Connect with us
Pubblicità

Politica

La democrazia della sinistra, «Sparate a Salvini». Lui: «Vado avanti senza paura»

Pubblicato

-

La foto è stata pubblicata dal ministro dell’Interno Matteo Salvini sulla sua pagina facebook nella mattinata.

Quanto scritto sul muro dell’università di Parma ricorda i tempi bui del ’68 e l’inizio degli anni di piombo, quelli per intenderci della Brigate rosse.

Come sempre Matteo Salvini non si scompone e replica senza paura con l’hastag storico #primagliItaliani: «Non sparate a salve, sparate a Salvini» – scrive – scritta comparsa a Parma. Mi fanno pena. Io non ho paura, andiamo avanti»!

Pubblicità
Pubblicità

Siamo alle solite. Per i signori della sinistra, estrema, centri sociali, anarchici, quelli del PD accettare pensieri diversi dai loro è una cosa che quasi repelle.

Nonostante le figuracce della rivista Rolling Stones,  dei preti che protestano nelle piazze invece che rimanere nelle chiese desolatamente vuote, delle quattro isolate e tristi magliette rosse, dei radical chic con le ville al mare o in Svizzera continuano a non rispettare il voto della maggior parte degli italiani.

Parlano di cultura, intelligenza, diritti civili (degli altri) e si riempiono la bocca con paroloni che capiscono solo fra di loro e poi sono talmente democratici e intelligenti che se uno non la pensa come loro viene subito bollato come ignorante, zotico e razzista.

E poi sono gli stessi che si chiedono affranti come mai alle elezioni vengono presi a calci, e coloro che vogliono dare un segno di cambiamento.

Pubblicità
Pubblicità

Il cambiamento lo hanno voluto quelli che non hanno votato una sinistra imbarazzate che ha devastato il nostro paese.

Pubblicità
Pubblicità

Politica

CasaPound, al via il 25 gennaio in tutta Italia le “feste del tesseramento”

Pubblicato

-

Da Napoli a Bolzano, da Lecce ad Aosta, si svolgerà sabato 25 gennaio in oltre 100 città italiane la “festa del tesseramento” di CasaPound Italia, appuntamento col quale tradizionalmente il movimento della tartaruga frecciata apre la propria campagna di iscrizione.

“Gli appuntamenti – spiega CasaPound – avranno luogo nelle nostre sedi dislocate lungo tutta la penisola e in locali delle città, e costituiranno un’occasione aperta a tutti i cittadini non solo per iscriversi contribuendo così fattivamente a sostenere il movimento, ma anche per conoscere i nostri militanti e le nostre iniziative“.

“È proprio la nostra presenza radicata sul territorio – prosegue CPI – fatta di attività a fianco del popolo italiano che spaziano dalla politica, alla cultura, allo sport, al sostegno delle fasce più deboli della popolazione con raccolte alimentari e altre attività solidali, a far sì che i tentativi di censura nei nostri confronti, nei social o sul territorio, siano destinati a non avere successo.

PubblicitàPubblicità

Noi ci saremo comunque, sempre più attivi a fianco degli italiani e per la riconquista della nostra sovranità nazionale, e invitiamo tutti a venire a trovarci fin da sabato“.

Di seguito l’elenco delle iniziative programmate per sabato 25 con i relativi orari per il TRENTINO ALTO-ADIGE:

Trento

Dalle 17 alle 20 a il Baluardo in via Marighetto, 56

Pubblicità
Pubblicità

Riva del Garda 

Dalle 21 al Faro in via San Nazzaro 83c

Bolzano 

Dalle 10.30 a mezzanotte alla Rockaforte in via Cesare Battisti VIII

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Politica

Elezioni Trento 2020: La volata è tra Marcello Carli e Mirko Bisesti. Deciderà il risultato dell’Emilia Romagna

Pubblicato

-

La coalizione di centro destra ha un suo candidato sindaco.

Marcello Carli ha dato la sua definitiva disponibilità dopo alcuni giorni di riflessioni.

La sua candidatura unirebbe una buona parte moderata della comunità del capoluogo alla coalizione di centro destra e la gran parte del mondo cattolico Trentino dentro il quale Carli è molto conosciuto.

Pubblicità
Pubblicità

Carli non è nuovo alla politica perché è stato consigliere provinciale dell’Udc.

51 anni, imprenditore, cresciuto nella Democrazia cristiana, laureato in economia politica nel 1994, anche se da tempo lontano dal mondo della politica risulterebbe essere il profilo giusto per l’eventuale poltrona di Sindaco di Trento.

La sua investitura doveva essere confermata questo sabato ma è stata rinviata per il sopraggiungere di una clamorosa indiscrezione

Matteo Salvini impegnato nella campagna elettorale in Emilia Romagna avrebbe avuto un incontro segreto con Mirko Bisesti sabato a Maranello.

Pubblicità
Pubblicità

Lo stesso leader della Lega avrebbe consigliato il segretario della Lega Trentina di attendere i risultati delle elezioni di domenica in Emilia Romagna prima di dare l’annuncio del candidato.

In caso di vittoria della Lega in terra emiliano romagnola infatti Salvini spingerà verso la candidatura a Sindaco di Mirko Bisesti che dovrà quindi accettare.

La vittoria della lega in Emilia, terra che negli ultimi 70 anni è sempre stata governata dalla sinistra, darebbe infatti ampie garanzie a Salvini sulla possibilità di vincere con un candidato leghista anche a Trento.

Comunque vada ora la coalizione di centrodestra ha il suo candidato Sindaco.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Politica

Gianfranco Merlin espulso dalla Lega

Pubblicato

-

La decisione è stata presa dopo l’invio di un comunicato da parte dello stesso Merlin a tutte le redazioni dei giornali dove si firmava “Coordinatore per la campagna elettorale Divina Sindaco”.

Non si sa bene se i contenuti del comunicato fossero condivisi dall’ex senatore oppure riportati a sua insaputa.

Sta di fatto che Gianfranco Merlin da mesi sta conducendo una campagna sui social in favore di Divina Sindaco, quindi pare difficile pensare che l’ex senatore non fosse a conoscenza di quello che stava succedendo.

Pubblicità
Pubblicità

Peraltro una campagna pubblicitaria dove vengono diffusi dei video con delle interviste anche di sindaci di sinistra. Quindi non è ben chiaro l’obiettivo che Merlin voleva raggiungere.

Come tesserato della Lega pare avesse già ricevuto un richiamo dalla segreteria per studiare nel merito un’operazione condivisa ma lui ha continuato a tirare diritto.

La campagna pubblicitaria sostenuta da Merlin a favore di Divina non è mai stata coordinata con la segreteria della Lega creando così confusione fin dall’inizio.

Sono infatti stati molti i militanti che sono rimasti disorientati da quanto succedeva.

Pubblicità
Pubblicità

Ieri la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Nel comunicato a sua firma Merlin si è inventato delle cose inesistenti tirando anche in ballo nomi e partiti che erano all’oscuro di tutto.

Merlin ha scritto che era nata una lista delle civiche con tanto di logo con candidato sindaco Divina. Tutti hanno subito smentito affermando di non sapere nulla a riguardo.

Dopo poche ore dall’uscita del comunicato il segretario della lega Mirko Bisesti, correttamente, ha telefonato a Merlin comunicandogli che era stato espulso dal partito. 

 

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza