Connect with us
Pubblicità

Socialmente

Il vortice dei docenti di sostegno, Robbi (AGIRE): “A farne le spese sono i nostri ragazzi.”

Pubblicato

-

Per uno studente, la continuità didattica e l’inserimento all’interno di un percorso educativo stabile è fondamentale; per un alunno disabile questa necessità diventa essenziale.

Purtroppo, ad oggi, in Italia un insegnante di sostegno su tre cambia incarico ogni anno. Essendo gli insegnanti di sostegno poco meno di 88.000 e coprendo circa 368.000 classi, significa che quasi 30.000 persone si muovono ogni anno da una scuola all’altra, da una regione all’altra, e che quindi più di 120.000 classi (e annessi alunni disabili) vedono un volto nuovo, un metodo di insegnamento differente ad ogni nuovo anno scolastico.

“È una vera e propria emergenza” commenta Gian Piero Robbi, di AGIRE per il Trentino, presente alle prossime elezioni provinciali in ottobre. “Troppi insegnanti di sostegno precari che si aggiungono agli ottantottomila di ruolo, terribilmente pochi per il fabbisogno. E c’è inoltre un enorme spreco sulle ore di supplenze, un vortice di spostamenti senza fine che non giova né ai lavoratori né ai ragazzi.”

Pubblicità
Pubblicità

Agli 88.000 insegnanti di sostegno di ruolo, infatti, se ne aggiungono più di 50.000 a tempo determinato, di cui 40.000 attivati sulle ore aggiuntive rispetto al tetto nazionale. Purtroppo, il canale degli insegnanti di sostegno è stato spesso usato come porta di accesso al “posto fisso”, per poi richiedere lo spostamento su cattedre ordinarie.

Gian Piero Robbi

“Tutti i precari sono nominati quasi sempre in istituti nuovi” continua Robbi, “e in questo modo si mina ancora di più la continuità didattica tanto importante per gli alunni. Serve stabilizzare questi posti di lavoro e non affidarsi alle deroghe, che non risolvono il problema e anzi sono solo in grado di acuirlo.”

Tutto questo si traduce in dati allarmanti, che dovrebbero spingere a riflettere. In tutto, più del 10% delle famiglie di alunni con disabilità hanno presentato negli anni un ricorso al Tar per ottenere l’aumento delle ore di sostegno, evidentemente non sufficienti, soprattutto a chi è colpito da disabilità grave.

Pubblicità
Pubblicità

In base alle stime dell’ISTAT, il 40% degli alunni disabili ha cambiato l’insegnante per il sostegno nel nuovo anno scolastico, potendo contare su sole 12 ore settimanali di sostegno ad personam, cioè dedicate al singolo alunno. Nel Mezzogiorno le ore di riducono ancora, scendendo a 9.

Purtroppo non è finita qui: a causa delle poche ore di sostegno, alcuni alunni disabili sono costretti molto spesso a non partecipare alle gite scolastiche organizzate dalla scuola, anche a quelle brevi che si sviluppano nell’arco di una sola giornata; le difficoltà aumentano ulteriormente per quanto riguarda le gite più lunghe con pernottamento di due o più giorni.

“Il problema del personale di sostegno nelle scuole si aggiunge a tanti altri” conclude Robbi. “Basti pensare alle barriere strutturali presenti in tante scuole non ancora a norma e alla sensibilità istituzionale che fa acqua da tutte le parti su questi temi. Bisogna lottare ogni giorno e io, insieme ad Agire, lo sto facendo. L’ultima cosa che voglio è lasciare soli questi ragazzi e le loro famiglie: non lo faremo e vigileremo anche nel nostro Trentino.”

Pubblicità
Pubblicità

Socialmente

Lavis, al via «nessuno escluso»: la nuova associazione contro ogni forma di disagio sociale

Pubblicato

-

È nata la nuova associazione “Nessuno escluso” grazie alla grande forza, tenacia e intraprendenza di Giorgio Varignani e Mauro Baldo, rispettivamente presidente e vice presidente.

Durante l’inaugurazione di sabato scorso 26 Ottobre presso la sede di Lavis, via della Roggia, 38 Varignani e Baldo hanno esposto ai numerosi invitati gli obiettivi dell’Associazione.

Uno dei primi obiettivi sarà la formazione di gruppi di auto aiuto per persone coinvolte nel tragico tunnel delle dipendenze e/o altre forme di disagio. Al centro dei contenuti della nuova associazione soprattutto la sensibilizzazione, la progettazione e il sostegno in caso di disabilità ed ogni forma di violenza ed emarginazione.

PubblicitàPubblicità

Con “Nessuno escluso” collaborano diversi professionisti come avvocati e psicologi proprio per migliorare le condizioni di chi soffre senza trovare via d’uscita.

Varignani ha sottolineato l’importanza dell’ascolto verso chi si trova in difficoltà invitando chi ne avesse bisogno ogni martedì alle 20,30 al gruppo di auto aiuto presso la sede di “Nessuno escluso”.

Sono stati ringraziati per la loro preziosa presenza gli Assessori Isabella Caracristi e Graziano Tomasin ed infine è stato ricordato l’evento del 29 Novembre che si svolgerà nella sala di Don Bosco a Zambana e che vedrà protagonista Raphaella Algeri scrittrice del pluripremiato libro “Una bambina da salvare” tratto da una storia vera di una bambina di soli 7 anni trascinata nell’orrore della pedofilia

«Giornata storica per la nostra associazione – dichiarano Varignani e Baldo – dopo la consegna delle chiavi della nuova e prima sede in quel Lavis presso la casa della solidarietà. Ringraziamo Vanessa Valtorta, Enrico Afilani e tutte quelle persone che già sono socie e quelle che arriveranno a sostenerci. Un grazie particolare all’amministrazione del comune di Lavis»

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Socialmente

Caregiver familiari, un’emergenza dimenticata

Pubblicato

-

Cambiano i governi ma l’emergenza dei caregiver familiari rimane. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Socialmente

Caregivers familiari: ancora lontani da un aiuto concreto

Pubblicato

-

I caregivers familiari sono ancora lontani dal ricevere un aiuto concreto nonostante l’approvazione della legge che ne ha riconosciuto la figura e l’impegno, ciò è quanto dichiara il CONFAD (coordinamento nazionale famiglie con disabilità) in un comunicato a firma del presidente Alessandro Chiarini. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza