Connect with us
Pubblicità

Trento

Mobilità Trento – Povo al collasso: ora è tempo di decisioni urgenti

Pubblicato

-

«Il cammino è lungo, le radici sono amare, ma il frutto è dolce». E’ giunto il tempo di decidere dopo lustri di tentennamenti.

Con queste parole che suonano poetiche torniamo a parlare dell’intervento sulla mobilità della Collina Est ed in particolare del collegamento Trento – Povo.

Dopo giorni dove si parla della funivia che collega il Bondone, dove però l’amministrazione deve ancora presentare un progetto degno di tale nome, prendiamo in considerazione la mobilità della collina che si deve definire alla svelta dopo promesse che fino ad ora però, sono solo rimaste tali

Pubblicità
Pubblicità

Il bisogno di mobilità ed il continuo ampliamento del polo scientifico sulla collina di Povo stanno contribuendo ad un aumento smisurato del traffico e sovraffollamento degli autobus specialmente nelle ore di punta del mattino.

Inoltre il polo universitario soffre di una specie di isolamento nei confronti della vita universitaria di Trento a causa delle barriere geografiche che lo dividono.

Un Traffico Giornaliero Medio, facendo riferimento al bacino di utenza che comprende i residenti di Povo, le facoltà di Scienze e di Ingegneria, FBK oltre agli sviluppi continui è calcolato in oltre 11 mila viaggi al giorno.

Pubblicità
Pubblicità

Al fine di soddisfare i fabbisogni di mobilità della popolazione, assicurare l’abbattimento dei livelli di inquinamento atmosferico ed acustico, la riduzione dei consumi energetici, l’aumento dei livelli di sicurezza del trasporto e della circolazione stradale, la minimizzazione dell’uso dell’automobile privata e la moderazione del traffico, l’incremento della capacità di trasporto, l’aumento della percentuale di cittadini trasportati dai sistemi collettivi anche con soluzioni di car pooling e car sharing e la riduzione dei fenomeni di congestione nelle aree urbane, sono stati istituiti appositi piani urbani di mobilità (Pum) intesi come progetti del sistema della mobilità comprendenti l’insieme organico degli interventi sulle infrastrutture di trasporto pubblico e stradali, sui parcheggi di interscambio, sulle tecnologie, sul parco veicoli, sul governo della domanda di trasporto attraverso la figura del mobility manager, i sistemi di controllo e regolazione del traffico, l’informazione all’utenza, la logistica e le tecnologie destinate alla riorganizzazione della distribuzione delle merci nelle città.

La Provincia ha di fatto predisposto un progetto, apprezzato anche dall’Unione Europea, al punto di ritenerlo meritevole di un finanziamento della BEI (Banca Europea degli Investimenti) per un importo di 15 milioni di Euro.

Non essendo pervenuta dall’amministrazione comunale alcuna proposta e/o decisione nel merito la Provincia ha chiesto alla BEI due anni di sospensiva sul finanziamento accordato con un termine che dovrebbe quindi cadere verso aprile/maggio 2019.

Inoltre, da informazioni raccolte presso la Provincia di Trento e Trentino Trasporti il Comune di Trento ha chiesto di sostituire il finanziamento della “Funicolare Trento-Povo” con la “Funivia Trento-Bondone”.

Progetto Trentino, nella persona del consigliere del comune di Trento Eugenio Oliva, (foto) ha chiesto al sindaco Andreatta di fornire immediatamente il parere favorevole alla Provincia Autonoma di Trento per la realizzazione del collegamento Trento-Povo in funicolare, e comunque non oltre la fine del corrente esercizio, affinché non venga a sparire il finanziamento concesso dalla BEI.

Pare peraltro che tutte le azioni, intendimenti, proposte ad oggi intraprese dall’Amministrazione comunale, si sono rivelate solo palliative e non risolutive del problema e non se ne capisce il perchè visto che la progettualità e le risorse finanziarie necessarie al progetto le garantisce la Provincia Autonoma di Trento attraverso Trentino Trasporti.

Eugenio Oliva nel merito ha posto in evidenza alcuni aspetti importanti.

In primis lo spostamento del finanziamento concesso dalla Bei della “Funicolare Trento-Povo” al progetto Bondone non è possibile perché i due progetti hanno finalità diverse, dal trasporto pubblico al trasporto turistico e perché progetti non sono assimilabili perché nascono da ragioni diverse.

Oliva inoltre ricorda che la posizione assunta dal Comune di Trento ha bloccato tutto l’iter tecnico amministrativo e per questo la Provincia Autonoma di Trento, per non perdere il finanziamento della Bei, ne ha chiesto la proroga che però ora scade il 2019

Per il consigliere comunale di Progetto Trentino «siamo di fronte alla solita guerra fra poveri che porta a dire: “piuttosto che dire di sì ad un’ opera necessaria dico di no a tutto; (che si potrebbe dire anche in modo diverso e forse più significativo)»

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Buono viaggio Taxi e Ncc: fino al 50% di sconto sul totale della corsa
    Per alcune categorie di persone, viaggiare in taxi potrebbe essere più conveniente. All’interno del Decreto Rilancio e successivamente nel Dl infrastrutture è stata inserita una particolare agevolazione che prevede viaggi in auto con conducente e... The post Buono viaggio Taxi e Ncc: fino al 50% di sconto sul totale della corsa appeared first on Benessere […]
  • Bonus Partite Iva, fino al 13 dicembre la presentazione delle domande
    Bonus Partite Iva Il bonus, messo a disposizione del Governo è un sussidio erogato a favore dei soggetti esercenti di titolari di partita Iva, soggetti esercenti di attività di impresa che hanno subito perdite a... The post Bonus Partite Iva, fino al 13 dicembre la presentazione delle domande appeared first on Benessere Economico.
  • Cambia la lotteria degli scontrini, ipotesi estrazione istantanea dal 2022
    Il programma lotteria degli scontrini che ha accompagnato molti italiani per tutto il 2021, potrebbe subire dei cambiamenti a partire dal 2022. A differenza del cashback, la lotteria degli scontrini infatti, è stata confermata anche... The post Cambia la lotteria degli scontrini, ipotesi estrazione istantanea dal 2022 appeared first on Benessere Economico.
  • P. Iva, quando arrivano i contributi fondo perduto fino a 150 mila euro
    Dopo l’ok ufficiale da parte dell’Unione Europea, i contributi a fondo perduto per le P.Iva disposti dal Decreto Sostegni Bis vengono sbloccati e arriveranno entro l’anno. I dettagli della misura Il sostegno finanziato con 4,5... The post P. Iva, quando arrivano i contributi fondo perduto fino a 150 mila euro appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus Natale, a dicembre voucher e bonus per pensionati e categorie meno abbienti
    Con l’avvicinarsi delle festività si incomincia a parlare di Bonus Natale, una misura di sostegno al reddito introdotta dalla legge finanziaria del 2001 e rifinanziata nell’ultimo decreto legge. Si tratta quindi di un voucher, erogato... The post Bonus Natale, a dicembre voucher e bonus per pensionati e categorie meno abbienti appeared first on Benessere Economico.
  • Il ritmo dell’inflazione preoccupa, aumentano anche i prezzi del carrello della spesa
    Anche nel mese di ottobre il tasso di inflazione ha continuato a salire. In particolare, per il quarto mese consecutivo l’ISTAT ha registrato una crescita più alta di quanto previsto in precedenza. L’aumento del prezzo... The post Il ritmo dell’inflazione preoccupa, aumentano anche i prezzi del carrello della spesa appeared first on Benessere Economico.

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

di tendenza