Connect with us
Pubblicità

Piana Rotaliana

Comunità Rotaliana-Königsberg, contributi per la sicurezza della prima casa

Pubblicato

-

Il 28 maggio scorso la Comunità Rotaliana-Königsberg ha deliberato un bando per la concessione di contributi per interventi volti al miglioramento della sicurezza nelle abitazioni occupate da persone ultrasessantacinquenni.

Sono previsti contributi del 50% e dell’80% sulla spesa ammessa per interventi di: conversione del piano cottura a gas con piano di cottura a induzione, messa in sicurezza del piano cottura a gas, messa in sicurezza dell’impianto elettrico esistente.

È possibile richiedere massimo due interventi e possono accedere ai contributi le persone con età pari o superiore a 65 anni o le persone che comprendono nel proprio nucleo familiare almeno una persona ultrasessantacinquenne.

Pubblicità
Pubblicità

Il richiedente deve avere inoltre residenza anagrafica sul territorio della Comunità Rotaliana-Königsberg da almeno un anno dalla data di presentazione della domanda.

Le domande possono essere presentate fino al 28 settembre 2018 al Servizio edilizia della Comunità in via Cavalleggeri, 19 a Mezzocorona.

Il bando completo e il modulo di domanda sono pubblicati sul sito web della Comunità www.comunitarotaliana.tn.it.

Orario al pubblico: dal lunedì al venerdì dalle ore 8.45 alle ore 12.15 e il martedì e giovedì dalle ore 14.30 alle ore 16.30.

Pubblicità
Pubblicità

Piana Rotaliana

Mezzolombardo: al Presidio Ospedaliero San Giovanni manca una forbicina, il bimbo punto da una zecca viene dirottato su Cles

Pubblicato

-

Ha dell’incredibile il caso emerso a Mezzolombardo grazie a un’interrogazione depositata dal Gruppo consiliare “Mezzolobardo Partecipa”, nella quale viene segnalata la vicenda di un bambino che, punto da una zecca, non è stato accolto nei locali della Guardia Medica del Presidio Ospedaliero San Giovanni, ma è stato dirottato su Cles dove è rimasto fino a notte inoltrata. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Piana Rotaliana

Il parco di via Rosmini a Lavis nel mirino dei vandali. Le Politiche Giovanili: «Troviamoci e parliamone tutti insieme»

Pubblicato

-

Il parchetto di via Rosmini è un bene di tutti. Visti alcuni atti di vandalismo, oggi e nei prossimi giorni dalle 15.00 troviamoci e confrontiamoci tutti insieme per parlarne”. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Piana Rotaliana

Incidente mortale a Zambana: le due donne rimangono in condizioni gravissime

Pubblicato

-

Restano gravissime le condizioni delle due donne coinvolte nell’incidente mortale avvenuto domenica pomeriggio lungo la strada provinciale 235 poco dopo la rotatoria di Zambana in direzione Mezzolombardo.

Erano da poco passate le 14:30, quando una Citroen con a bordo due turisti belgi (42 e 43 anni) stava percorrendo la strada provinciale in direzione Lavis.

Sulla bretella di collegamento tra Trento e la Rotaliana all’altezza di Zambana l’incidente ha visto la morte di Ingo Hepp un uomo di 43 anni di nazionalità Belga.

PubblicitàPubblicità

L’uomo dopo aver compiuto una serie di sorpassi a ripetizione, non sarebbe riuscito a rientrare in tempo nella carreggiata scontrandosi frontalmente con una Ford Bmax, condotta dalla 31enne di Folgaria Michela Bertasi.

La ragazza si è spostata disperatamente sulla sua corsia andando anche a sbattere sul guard rail pur di cercare di evitare l’impatto ma non c’è stato nulla da fare.

Dopo aver colpito ad alta velocità la Ford BMax, la macchina della coppia belga è piombata addosso ad una Citroen Berlingo condotta da un 62enne tedesco, che nello scontro è finita addosso al guard rail.

L’uomo è morto sul colpo mentre le due donne, la compagna 42 enne della vittima e la 31 enne trentina sono nel reparto rianimazione in prognosi riservata.

Ieri pomeriggio i carabinieri sono ritornati sul luogo dello scontro per ulteriori accertamenti, provocando non pochi disagi alla circolazione: la strada è rimasta chiusa da Zambana al ponte di Mezzolombardo.

All’indomani della tragedia i Vigili del fuoco di Mezzolombardo rinnovano  l’invito, su strade non dotate di  corsia d’emergenza, a cercare di creare un corridoio centrale per i mezzi di soccorso e ad evitare inversioni a U mentre stanno sopraggiungendo.

Inoltre è buona norma non avvicinarsi troppo al luogo dell’incidente, per consentire ai mezzi di soccorso e all’elisoccorso di poter operare in completa vicinanza.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza