Connect with us
Pubblicità

Trento

Gabriella Maffioletti completamente assolta dalla cassazione: «Sono finiti 6 anni da incubo»

Pubblicato

-

La critica è stata formulata con modalità che costituiscono espressione della libertà di manifestazione del pensiero, che – mediante prospettazione di una obiettiva situazione di conflitto di interessi finalizzata alla verifica critica di affidabilità di una associazione operante sul territorio – rientra nella scriminante dell’esercizio del diritto tutelato dalla Costituzione»

«l’imputata si è limitata a prospettare nella sede propria del dibattito politico una situazione di incompatibilità non solo obiettivamente rilevante, ma anche approfondita in sede giudiziale, manifestando – quale rappresentante, in qualità di consigliere comunale del Comune di Trento, anche delle scelte politiche ed amministrative di competenza di tale ente – dubbi e perplessità sulla credibilità della più importante associazione locale, in un formale atto ricadente nell’esercizio del diritto di partecipazione politica, ritualmente proposto nelle forme, manifestando critiche espresse con un linguaggio del tutto consono alla sede e congruo in riferimento ai fatti rappresentati».

In concreto sono queste le motivazioni contenute nel documento di 12 pagine che la corte di cassazione ha emesso decretando la completa assoluzione di Gabriella Maffioletti dall’accusa di diffamazione nei confronti dell’avvocato Mara Roncoletta e la psicologa Maddalena Boccagni.

Pubblicità
Pubblicità

La vicenda è piuttosto complessa e trae origine da un’interrogazione presentata dall’allora consigliere comunale Gabriella Maffioletti, alla Giunta del comune di Trento nel lontano giugno del 2012

L’interrogazione era stata secretata per via del tema piuttosto sensibile e che riguardava anche dei minori.

Ma nonostante questo, c’era stata una fuga di notizie e la cosa alla fine è finita prima in pasto al web con tanto di nomi e cognomi e poi alla fine sui banchi del tribunale dove la Maffioletti viene condannata nel 2105 in primo grado, nel novembre del 2016 in appello e poi assolta dalla cassazione che ha declarato «l’annullando di tutto il processo senza rinvio a giudizio» mettendo quindi una pietra tombale sulla vicenda che comunque mantiene dei profili quantomeno misteriosi.

L’interrogazione della Maffioletti viene presentata su segnalazione di una cittadina che ipotizza un grave conflitto di interessi da parte della Roncoletta e della Boccagni. Il suo è un atto ispettivo, in piena regola con gli atti giuridici che un consigliere ha l’obbligo di intraprendere in difesa della giustizia e dei cittadini che si sentono vittime di qualche crimine.

Pubblicità
Pubblicità

Quindi nulla di strano, tenuto conto che l’interrogazione è lo strumento più importante e democratico in mano alle minoranze per controllare che tutto sia eseguito in regola giuridicamente e penalmente.

Nell’interrogazione Maffioletti ipotizza un conflitto di interessi.

La donna che si rivolge a lei, è in via di separazione dal marito che è difeso dall’avvocato Mara Roncoletta. Una perizia fatta dalla psicologa Boccagni di fatto condanna la donna in via di separazione a non avere in custodia i figli ed a non poterli vedere per quasi due anni.

Gabriella Maffioletti scopre però che l’avvocato e la psicologa si conoscono da anni, e non solo, collaborano attivamente insieme nell’associazione Prospettive di Trento, una come presidente e l’altra come coordinatrice scientifica dell’associazione stessa.

Da qui i sospetti sul conflitto d’interessi tra le due professioniste.

In poche parole per spiegare meglio, l’una è avvocato del marito in via di separazione poco consensuale, l’altra redattrice della perizia che toglierà i figli alla donna avvantaggiando il cliente dell’amica.

Nella conferenza stampa Gabriella Maffioletti non ha nascosto la sua soddisfazione e la sua emozione, «ho vissuto 6 anni da incubo, mi sono improvvisamente trovata alla stessa strenua dei cittadini che per anni ho difeso dai soprusi e dalle ingiustizie»

L’ex consigliera non ha avuto peli sulla lingua quando si è trattato di scagliarsi sull’amministrazione comunale di allora con a capo il Sindaco Andreatta, «mi hanno lasciata da sola, nulla hanno fatto per tutelare la figura del consigliere comunale e hanno lasciato che fosse la corte suprema di cassazione a decidere che la mia figura era consone alle competenze che un consigliere eletto democraticamente dal popolo detiene, insomma, una vergogna» 

La Maffioletti ha anche sottolineato come la sua persona all’interno delle istituzioni fosse scomoda, perché non allineata e perchè per anni aveva lavorato cercando di smascherare operazioni opache, in particolare duramente e con tenacia sulla tematica della tutela minorile, che tutt’oggi presenta delle storture del sistema che penalizza i minori “sottratti” dalle famiglie di origine.

«Un lavoro capillare che probabilmente aveva in certi aspetti e con certe procedure del tutto inconsuete e intonse “infastidito” forse chi nel sistema aveva ormai costruito negli anni e senza alcun controllo un consolidato campo di azione, anestetizzato da qualsiasi ingerenza esterna! La sorte del tutto fortuita e per nulla certa della mia vittoria nel Foro capitolino ha posto fine dopo 6 lunghi anni di traversia giudiziaria ad una storia di chiara “gambizzazione” politica e ridato speranza forse a molti che ambiscono con ogni mezzo al riconoscimento della propria dignita’ e rettitudine personale e morale» ha spiegato Maffioletti

L’ex consigliere comunale ha annunciato possibili querele, «mi confronterò con i miei avvocati perché potrebbero esserci nelle parole di Roncoletta e Boccagni dei profili calunniosi nei miei confronti, di certo richiederò una grosso risarcimento per i danni di immagine subiti per  loro colpa»

Verso la fine della conferenza a precise domande ha riposto che sarà fra i 35 candidati di Forza Italia alle elezioni provinciali del 21 ottobre e di  preferire come candidato presidente del centrodestra Maurizio Fugatti, «l’attrattiva della lega come dimostrano i numeri di tutta l’Italia è importante a tale punto che andare con un altro nome sarebbe un suicidio per il centrodestra» – ha osservato Maffioletti

Pubblicità
Pubblicità

Trento

Da stasera torna il maltempo in Trentino: attese precipitazioni abbondanti, che saranno nevose in montagna

Pubblicato

-

Per tutta la giornata di domani, venerdì 15 novembre, sono previste precipitazioni intense e diffuse con valori cumulati medi di 50 – 70 millimetri nelle 24 ore, e localmente anche maggiori.

La perturbazione di carattere sciroccale sarà accompagnata da venti sud orientali anche forti.

Il limite delle nevicate si attesterà mediamente sopra i 1500 metri a sud, mentre a nord e nelle valli più strette potrà scendere fino a circa 1000 metri. Sui settori occidentali e settentrionali sono attesi 30 – 50 centimetri di neve attorno ai 1600 – 1800 metri.

Pubblicità
Pubblicità

Da sabato a lunedì rimarranno condizioni variabili con fasi di precipitazioni perlopiù deboli o moderate, nevose oltre 1200 metri circa. Lo comunica oggi la Protezione civile del Trentino attraverso un “messaggio mirato”.

Le condizioni di maltempo potranno provocare problemi di caduta rami o alberi in seguito all’azione combinata delle precipitazioni e del vento che andranno a sovrapporsi alla neve caduta nei giorni scorsi, con conseguenti possibili disagi alla circolazione e alle reti elettriche; in montagna permane il pericolo di valanghe per i nuovi significativi spessori di neve fresca che andranno a sovrapporsi su un manto nevoso non ancora consolidato.

Il peggioramento delle condizioni climatiche è atteso a partire da stasera.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

Mattarello: giovedì l’inaugurazione del nuovo «Spazio neo mamme…. insieme»

Pubblicato

-

Riapre a Mattarello lo “ Spazio neo mamme…insieme”, un luogo dove si potranno condividere i primi passi della maternità anche con la gradita presenza di papà e nonni. La sede è in via Guido Poli 13 e nella mattinata di giovedì 21 novembre, dalle 9,30 alle 11,30 avverrà l’inaugurazione.

Il progetto è stato ideato dall’associazione “Mamme Insieme” (info sulla pagina Facebook  oppure scrivendo a info@mamme-insieme.it ) e prevede uno spazio adatto ad ospitare in sicurezza i fratellini o i piccoli che già camminano, un’area dove allattare comodamente e coccolare in tranquillità i neonati ed un morbidoso spazio giochi. Lo spazio è stato rinnovato per così poter accogliere i piccoli e le loro mamme con nonne e zie al seguito ed è stato reso ancora più confortevole per ospitare i bimbi in sicurezza con gioia e serenità.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Trento

Al via oggi il Festival delle Professioni: 14-16 novembre a Trento e Rovereto

Pubblicato

-

Inizia oggi il Festival delle Professioni, che si articolerà in una tre giorni di riflessioni e dibattiti dal tema “Innovazione e Dialogo Inter-Generazionale” fino a sabato 16 Novembre 2019 tra Trento e Rovereto, organizzato da Gi.Pro, il tavolo dei Giovani Professionisti della provincia di Trento, una rete sostenuta dalla Provincia che mobilita una molteplicità di associazioni di categoria a livello giovanile.

Si segnalano in particolare alcuni eventi tra i quali:

–  giovedi 14 Novembre ad ore 9.30 in Fondazione CARITRO a Trento in via Calepina 1  , un dibattito dal titolo “Università e Professioni Giuridiche. Generazioni a Confronto” con Federico Puppo (professore Ordinario di Filosofia del Diritto presso la Facoltà di Giurisprudenza di Trento – Segretario del Cermeg), Lorenzo Sartori (Notaio in Trento), Gianluca degli Avancini (Avvocato in Trento), Fulvio Cortese (Professore Ordinario di Diritto Amministrativo presso la Facoltà di Giurisprudenza di Trento, di cui è Preside), Nicola Azzariti e Andrea Olivieri (Rappresentanti degli studenti della Facoltà di Giurisprudenza di Trento).

Pubblicità
Pubblicità

–  venerdi 15 Novembre ad ore 17 in Fondazione Bruno Kessler a Trento in via Santa Croce 77  , si svolgerà la presentazione del libro di Massimiliano Magrgni “Fuori dal Gregge: il Pensiero Divergente che crea Innovazione”. Un venture capitalist, già responsabile di Google Italia, si confronterà con Paolo Nicoletti (Direttore Generale, Provincia Autonoma di Trento), Marco Bicocchi Pichi (Strategy & Innovation Consultant. Entrepreneur & Business Angel – Presidente ItaliaStartup 2015-2018), Prof. Federico Puppo e Roberto Loro (Director Technology & Innovation – CTO, Dedagroup).

sabato 16 Novembre ad ore 9 in Fondazione CARITRO a Trento in via Calepina 1  , Francesco Grillo (Amministratore Delegato di Vision & Value, visiting fellow all’Università di Oxford, editorialista del “Corriere della Sera”, “LINKIESTA” e “The Guardian”) ha ideato il workshop: “Notai, Avvocati e Commercialisti | Costruire Un Sistema Fiscale All’altezza Del 21esimo Secolo” e dialogherà con Giampaolo Marcoz (vice presidente del consiglio nazionale del notariato), Patrizia Corona (membro del consiglio nazionale forense), Maurizio Postal (consigliere nazionale dell’ordine dei commercialisti con delega alla fiscalità) e Riccardo Scarfato (consulente fiscale e legale, membro di Vision).

sabato 16 Novembre ad ore 11.30 in Fondazione CARITRO a Trento in via Calepina 1  , “Il nuovo capitalismo? Innovazione e Dialogo Inter-Generazionale” con Andrea Goldstein (Responsabile per le Economie Emergenti, Divisione Investimenti Internazionali, OECD; editorialista associato de Il Sole 24 Ore; collabora regolarmente con Aspen Institute Italia), Michele Petochi (Partner, CI Films, già Director di Academic Networks, World Economic Forum) con molteplici interpreti del mondo trentino-internazionale.

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza