Connect with us
Pubblicità

Alto Garda e Ledro

Scoperti 89 lavoratori in nero in un’agenzia di marketing, evasione previdenziale per 160 mila euro

Pubblicato

-

I Finanzieri di di Riva del Garda hanno concluso una verifica fiscale a una società operante nel settore delle campagne di marketing e dei servizi pubblicitari, rilevando l’omessa dichiarazione di imposte dirette, IVA e contributi per oltre 160mila euro e, a seguito degli sviluppi investigativi a livello nazionale, contestando l’impiego di 89 lavoratrici in nero (oltre due terzi della forza lavoro).

Dai controlli svolti dagli uomini delle fiamme gialle, a seguito della verifica fiscale effettuati sulle fatture relative alla pubblicità di cosmetici e profumi, è emerso che la società si era avvalsa nel tempo di 145 lavoratrici, tutte donne di età compresa tra i 18 e i 50 anni, per effettuare attività di promozione di prodotti di bellezza; i Finanzieri hanno approfondito gli aspetti legati alla corretta instaurazione del rapporto di lavoro ed all’osservanza delle prescrizioni in materia contributiva ed assistenziale.

Le Fiamme Gialle rivane hanno instaurato una collaborazione sinergica con i competenti organismi ispettivi, previdenziali e del lavoro provinciali, sentendo in atti tutte le lavoratrici, per ricostruire l’attività effettivamente prestata e quantificare esattamente le giornate e le ore di lavoro; all’esito dei controlli, delle 145 lavoratrici censite 56 sono risultate in regola, mentre ben ottantanove dipendenti sono risultate in nero.

Pubblicità
Pubblicità

Le 89 promotrici hanno confermato di aver prestato attività lavorativa, nei fine settimana, per periodi tra i due ed i cinque giorni ed orari medi di otto ore, conseguendo una retribuzione giornaliera di circa 50 euro.

La loro opera ha interessato centri commerciali e supermercati su tutto il territorio nazionale, con prevalenza nel Nord Italia, specialmente in Lombardia e Piemonte.

Il “meccanismo del nero” seguiva questo schema: il rappresentante legale e i collaboratori della società contattavano le aspiranti promotrici telefonicamente o via posta elettronica, proponendo loro l’impiego presso supermercati o punti vendita per la promozione di cosmetici; ottenuta la disponibilità, facevano sottoscrivere un “contratto di lavoro a chiamata” e una “lettera d’incarico per prestazioni lavorative occasionali”, attraverso i quali istruivano il personale sulle mansioni da svolgere e sugli orari di lavoro.

Pubblicità
Pubblicità

Ad ogni promotrice veniva poi fornita una lettera di presentazione da esibire ai responsabili dei punti-vendita, che mettevano a disposizione il materiale pubblicitario.

Sin qui, il rapporto di lavoro era costituito regolarmente; tuttavia, a questo punto, veniva omessa la comunicazione di instaurazione del rapporto lavorativo, omettendo anche di assicurare le lavoratrici contro gli infortuni e di versare i contributi loro dovuti.

Sulla base delle dichiarazioni raccolte dalle dipendenti e dall’analisi dei contratti e delle lettere di incarico, i Finanzieri, con il fondamentale supporto dei competenti organismi ispettivi, previdenziali e del lavoro provinciali, hanno potuto qualificare l’opera prestata dalle lavoratrici nella voce “Aiuto commessa – 5° livello – con contratto a chiamata”, prevista dal contratto nazionale del c.d. “terzo settore”, calcolando l’omissione contributiva totale in circa 12.000 euro.

Le 89 lavoratrici sono state poi segnalate ai competenti organismi ispettivi, previdenziali e del lavoro provinciali per la riqualificazione a loro favore della posizione retributiva e contributiva, per un totale di 446 giornate, pari a 3.489 ore di lavoro effettivamente prestate.

Alla società è stata contestata la maxi-sanzione amministrativa prevista dall’art. 3, c. 3 del D.L. n. 12/2002, per un importo edittale massimo di circa 1,5 milioni di euro, cui potrà accompagnarsi un provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale, prevista dall’art. 14 del D.Lgs. n. 81/2008 (“Testo Unico in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro”), atteso che è stato riscontrato l’impiego di personale in nero per oltre il 20% dei lavoratori in forza alla società.

L’attività di servizio eseguita testimonia l’importanza dell’azione di controllo economico-finanziario del territorio svolto dalla Guardia di Finanza e il costante impegno profuso dalle Fiamme Gialle a tutela del mercato del lavoro e nella difesa degli operatori economici onesti da forme di concorrenza sleale.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Attivata la seconda sessione di contributi a fondo perduto per Associazioni sportive, come funziona
    Dopo i danni subiti dalle associazioni sportive a causa delle restrizioni dovute all’emergenza covid, il Dipartimento per lo Sport della Presidenza del CdM ha destinato un fondo di 50 milioni per Ssd e Asd. Contributi... The post Attivata la seconda sessione di contributi a fondo perduto per Associazioni sportive, come funziona appeared first on Benessere […]
  • Reddito di libertà, attivata la procedura per l’invio delle domande
    Dopo l’annuncio di qualche mese fa, il reddito di libertà ora è pronto per essere erogato a tutte le donne in difficoltà e vittime di violenza. Reddito di libertà, cos’è La misura che prevede un... The post Reddito di libertà, attivata la procedura per l’invio delle domande appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022
    Manca poco all’arrivo del Bonus idrico che permette di ricevere un rimborso di 1000 euro per chi sostituisce rubinetti di bagno e cucina. Ad oggi anche se sembra tutto pronto per l’avvio della nuova agevolazione,... The post Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022 appeared first on Benessere Economico.
  • Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo
    Il futuro dell’economia, dovrà evolversi tenendo conto della missione che ormai accomuna tutti gli stati del mondo, la sostenibilità. Di fatto, per avvicinarsi verso un’economia circolare che riduca la produzione dei rifiuti, garantisca uno sviluppo... The post Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo appeared first on Benessere Economico.
  • Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi
    Dopo le difficoltà iniziali, il Bonus terme ha riscontrato un a grande affluenza, tanto da esaurire i fondi nel giro di poche ore. Un boom di adesioni che però ha lasciato milioni di italiani esclusi... The post Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi appeared first on Benessere Economico.
  • Ipotesi Easy tax per autonomi: un ponte tra aliquote troppo diverse tra loro
    All’interno del delicato tema sul fisco, tra le varie proposte spunta anche l’easy tax per autonomi. La proposta si inserisce nel tema dell’ampliamento della Flat Tax agli autonomi con ricavi tra 65 mila e 100... The post Ipotesi Easy tax per autonomi: un ponte tra aliquote troppo diverse tra loro appeared first on Benessere Economico.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

Categorie

di tendenza