Connect with us
Pubblicità

motori

I motociclisti trentini al raduno internazionale della Ducati

Pubblicato

-

Mancano ormai meno di due settimane all’inizio del World Ducati Week, l’evento che raccoglie gli appassionati Ducatisti, un appuntamento che si rinnova ogni due anni da oramai due decenni, la prima edizione è infatti del 1998 e anche quest’anno si celebrerà sulla riviera romagnola, all’interno del circuito Marco Simoncelli.

Sarà presente anche il Trentino, attraverso il Desmo Owners Club Trentino, club ufficiale del marchio di Borgo Panigale e visto che il presidente del club, Lorenzo Galasso, è un nostro amico e storico collaboratore, abbiamo approfittato per fargli qualche domanda di approfondimento.

E’ veramente un evento così partecipato questo World Ducati Week?

Pubblicità
Pubblicità

Certo che si! Iniziamo con il dire che tra di noi ci limitiamo a chiamarlo WDW: è più immediato. Diciamo che in Ducati sono stati premiati per la costanza e la pazienza: i primi WDW erano eventi piccoli, riservati per i pochi appassionati del marchio, man mano che sono passate le edizioni, il numero di partecipanti cresceva e anche se l’azienda ha attraversato momenti difficili, non ha mai rinunciato a organizzare il WDW, un impegno tutt’altro che semplice e nell’ultima edizione erano quasi novantamila partecipanti nei tre giorni di raduno.

Così tanta gente, ma solo italiani o arrivano anche dall’estero?

Ovviamente arrivano moltissimi stranieri, è anche quello il bello, conoscere altre persone con la tua stessa passione da tutto il mondo!

E questi stranieri vengono in moto?

Si molti si, diciamo che gli europei vengono quasi tutti con la loro moto, in passato ho visto arrivare moto targate Finlandia, tanto per fare un esempio, ma ci sono anche quelli che uniscono l’evento all’impresa, come il gruppo di cinesi che nel 2016 partì in sella alle loro Ducati da Pechino per arrivare a Misano, o il gruppo degli Emirati Arabi che ha spedito le moto in Inghilterra e da lì hanno attraversato tutta l’Europa in sella per arrivare al circuito Marco Simoncelli!

Dicevamo che in quest’edizione ci sarà una rappresentanza ufficiale dal Trentino, ce ne puoi parlare?

Si, innanzitutto chiariamo che i trentini hanno sempre partecipato al WDW, solo che non avevano un club ufficiale, solo appassionati, magari con un loro club, ma non “DOC”, (Desmo Owners Club). Quest’anno avremo il club ufficiale che parteciperà per la prima volta ed è un immenso piacere e onore esserne il presidente. Permettimi un pizzico di orgoglio nel pensare ai nostri soci che girano per il WDW con la maglietta del club, su cui spicca la dicitura DOC Trentino, oltre ad altri particolari che identificano la nostra terra, ma che al momento non posso svelare, visto che la maglietta speciale in edizione WDW del club è ancora “segreta”.

Addirittura maglie speciali?

Si certo! Tutti i club vogliono celebrare questo momento e cosa c’è di meglio di una maglietta originale e dedicata al proprio club da indossare con orgoglio a Misano? C’è sempre un po’ di campanilismo quello buono in questi eventi e anche noi del Trentino abbiamo voluto sottolineare le nostre terre, anche ricordando a tutti che le nostre montagne, se vissute responsabilmente, sono il paradiso per le nostre moto!

Dicevi che per i trentini è il primo WDW con un club ufficiale, ma questo cosa vuol dire per loro?

Beh, innanzitutto lo sconto sul biglietto: i soci “DOC” hanno un prezzo particolare, quasi il 50% di sconto sul biglietto d’ingresso, ma anche gli sconti riservati ai soci nel negozio ufficiale Ducati all’interno del circuito, oltre al piacere della compagnia dei propri amici e compagni di club. Ovviamente, come tutti i club, il direttivo ha organizzato i gruppi per scendere in Romagna insieme, a seconda delle esigenze dei singoli soci, dando anche indicazioni e consigli utili a tutti coloro che non hanno mai partecipato ad un WDW e durante l’evento il telefono del club sarà sempre attivo e qualcuno del direttivo sarà a disposizione per inidicare le varie attività più interessanti, così come per rispondere a quesiti e problemi dei soci.

Un servizio a 360 gradi insomma?

Si, ma non chiamiamolo “servizio”, in fin dei conti non siamo pagati per il lavoro che facciamo con il club. Il direttivo fa tutto per il piacere di aiutare e aggregare gli appasionati del marchio, non è di certo un lavoro retribuito, anzi, spesso investiamo tempo e soldi di tasca nostra, ma fa parte dell’impegno che ci spinge a creare un gruppo di amici con la comune passione del motociclismo in generale e per la Ducati in particolare.

A questo proposito, i vostri iscritti sono tutti possessori di Ducati?

No, in realtà non tutti, ovviamente la maggior parte, ma non è un requisito necessario per stare con noi: abbiamo alcuni soci che hanno altri marchi italiani, come Moto Guzzi o le classiche “giapponesi”, ma personalmente ho sempre pensato che non c’è una moto migliore dell’altra. In realtà, c’è solo la moto più adatta al motociclista che la possiede, che lo rende più felice, quindi non ha senso escludere una persona perché non ha una Ducati: la base è la passione per il motociclismo, poi è ovvio che la maggioranza del soci è un possessore di Ducati, ma se qualcuno ha piacere di stare con noi e non si formalizza sul fatto che il club è ufficiale Ducati, per il resto è benvenuto!

Andando oltre il WDW, cosa si fa nel vostro club?

Il club basilarmente organizza giri in moto in compagnia, ma anche serate speciali ed eventi particolari, come i week end al mare, momenti di aggregazione e divertimento tra di noi. Che poi il divertimento stia nell’andare in moto sulle nostre montagne o passare una serata in compagnia degli amici non conta, quello che conta è divertirsi e stare insieme, uniti da quel filo comune che è la passione per il marchio Ducati e per le moto.

Come vi si trova? Ci si apposta su qualche passo di montagna?

Sarebbe un’idea! Una specie di rito d’iniziazione: “Se ci trovi sul passo ti puoi iscrivere!”, ma forse non faremmo molti iscritti, scherzi a parte, non abbiamo una vera sede nostra, usiamo molto Facebook, dove abbiamo la nostra pagina ufficiale, nella quale pubblichiamo sia le serate che facciamo, che i giri in moto, il tutto in modo pubblico, così che chi vuole unirsi è il benvenuto. Abbiamo una sede onoraria che è il Porteghet a Trento centro, il cui proprietario è un nostro socio, ma ci troviamo anche al Galloway di Trento sud, il primo e il terzo giovedì del mese dalle 20 in poi, così che se qualcuno vuole venirci a conoscere è il benvenuto!

Prima parlavi di campanilismo “buono”, ma nel club siete tutti trentini?

Certo che no! Innanzitutto abbiamo molti che arrivano da Bolzano, ma abbiamo anche soci che hanno il piacere di stare con noi, anche se magari vengono dall’estero, come Michael dalla Germania o Hansi dall’Austria e il bello è che partecipano ai giri in moto e alle serate insieme tutte le volte che possono!

Grazie per il tempo che ci hai dedicato Lorenzo e buon WDW!

Grazie a voi, anche a nome di tutto il direttivo del club, che oltre al sottoscritto, vorrei ricordare che è formato da Elena Sester vice presidente, Walter Bonatti tesoriere, Emanuela Briani segretario!

Pubblicità
Pubblicità

motori

Dieselgate Volkswagen: problemi con l’aggiornamento del software

Pubblicato

-

Il software di aggiornamento per i motori oggetto del dieselgate Volkswagen sembrerebbe “sospetto”, secondo quanto recentemente riportato dal quotidiano tedesco Bild nella sua edizione domenicale ed in quella dedicata ai motori Auto Bild. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

motori

Dieselgate Volkswagen, rimandata l’udienza

Pubblicato

-

L’udienza prevista il 9 dicembre al Tribunale di Venezia, per lo scandalo Dieselgate Volkswagen, è stata rinviata a maggio 2019. Questo per dar modo al Tribunale di protocollare le oltre 76 mila adesioni alla class action (fonte Altroconsumo). (altro…)

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

motori

Porsche acquista lo storico gruppo Dorigoni di Trento fondato nel 1946

Pubblicato

-

Porsche Holding Salzburg firma un contratto per l’acquisizione del gruppo Dorigoni S.p.A. di Trento.

Tre sedi in cui si vendono i marchi del gruppo Volkswagen.

Un ulteriore passo avanti nel percorso di crescita strategica della Porsche Holding Salzburg. 

Pubblicità
Pubblicità

L’acquisizione da parte della ditta tedesca era ormai nell’aria da alcune settimane, oggi la conferma arriva dalla stessa Holding.

Dorigoni, concessionaria storica in Trentino, fondata nel 1946, nel corso degli anni è cresciuto con successo. Nelle sue attuali tre sedi (due a Trento e una a Rovereto) si vendono i marchi del gruppo Volkswagen.

Nelle tre sedi lavorano 167 dipendenti. Nel 2017 l’azienda ha venduto 3.330 vetture nuove realizzando un fatturato di 132 milioni di Euro. “La vendita del gruppo Dorigoni S.p.A. alla Porsche Holding Salzburg, che per noi rappresenta un modello dal punto di vista della visione, della strategia e dei risultati, darà ai nostri dipendenti, oltre ad una accresciuta sicurezza sociale, la possibilità di continuare a migliorare in termini di tecnologia, management e leadership” afferma Paolo Dorigoni, proprietario e amministratore delegato di Dorigoni S.p.A. Porsche Holding

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza