Connect with us
Pubblicità

Trento

Affossati il ddl popolare e il referendum

Pubblicato

-

Non ci sarà la ventilata seduta consiliare del 27 agosto, centrata sul disegno di legge d’iniziativa popolare per introdurre nuovi strumenti di partecipazione popolare nella democrazia trentina.

Poco fa si è conclusa la Conferenza dei capigruppo, al termine della quale il presidente Bruno Dorigatti ha preso atto dell’impercorribilità del d.d.l. 1/XV, approvato pochi giorni fa in Prima Commissione.

Nonostante il noto taglio da circa 50 a soli 7 articoli, il testo si arena dunque di fronte alla contrarietà di molti gruppi consiliari d’opposizione attorno alla riduzione del quorum di validità dei referendum provinciali dall’attuale 50 fino al 20%.

Pubblicità
Pubblicità

Oggi è stato chiarito che il comitato promotore del referendum sarebbe disposto a elevarlo non oltre il 25%, ma questa ulteriore apertura non è bastata.

E’ stato per primo Nerio Giovanazzi a chiedere la discussione con tempi non contingentati e a preannunciare mille emendamenti ostruzionistici.

Identica la posizione di Massimo Fasanelli, di Manuela Bottamedi, dello stesso Alessandro Savoi, che ha “aperto” soltanto a un quorum tra il 30 e il 40%.

Pubblicità
Pubblicità

Rodolfo Borga ha detto che è stato il centrosinistra autonomista ad affossare questa iniziativa legislativa, quando – appena giunta in Consiglio – l’ha cassata su quasi tutta la linea, eliminando dalla discussione istituti partecipativi che destavano un notevole interesse.

Il consigliere ha aggiunto poi il suo alla lista dei no al quorum del 20%, “perché esporrebbe al pericolo che piccoli gruppi di opinione possano far passare modifiche legislative su temi anche molto rilevanti per la comunità“. Secondo Borga si potrebbe piuttosto agganciare il quorum sui referendum alle percentuali medie di affluenza degli elettori alle urne per le elezioni provinciali.

Marino Simoni ha fatto presente che con tutta evidenza non c’è campo per una discussione d’aula che possa risolversi con il voto entro una sola giornata. Favorevole a procedere – tra le forze d’opposizione – il solo Filippo Degasperi, “perché il ddl d’iniziativa popolare verrà cancellato con la fine imminente della legislatura e si vanificherà lo sforzo espresso dai cittadini”.

Non è stato accolto infine l’appello del presidente della Provincia, Ugo Rossi, che ha tentato di convincere i capigruppo.

L’iniziativa popolare dev’essere rispettata – ha detto – e non capisco perché si voglia impedire l’esame e il voto consiliare, dopo che con il comitato popolare l’esecutivo, e in particolare l’assessore Mauro Gilmozzi, è riuscito a raggiungere una utile mediazione e a stendere un testo sicuramente più praticabile politicamente. Rinunciare a questo passaggio trovo sia una sconfitta per tutto il Consiglio.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Piccoli angoli di paradiso immersi nella natura incontaminata, una perfetta alternativa al mare
    La bellezza incontaminata della natura fatta di scrigni selvaggi e posti da favola, accende la passione per l’Italia e per le sue straordinarie mete che spesso, nascondono scenari incredibili. Non solo acqua di mare, ma anche fiumi, cascate e canyon diventano un luogo ed un’alternativa perfetta per fare il bagno e rilassarsi. Infatti, per chi vuole […]
  • Nuotare nel Reno: un’esperienza unica nel suo genere
    Dalle montagne spettacolari, agli immensi boschi fino alle gole selvagge, la Svizzera circondata dalla sua natura incontaminata diventa inevitabilmente sinonimo di sostenibilità. Questa attenzione si riflette sui consumi, sulla lungimiranza nel riciclaggio della popolazione, ma anche sul turismo. Infatti, il turismo svizzero spinge i suoi visitatori ad entrare quanto più possibile a contatto con l’ambiente […]
  • Kylie Skin, la linea beauty di Kylie Jenner
    “La cura della pelle e il trucco vanno di pari passo e Kylie Skin è qualcosa che ho sognato subito dopo Kylie Cosmetics. Ci ho lavorato per quella che sembra una vita, quindi non posso credere che sia finalmente arrivato! Costruire la mia linea di trucco da zero mi ha insegnato molto e sono così […]
  • The Ordinary – The Balance Set: la skin care di qualità adatta a tutte le tasche
    The Ordinary è un marchio di DECIEM (società ombrello di brand focalizzati su trattamenti avanzati di bellezza) in continua evoluzione di trattamenti per la skin care. The Ordinary offre trattamenti clinici elettivi di cura per la pelle a prezzi onesti. The Ordinary è “Formulazioni cliniche con onestà”. Tutti i prodotti DECIEM,  compresi quelli del brand The Ordinary, […]

Categorie

di tendenza