Connect with us
Pubblicità

Speciale elezioni 2018

L’ UPT chiude a Rossi: «niente ricatti dal PATT»

Pubblicato

-

Il Parlamentino UPT nella giornata di ieri ha approvato un documento che poi presenterà anche al tavolo di coalizione.

In concreto la linea rimane la stessa: L’UPT chiede un candidato Presidente attraverso un leale confronto senza pregiudiziali. Ribadiamo il nostro No ad atteggiamenti incompatibili con ogni elementare spirito di coalizione

L’allusione ai diktat di Rossi e Panizza è chiara e approfondita all’interno del documento dove dice testualmente: «Il dialogo e la partecipazione escludono sia ricatti da parte di un pertito verso gli altri, sia pregiudiziali personali negative.»

PubblicitàPubblicità

Nel documento il Parlamentino dell’UPT riconferma la volontà di mantenere il patto di unità della coalizione attuale, di attuare un forte investimento su un programma di alto profilo, la ricerca di cooperazione con persone e forze civiche e politiche disposte a concorrere ad una nuova Alleanza capace di rappresentare una credibile alternativa alla deriva omologante proposta dalla destra sovranista e l’individuazione comune, con spirito costruttivo, di un candidato Presidente che rappresenti assieme la coerenza rispetto ai valori perseguiti nelle scorse legislature e la prospettiva di un ciclo politico nuovo.

Nel documento l’UPT vede la strategia del «Liberi Tutti» come suicida, specie in un sistema elettorale a turno unico.

L’esito del voto del 4 marzo – secondo l’Unione per il Trentino  – e le divisioni e le contraddizioni dentro e tra i partiti della coalizione di centrosinista hanno portato ad una situazione pericolosa di stallo e di incertezza, che rende ancora più ardua la già delicata prova elettorale del prossimo ottobre.

PubblicitàPubblicità

«La delegazione dell’UPT, su mandato del Parlamentino,  – si legge ancora nel documento – ha sempre proposto ai partner un atteggiamento costruttivo e inclusivo, ispirato ai seguenti punti: – volontà di valorizzare il patto di coalizione esistente e il suo portato di unità; – apertura alla cooperazione con persone e soggetti esterni, vicini per sensibilità e visione della società, non per semplicemente “allargare” la coalizione, ma per rigenerarla su basi nuove, come richiesto dalle esigenze dei cittadini; – individuazione di un candidato Presidente attraverso un leale confronto senza pregiudiziali e senza ricatti, atteggiamenti incompatibili con ogni elementare spirito di coalizione. Una coalizione, per essere tale, richiede che ogni sua componente non si limiti ad affermare le proprie posizioni in maniera unilaterale: esige invece che ognuno offra con chiarezza e lealtà il proprio punto di vista allo scopo di ricercare la più larga condivisione possibile con i partner».

L’UPT nel documento che sarà portato nel prossimo incontro della coalizione conferma che se dal comportamento delle forze politiche derivasse una sostanziale frantumazione della coalizione, anche l’upt si vedrebbe costretta a ricercare le vie a quel punto possibili per testimoniare la propria posizione.

Pubblicità
Pubblicità

Speciale elezioni 2018

Elezioni provinciali, ultimi controlli prima dell’inizio della nuova legislatura

Pubblicato

-

Concluse le operazioni di spoglio delle schede, relative alle elezioni provinciali tenute domenica in Trentino, vi sono ora alcuni passaggi formali a cui adempiere prima che la nuova legislatura possa concretamente iniziare. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Speciale elezioni 2018

Il centrodestra festeggia in piazza a Trento: “Risultato storico”

Pubblicato

-

Il centrodestra trentino ha brindato in piazza Cesare Battisti alla vittoria del nuovo presidente della Provincia di Trento, Maurizio Fugatti. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Speciale elezioni 2018

Elezioni Provinciali, Fugatti esulta: “Grande orgoglio e grande responsabilità dai trentini”

Pubblicato

-

“Un risultato che ci dà molto orgoglio e ci responsabilizza per il forte mandato popolare che abbiamo avuto. I trentini hanno ricordato le battaglie che abbiamo fatto sul territorio. La storia ci ha dato ragione”.

Così Maurizio Fugatti, nuovo presidente della Provincia Autonoma di Trento, commenta i risultati elettorali del voto del 21 ottobre. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

PubblicitàPubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

Archivio

di tendenza

fortemalia inserto magazine

fortemalia.it