra in occasione del centenario della Grande Guerra.

Poi è diventato inevitabile fare qualcosa di più. «Il materiale raccolto andava aumentando in un crescendo di emozioni, sensazioni ed esperienze – racconta l’autore, Gigi Abriani – era il libro che chiedeva di essere fatto. Ci ha preso la mano».

Le pagine di questo libro non raccontano i drammi di milioni di soldati e civili, non narrano atti di coraggio e non descrivono battaglie e strategie militari, ma vogliono invece far immaginare, attraverso le fotografie cosa quel conflitto sia stato anche umanamente dentro le fortificazioni, nelle gallerie, nelle mulattiere di guerra che ancor oggi segnano il territorio di Vallarsa.

Chi meglio di Gigi Abriani poteva raffigurare meglio quei luoghi. «Da bambino ho visto molte estati susseguirsi sull’Altopiano dei Sette Comuni, vivendo la quotidianità di mio padre casaro e di mia madre, che lo aiutava – spiega l’autore –  non esistevano connessioni, il contatto con il mondo era la vespa. La sera, rischiarati da lampade ad olio, ci si raccontava le storie dei forti che come giganti di cemento e ferro sovrastavano le malghe sottostanti».

Ed ecco che come d’incanto riemergono dalla memoria Forte Verena, forte Campolongo, il monte ortigara, e i granatieri del Cengio.

Mille storie di una guerra ancora vicina nel tempo e nella memoria della gente.

Ma Gigi Abriani è voluto tornare a dare la luce a quei luoghi che sono incisi e indelebili sui nostri monti, come cicatrici, e l’ha fatto la notte, «Amo scattare di notte, dove tutto cambia, tutto esiste, anche se non si vede. La notte è un momento sospeso rispetto al giorno, La luce è vita, ho così coinvolto degli amici per quella che voleva essere un’esperienza da vivere insieme nella magia e nel silenzio della notte nel tentativo di rendere degno tributo a quanti, in quelle fortificazioni e trincee hanno vissuto»osserva Abriani

È durante il silenzio che si sente infatti la sacralità della notte, si parla sottovoce e ci si sente quasi come degli intrusi. E dove è passata la storia senti ancora aleggiare nell’aria parole di amore, di speranza, di paura.

«Non pensavo di fare un libro, – ricorda Abriani – ma il materiale raccolto andava aumentando, in un crescendo di emozioni, sensazioni ed esperienze. Andare là, con gli amici che mi aiutavano e sostenevano , era diventato per me e per loro, un bisogno: era il libro che chiedeva di essere fatto e alla fine ci ha preso la mano» 

Per il team che lavora con Abriani è un lavoro faticoso ma sostenuto da grandi motivazioni e una sano entusiasmo che saliva sempre di più ogni notte. Una bellissima pazzia: le uscite di giorno, armati di taccuino e orologio per pianificare gli scatti, segnare le gallerie, annotare dove mettere il cavalletto, cronometrare il percorso.

«Il Pasubio, – continua l’autore –  a chi lo rispetta, sa regalare il suo sogno. Improvvisamente lo spazio si apriva davanti a noi: la nebbia, come ad un comando, ha cominciato a dissolversi, le cime del Carega e del Cornetto si stagliavano su un cielo azzurro che man mano si tingeva di rosso; uno spettacolo della natura! Attorno il silenzio. Ci siamo scossi, tutto ci sembrava irreale, eravamo veramente dentro ad un sogno. In maniera quasi frenetica abbiamo preparato l’attrezzatura e, finalmente, il piacere del primo click, la prima foto, quella che sarebbe diventata poi la copertina del libro. Era il Pasubio che ci chiedeva di farlo» 

Le spedizioni per raccogliere della meravigliose fotografie sono state oltre 40, tutte fatte d’inverno, quando il buio è profondo.

La fotografia di Gigi Abriani da sempre è alla ricerca di luci particolari, in questo caso quelle della notte con panorami stellati che hanno fatto da testimoni ai grandi teatri di sofferenza.

L’opera è stata molto apprezzata e seguita dall’associazione nazionale Alpini a tal punto che lo stesso artista è stato invitato proprio dal gruppo di Alpini di Valmorbia

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Il futuro abbraccia l’ecologia e la natura: anche in Italia spopola la moda delle Tiny House
    Sono conosciute come le” Students Tiny house talk”, ovvero 10 metri quadrati di vivere ecosostenibile. Si tratta di tipiche casette svedesi completamente costruite in legno dal design moderno e pensate inizialmente per ospitare universitari. L’efficienza energetica e l’impronta ecologia sono l’aspetto fondamentale di queste abitazioni che puntano a minimizzare al massimo le emissioni di carbonio […]
  • La Nasa lo conferma: sulla Luna c’è acqua ed è accessibile
    Sulla Luna c’è acqua, un annuncio clamoroso ma vero. L’incredibile notizia arriva da due studi della Nasa pubblicati su Nature. Il primo studio coordianato dalla Nasa dimostra la scoperta rilevata dal telescopio volante Sofia della molecola dell’acqua sulla Luna. Grazie al telescopio Sofia, montato a bordo di un boeing 747 ha infatti risolto il mistero […]
  • A Trento è arrivato l’innovativo franchise di SkinMedic Beauty Clinic
    SkinMedic è un nuovo modo di concepire il mercato dell’estetica, in cui la realtà in franchising diventa un’opportunità di crescita condivisa. Da qualche mese, il noto marchio ha aperto anche una Beauty Clinic a Trento, presso il quartiere Le Albere. “Operiamo sul campo nel settore medicale-estetico da oltre 20 anni, inizialmente come produttori di attrezzatura […]
  • Casa Sebastiano: ogni giorno la qualità di una vita migliore
    In Trentino, a Coredo nel Comune di Predaia, tra boschi e il profumo dei frutteti, si apre un grande edificio in cui ogni giorno si costruisce la qualità di una vita migliore, Casa Sebastiano. Struttura dedicata alle persone con disturbi dello spettro autistico, è stata costruita dalla Fondazione Trentina per l’Autismo presieduta da Giovanni Coletti, […]
  • Dal camerino digitale alle chat “commessa”: Cambia l’esperienza d’acquisto anche nella moda
    L’arrivo del covid prima e l’emergenza sanitaria poi, sta accelerando un processo e una trasformazione che era più che mai prevedibile, puntando verso diversi cambiamenti, soprattutto quello dell’esperienza d’acquisto. Una direzione inconvertibile in cui molti, tra esperti e protagonisti del settore, stanno cercando di riprodurre le stesse sensazione dell’acquisto vissuto in negozio  provando ad uguagliarlo […]
  • Anche i grandi nomi della moda scelgono la sostenibilità: Prada lancia la nuova linea “Prada Re – Nylon” con plastica ricilata
    I grandi nomi della moda e del lusso si reinventano nella forma e soprattutto nella sostanza facendo della sostenibilità una propria cultura aziendale, impegnandosi verso una moda sostenibile e decisamente più responsabile. Questa è la direzione che ha deciso di prendere Prada, ampliando la sua proposta e introducendo una nuova collezione con del nylon rigenerato per […]
  • Al MART di Rovereto è arrivata la mostra “Caravaggio. Il contemporaneo”
    Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio, è un pittore italiano nato a Milano nel 1571 e deceduto a Porto Ercole nel 1610. Questo incredibile autore, che si è formato a Milano e che ha lavorato a Roma, Napoli, Malta e in Sicilia fra il 1593 e il 1610, ha raggiunto la notorietà nel XX secolo dopo un […]
  • Arriva la crociera “ no where”: navigare in mare aperto senza scali né meta
    Dopo i voli verso il nulla annunciati da diverse compagnie aeree in Asia, ora, per riconquistare la fiducia dei viaggiatori e dei turisti di tutto il mondo arrivano anche viaggi in nave senza destinazione, le crociere “no where”. Si tratta di navigazioni in barca in mare aperto ma senza scali con andata e ritorno e […]
  • Il periodo di quarantena all’estero diventa un’opportunità di turismo: la Norvegia e il suo fascino
    Nonostante un periodo di limitazioni, viaggiare per turismo è diventato un imperativo, esiste infatti chi ha inventato proposte decisamente non convenzionali per trasformare l’attuale situazione di emergenza in una vera opportunità di turismo. Si parla in particolare del “Loften Quartine Tour”, un “pacchetto sicuro” pensato da Quality Group e marchiato da Il Diamante che punta […]

Categorie

di tendenza