Connect with us

Musica

I “Suoni delle Dolomiti” hanno ricordato Paolo Manfrini

Pubblicato

-

Oggi in Val di Fiemme sulle praterie alpine di Passo Lavazé, si è tenuto un concerto – omaggio ai grandi nomi del jazz; protagonista lo Yamanaka Electric Female Trio della pianista Chiriro Yamanaka, affiancata al contrabbasso da Ilaria Capalbo e alla batteria da Karen Teperberg.

Un trio al femminile che ha travolto con un mare di energia, allusioni sonore, incursioni e nuove creazioni i molti presenti.

Un trio classico con pianoforte, contrabasso e batteria. Lo Yamanaka Electric Female Trio ha fatto tappa a Passo Lavazé in Val di Fiemme per l’appuntamento odierno de I Suoni delle Dolomiti portando con sé il respiro e la visione dei grandi del jazz. Protagonista assoluta la pianista Chiriro Yamanaka che, affiancata al contrabbasso da Ilaria Capalbo e alla batteria da Karen Teperberg, ha davvero travolto con un mare di energia, allusioni sonore, incursioni e nuove creazioni i molti presenti.

PubblicitàPubblicità

Un concerto che per molti versi ha voluto essere anche un omaggio ad alcune importanti figure della musica come ad esempio all’indimenticato pianista e musicista Michel Petrucciani, molto amato dalla jazzista giapponese ora residente a New York, materializzatosi tra gli abeti e i pascoli della Val di Fiemme proprio ad apertura di concerto nelle tipiche atmosfere emovenze della sua musica.

Ma tra gli omaggi c’è stato spazio anche per Gershwin di cui Yamanaka ha reinterpretato Summertime con lo straordinario contributo di Capalbo e Teperberg in un finale travolgente ed esplosivo. Interpretazioni, ripescaggi, veri e propri viaggi in anni di grande musica sono stati al centro anche dell’inesauribile fucina di citazioni che si è svelato essere “Take 5”, tutto giocato su una linea ritmica davvero originale.

Negli omaggi – quello che ha sicuramente commosso tutti – anche quello dedicato a Paolo Manfrini, ideatore e condirettore artistico de I Suoni delle Dolomiti, appena scomparso, con il brano “When you wish Upon a Star” che dapprima malinconico e sognante, carico di attese e desideri si è infine sciolto in una gioia serena.

Non sono mancati gli applausi a sottolineare la bravura delle tre musiciste e anche per richiamarle agli strumenti a esibizione conclusa dopo un brano decisamente urbano “Living without Friday”.

“L’ho composto a New York – spiega Chiriro Yamanaka – un posto decisamente diverso da questo”. E quell’aria metropolitana la si è respirata davvero, prima nella lunga introduzione in cui la musica vive di una dimensione quasi sotterranea e poi quando sale aerea quasi a voler gareggiare con le incredibili altezze dei grattacieli della Grande Mela. Sono stati infine molti gli apprezzamenti dell’artista per la location e la tipologia di festival e non si fatica a crederlo con l’ampio prato verde a fronteggiarla e gli abeti appena mossi da una brezza impercettibile a farle da corona. Forse anche per questa dimensione particolare il ricordo è corso all’infanzia e il saluto finale è stato affidato a un brano giocoso, composto a soli 8 anni, sul quale tutti hanno tenuto il tempo applaudendo e intitolato, nella traduzione italiana, “Ciao”.

PubblicitàPubblicità

Musica

Venerdì al Papa Joe’s di Egna parte il «Summer Music Festival»

Pubblicato

-

Venerdì 13 luglio inizia ad Egna presso il Papa Joe’s il «Summer Music Festival», una tre giorni all’insegna dello spettacolo e dell’intrattenimento con la musica al centro dell’attenzione.

Si parte subito con il «botto».

Dalle 22.00 di venerdì infatti spazio alla musica afro – Brasiliana e caraibica grazie all’«opening party» che vedrà protagonisti alla consolle Dy Pio Leonardelli e Dj Henry insieme alle percussioni di Armandino Drums

PubblicitàPubblicità

L’affascinante ed intrigante viaggio nella musica latina caraibica continuerà sabato 14 con i «Pirati dei Caraibi».

Sul palco la zumba dello scatenato Lenny Santana pronto a far impazzire i numerosi affezionati con una lezione di fitness musicale di gruppo che utilizza i ritmi e i movimenti della musica afro-caraibica, combinati con i movimenti tradizionali dell’aerobica

Poi alle 22.00 a farla da padrone saranno due ragazzi cubani «doc»: «Dj Javi De Cuba» e il mitico «Voice Alan Hernandez» che offriranno una serata ad alta adrenalina con lo spettacolo dedicato al  «Reggaeton»

Domenica 15 si parte alle 14.00  con «Bambini in festa» il mini club animato direttamente dalle bellissime Jey e Deborah che con il loro programma dedicato ai laboratori estivi faranno divertire i più piccoli. Il pomeriggio di concluderà con il classico «Nutella Party».

Dalle 17.00 torna protagonista la musica grazie ad una puntata speciale di «Eventualmente protagonista» che ospiteranno i The Feedback, la nuova formazione di Laura Bazzanella, apprezzata cantante vincitrice di numerosi premi.

Poi alle 21.00 il grande finale con «il grande Karaoke di Radioshow con Angelo Florio» 

Il trittico è stato organizzato dal «Carrozzone eventi» di Chiara Mazzalai ed è sostenuto da Radio Web Show  e La Voce del Trentino.

PubblicitàPubblicità

Continua a leggere

Musica

Suoni delle Dolomiti, giovedi il grande jazz con Yamanaka Electric Female Trio

Pubblicato

-

Torna il grande jazz internazionale a I Suoni delle Dolomiti con Yamanaka Electric Female Trio che si esibisce in val di Fiemme, luogo simbolo del legame tra natura e musica per la presenza dell’abete rosso di risonanza utilizzato nella costruzione di casse armoniche. Sarà anche l’occasione per ricordare Paolo Manfrini, ideatore e co-direttore artistico del Festival, scomparso oggi dopo una lunga malattia (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Musica

Arriva «Voglia di te» il nuovo singolo dei Canton, il gruppo pop-rock elettronico di Riva del Garda

Pubblicato

-

Dopo un silenzio durato 15 anni, il gruppo di Riva del Garda esce con un nuovo singolo dove Funk, elettronica e rock si intersecano in un brano che svela il lato estremo dell’amore.

I Canton hanno raggiunto la popolarità con la hit “Sonnambulismo” (Sanremo ’84), scritta da Enrico Ruggeri, poi arrangiata e trasformata dai tre ragazzi – Marcello Semeraro, Francesco Marchetti e Stefano Valdo – in un pop rock iper elettronico: sequencers, sintetizzatori e ciuffi biondi come si usava negli anni ’80.

Ma, ciuffi biondi e borchie glitterate a parte, erano soprattutto i contenuti – interessanti e un certo senso di rottura per il mercato italiano – la qualità, innovazione ed eleganza a farli amare dal pubblico.

PubblicitàPubblicità

La particolarità del progetto Canton è stata proprio quella di essere stati uno dei rari esempi in cui il pop italiano è apparso in grado di confrontarsi a testa alta con la scena inglese e americana. Dopo “Sonnambulismo” arriva “Please don’t stay”, scritta e prodotta dai Canton stessi, che li ha portati a vincere “Azzurro” e a partecipare al Festivalbar ’85. “Please don’t Stay” fu pubblicata in tutta Europa, Inghilterra inclusa, cosa rarissima allora. Gli ingredienti erano perfetti insomma per una scalata – peraltro già ben avviata – verso le vette del filone pop new wave europeo…

Anche l’ossigeno può essere tossico a dosi eccessive così come l’amore, che può stregare, annullare, rendere – anche se felicemente – schiavi del fascino di una persona.

È questo l’incipit del nuovo disco del gruppo di Riva del Garda.

“Voglia di te” è musicalmente un pezzo che si è evoluto da solo: è partito da una base molto funk per poi mettere radici nell’elettronica durante la lavorazione in studio. Immancabile il colpo di coda rock sul finale.

Dopo il grande successo riscontrato dal precedente singolo “Ancora estate” (arrivato alla prima posizione della classifica Emergenti Web LINK) arriva quindi un pezzo che saprà prolungare la scia d’entusiasmo messa in moto dal ritorno della band cult anni ‘80.

“La musica dei Canton di oggi è la musica di Canton nel 2018. Non ci piace il revival né la nostalgia, non ci piace dire “Quelli erano bei tempi”, preferiamo continuare a evolverci e portare ai nostri tempi il nostro stile di sempre: l’elettronica rimane la grande nostra passione, ma oggi c’è molto più spazio per le ballate e per esperimenti e sconfinamenti più ampi in atmosfere rock o funky”.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Archivi

Categorie

Archivio

di tendenza

fortemalia inserto magazine

fortemalia.it