Connect with us
Pubblicità

Telescopio Universitario

UniTrento, progetto termale degli studenti vince 500 mila rubli in Russia

Pubblicato

-

Successo in Caucaso per il complesso termale presentato dagli studenti di UniTrento a un concorso di idee per il rilancio del comprensorio di Kavkazskie Mineralnye Vody, una delle più importanti zone turistiche e termali della Russia.

Dei 21 team partecipanti, sei sono arrivati in finale e il gruppo Archi-Pelago di Margherita Maestrini, Francesca De Facci e Nicola Chioccarello ha vinto il primo premio di 500 mila rubli.

Le giovani promesse dell’architettura sono al terzo anno del corso di laurea quinquennale a ciclo unico in Ingegneria edile/Architettura al Dicam – Dipartimento Ingegneria civile, ambientale e meccanica dell’Università di Trento e hanno frequentato il corso/laboratorio di Composizione architettonica e urbana 2, coordinato dai docenti Mosè Ricci e Sara Favargiotti, con i tutor Silvia Mannocci e Alessandro Betta.

Pubblicità
Pubblicità

Il laboratorio prevede la partecipazione dell’intera classe a un concorso internazionale di architettura. Il test di quest’anno è stato il concorso internazionale di architettura e design per studenti e professionisti “Creazione della futura immagine del comprensorio turistico di Kavkazskie Mineralnye Vody”, bandito dal Governo della Regione di Stavropol, con il sostegno del Consolato generale onorario d’Italia per i distretti federali Sud Russia e Nord Caucaso a Krasnodar e il Ministero dell’edilizia e dell’Architettura della Regione di Stavropol, con il patrocinio della Camera di Commercio italo-russa. Obiettivo del concorso: contribuire al recupero e al rilancio della zona di Kavkazskie Mineralnye Vody, uno dei più importanti stabilimenti termali della Russia. Le tre categorie di progettazione di gara erano “Analisi del paesaggio architettonico, urbanistico e paesaggistico”, “Resort del futuro” e “Edifici e strutture di valore sociale e culturale”.

La premiazione si è tenuta lo scorso fine settimana a Essentuki nell’ambito dell’iniziativa “Italy Meets Caucasus”. Sono stati complessivamente 198 i progetti presentati al concorso (di cui 21 del corso di Composizione architettonica e urbana 2 dall’Università di Trento). Alla finale ne sono stati ammessi 30 (tra cui sette trentini).
Gli studenti raccontano: «Il corso di Composizione architettonica 2, che è un laboratorio progettuale, ci ha offerto la possibilità di affrontare un tema complesso: la progettazione di un edificio multifunzionale, con particolare riguardo agli aspetti distributivo-funzionali e costruttivi, alle caratteristiche paesaggistiche e urbane del territorio circostante. A partire dalle richieste poste dal bando di concorso e dai problemi concreti legati alla specificità del programma, abbiamo affrontato la lettura e la progettazione architettonica di un edificio multifunzionale in relazione al contesto esistente, il “senso” e la sostenibilità delle trasformazioni dello spazio insediativo».

Il complesso termale proposto dal gruppo Archi-Pelago di Margherita Maestrini, Francesca De Facci e Nicola Chioccarello è stato il progetto vincitore del concorso internazionale di progettazione architettonica per la nuova immagine del complesso turistico di Kavkazskie Mineralnye Vody nella categoria “Future Resort”. Gli studenti riferiscono: «Il sindaco di Essentuki, Alexander Nekristov, è rimasto molto colpito dal nostro lavoro tanto che ci ha proposto un periodo di stage retribuito (1-3 mesi) per collaborare allo sviluppo del progetto».

Le altre sei squadre finaliste (cinque nella stessa categoria e una nella sezione “Edifici e strutture di valore sociale e culturale”) sono formate da: Andrea Ciola, Michele Nabacino e Simone Salvetti (MAS3); Vanessa Albarello, Anna Lanzinger, Ilaria Spagna e Antero Rummukainen (AVAIn); Camilla Fabbro, Mario Martinis e Claudia Cova (Ringo); Alessia Amadei, Ingrid Dalpiaz e Laura Antelmi (Ada); Dalila Gasperi, Giovanni Farina e Patrick Martinelli (Eco-Tech); Paolo Maioli, Simone Screti e Federico Vantini (Vpto).

«È un riconoscimento internazionale che premia l’impegno dei nostri studenti e la qualità dell’offerta formativa di UniTrento. Laboratori come quello di Composizione architettonica e urbana 2 sono importanti perché danno l’opportunità agli studenti di confrontarsi con progetti “reali”. Vorrei ricordare che proprio lo “student engagement” ci ha permesso di essere la prima università italiana nel ranking europeo sulla didattica pubblicato giovedì scorso da Times Higher Education» ha commentato Marco Tubino, direttore del Dipartimento di Ingegneria civile, ambientale e meccanica.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Giappone propone vacanze quasi gratis per rilanciare il turismo
    Negli ultimi mesi, il Giappone come tutti gli altri Stati del mondo, ha subito un forte rallentamento dal punto di vista turistico a causa dell’emergenza sanitaria da Covid – 19, arrivando ad un calo del 99.9% del turismo locale con neanche 3 mila arrivi durante il mese di aprile. Inoltre, considerando che il 2020 avrebbe […]
  • Coronavirus: distributori automatici di mascherine gratuite
    Nel periodo in cui la massima attenzione all’igiene e al distanziamento sociale sono la priorità principale per ogni Governo del mondo, la città di Singapore in stato di lockdown fino a giugno, ha deciso di contenere la diffusione da Covid – 19, garantendo a tutti i cittadini mascherine gratuite attraverso particolari distributori automatici. La caratteristica […]
  • NASA, progetta il sistema per prevedere alluvioni e siccità fino a 60 giorni prima
    Vista dallo spazio la Terra appare come un Pianeta Blu grazie alle grandi distese di acqua in continuo movimento che ricoprono il 70% dell’intera superficie. Da quando evapora, fino a quando cade pioggia alimentando le falde acquifere, l’intero ciclo dell’acqua dolce è così importante da essere al centro di alcuni programmi di ricerca internazionali volti […]
  • Borghi italiani dimenticati: incentivi, bonus e aste a partire da 1 euro per ripopolarli
    Da nord a sud l’Italia intera è costellata di Borghi che conservano, identità, mestieri e saperi di un patrimonio immateriale e materiale di una storia unica al mondo certificata dall’Unesco. Alcuni di questi, vengono chiamati “comuni a rischio scomparsa” a causa delle loro ridottissime dimensioni, eppure fanno parte del patrimonio storico e artistico italiano, rappresentando […]
  • Covid, oltre 60.000 perdono il lavoro: lo Stato li assume per un importante progetto
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus con le misure preventive, indubbiamente necessarie al fine di contrastare la pandemia, hanno gravemente frenato i consumi mondiali, con pensanti ripercussioni sull’intero tessuto imprenditoriale. Tutto questo, ha portato inevitabili e devastanti conseguenze non solo per le abitudini sociali, ma anche e sopratutto per il settore produttivo ed economico. Nel mondo infatti, […]
  • Coronavirus: da nord a sud l’Italia ringrazia con vacanze gratis ai sanitari impegnati nella battaglia
    Nonostante l’emergenza sanitaria, lo abbia pesantemente logorato, esiste un pezzo del settore turistico italiano che vuole ringraziare tutti i medici, operatori sanitari e ausiliari che, durante questi mesi sono stati impegnati, spesso senza tregua per salvare le vite di moltissime persone affette da Coronavirus dedicando loro una splendida ed esclusiva vacanza gratuita. Infatti, in vista […]
  • Civita Bagnoregio: l’incredibile borgo sospeso sulla Valle dei Calanchi
    Tra il lago Bolsena e la Valle del Tevere, nel Comune di Bagnoregio in provincia di Viterbo, si estende un’ immensa area lunare che regala un paesaggio davvero particolare caratterizzato da una successione di rocce argillose in erosione per effetto degli agenti atmosferici detti “calanchi”. Quello dei calanchi è un ambiente decisamente unico che offre […]
  • La Vespa Samurai usata in agricoltura contro il “nemico”, la cimice asiatica
    Arrivata in Italia nel 2012, la cimice marmorata (Halyomorpha halys) detta anche cimice asiatica, è una specie invasiva aliena proveniente dalla Cina che, nel corso del 2015 dopo una rapida e capillare diffusione in quasi tutte le Regioni italiane, ha causato ingenti danni sopratutto alle produzioni ortofrutticole concentrandosi su meli, peri, peschi e ciliegi. A seguito […]
  • Australia in lockdown e senza turisti: i sub decidono di ripopolare la Grande Barriera Corallina
    Quando, a causa di un’emergenza sanitaria mondiale i turisti non ci sono, la natura risorge e ne approfitta per riappropriarsi degli spazi o, più incredibilmente concedere alla mano umana di rallentare il declino di alcune delle zone più belle del mondo. Si tratta della Grande barriera Corallina al largo delle coste australiane che, a causa […]

Categorie

di tendenza