Connect with us
Pubblicità

Piana Rotaliana

Tanti “Comuni Ricicloni” nella zona Lavis-Rotaliana-Val di Cembra. ASIA premiata come il secondo miglior Consorzio d’Italia

Pubblicato

-

Successo per i Comuni della zona Lavis-Rotaliana-Val di Cembra al concorso organizzato da Legambiente.

Per quanto riguarda i Comuni tra i 5 mila e i 15 mila abitanti, “Comuni Ricicloni 2018” ha riconosciuto al Comune di Mezzolombardo una percentuale di raccolta differenziata dell’89,4%, a Mezzocorona dell’89,2% e a Lavis dell’86,3%.

PubblicitàPubblicità

Molto positivi anche i risultati dei Comuni sotto i 5 mila abitanti della Val di Cembra e della Piana Rotaliana, con Altavalle che si è classificato al primo posto nella propria categoria.

Per il secondo anno consecutivo, poi,  l’Azienda Speciale per l’Igiene Ambientale (ASIA), Consorzio-Azienda di 26 Comuni, ha ricevuto il premio quale secondo miglior consorzio italiano (dietro ad AMNU Pergine e davanti a Fiemme Servizi) sotto i 100 mila abitanti per quantità di raccolta differenziata, pari all’89,2%, e quantità di rifiuti conferiti in discarica (rifiuti free) con 46,6 kg pro capite.

Tra i capoluoghi, Trento si è confermato tra i vincitori insieme a Treviso e Pordenone. Tutti nel Nord Est, che si riconferma l’area più efficiente in tema di gestione virtuosa dei rifiuti urbani.

Quest’anno ricorreva la 25esima edizione di Comuni Ricicloni. Era il 1994, infatti, quando Legambiente cominciò a mettere a confronto, con una competizione tutta in positivo, i Comuni italiani in funzione dei risultati raggiunti in termini di raccolta differenziata.

La Giuria del concorso, composta da Legambiente, dai Consorzi di filiera e dai principali attori del settore, ha di volta in volta modificato i criteri di valutazione e designazione dei vincitori per restituire un quadro della gestione dei rifiuti che potesse costituire uno stimolo per i Comuni a intraprendere sempre nuove e più sofisticate strategie per risultati sempre più ambiziosi.

In quest’ottica già da tre edizioni a pesare sulla classifica non sono più solo i livelli di raccolta differenziata raggiunti (criterio minimo per entrare nella valutazione è il raggiungimento del 65% di RD) ma l’attenzione si è spostata anche sulle politiche di riduzione della quantità di rifiuto destinata a smaltimento.

Pubblicità
Pubblicità

Piana Rotaliana

«Salva la tua Lingua Locale»: con la poesia «El Castel Beseno» Denis Battisti conquista il 3° posto

Pubblicato

-

L’Istituto Agrario di San Michele ha conquistato il terzo posto in rappresentanza del Trentino per la sezione poesia dell’edizione 2018 di “ Salva la tua Lingua Locale”.

Con la poesia “ El Castel BesenoDenis Battisti (foto) ha portato sul podio la classe 3 C – Ota dell’ Istituto di Formazione Professionale.

Il premio sarà consegnato il prossimo 21 febbraio in Campidoglio a Roma dove nella sala della promoteca si terrà la cerimonia di premiazione che per l’istituto di San Michele avrà la seguente Menzione specialePer essersi distinti per la loro competenza linguistica e l’attiva collaborazione con le scuole del territorio” alla scuola “San Michele all’Adige” , in particolare alla professoressa Eliana Gruber.

Pubblicità
Pubblicità

L’edizione 2018 de ” Salva la tua Lingua Locale ” – Premio Letterario Nazionale per le opere in dialetto o lingua locale – si è contraddistinta per la grande partecipazione e l’alto livello dei testi presentati.

La giuria, complimentatasi con le scuole che hanno partecipato al concorso per aver dimostrato impegno e ringraziato i docenti per aver dimostrato interesse nel trasmettere l’amore per le radici linguistiche e culturali ai giovani, ha valutato all’unanimità. “Salva la tua lingua locale” è stato istituito dall’Unione Nazionale delle Pro Loco (Unpli) e da Legautonomie Lazio, ed è organizzato in collaborazione con il Centro Internazionale Eugenio Montale, e, per la sezione scuola, con l’ong “Eip-Scuola Strumento di Pace”.

“Grazie all’impegno delle Pro Loco, all’adesione delle scuole e al lavoro degli insegnanti, il concorso consente ai più giovani di scoprire, apprezzare e valorizzare, spesso per la prima volta, il patrimonio culturale immateriale di cui sono portatori dialetti e lingue locali, contribuendo a rinsaldare il legame fra le nuove generazioni e l’identità dei territori” ha sottolineato il presidente dell’Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia (Unpli), Antonino La Spina; un’azione in piena sintonia con la Convenzione Unesco per la tutela del patrimonio culturale immateriale.

L’iniziativa allo stesso tempo incentiva la collaborazione tra gli istituti scolastici e le Pro Loco per la formazione dei giovani e la sensibilizzazione degli adulti ai temi del patrimonio immateriale promossi dall’Unesco.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Piana Rotaliana

Mezzolombardo, arrestato 28 enne tunisino per spaccio

Pubblicato

-

17 grammi di cocaina, un bilancino di previsione e 1.600 euro ritenuti provento dello spaccio.

È questo il bilancio  dei carabinieri di Mezzolombardo che hanno arrestato uno 28 enne tunisino per detenzione di droga ai fini di spaccio.

L’arresto è avvenuto sabato e il giovane è rimasto fino a stamani nel comando dei carabinieri a Trento a disposizione dell’autorità giudiziaria e rinviato a giudizio oggi per direttissima.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Piana Rotaliana

Lavis, terminati in anticipo i lavori per la realizzazione dell’area sosta in Zona Industriale

Pubblicato

-

Un terreno di proprietà di Trentino Sviluppo, 3.300 metri quadri di superficie nella Zona Industriale di Lavis, è stato trasformato in pochi mesi (con un anticipo di 45 giorni sulla data di consegna dei lavori) in un’area sosta per mezzi pesanti a servizio della Zona Industriale di Lavis.

Un’esigenza avanzata dal Comune di Lavis e nata anche per contrastare il «parcheggio selvaggio» di mezzi pesanti a bordo strada, lungo la viabilità che attraversa la zona, densamente popolata da realtà produttive e capannoni industriali.

Il lotto comprende anche una struttura di servizio, realizzata in legno, con portico e pannelli fotovoltaici, di 174 mq coperti, mentre 69 mq sono destinati a bar (che sarà aperto a tutta la cittadinanza), 75 mq sono dedicati a toilette, docce, lavanderia a gettone a servizio degli autisti e autotrasportatori, ma ci sono anche un’area comune per il relax e l’erogazione di bevande e snack tramite distributori automatici (30 mq) e un portico.

Pubblicità
Pubblicità

Un’area pensata per i lavoratori del settore autotrasporto e industriale, con lo scopo di potenziare i servizi pubblici della zona.

Particolare attenzione è stata prestata alla progettazione architettonica, alla sostenibilità e alla qualità degli impianti: pompa di calore ad aria e sistema di depurazione delle acque bianche in loco.

I lavori sono stati eseguiti dalla ditta D.F. Costruzioni di Lavis. Entro la fine di febbraio la nuova area di sosta verrà ceduta da Trentino Sviluppo al Comune di Lavis in comodato gratuito per trent’anni.

Trentino Sviluppo ha finanziato l’opera con fondi provinciali (855.000 euro, comprese le varianti). Al Comune spettano gli oneri di infrastrutturazione dell’acquedotto e le parti a verde. Verrà quindi emesso un bando per la gestione dell’area.

Nelle prossime settimane verrà organizzato un incontro con le aziende dell’area industriale di Lavis per illustrare la nuova opera e individuare l’eventuale interesse di imprese locali alla gestione del bar e dell’intera struttura.

L’intervento risulta innovativo sia per la forte collaborazione tra Trentino Sviluppo e un ente locale, il Comune di Lavis appunto, sia per la tipologia di intervento, volto alla qualificazione e al potenziamento dei servizi pubblici di un’area industriale, pensata come un pezzo di città nella città e non come un oggetto estraneo al tessuto urbano.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza