Connect with us
Pubblicità

Alto Garda e Ledro

Alto Garda, casalinga trova un buono postale di 5000 lire del 1959: oggi vale una fortuna

Pubblicato

-

Una signora residente nell’Alto Garda potrebbe aver trovato un tesoretto che non sapeva di custodire in casa propria da una vita.

La donna, una casalinga 59enne, mettendo in ordine nella propria cantina, ha scoperto in uno scatolone un buono postale fruttifero di 5000 lire, fattole in occasione della sua nascita, nel lontanissimo 1959.

Il titolo, del quale la donna non aveva mai saputo nulla, è stato stimato attutalmente corrispondere a una cifra di circa 43mila euro.

PubblicitàPubblicità

Infatti, secondo gli avvocati, con 5000 lire all’epoca ci si potevano comprare beni come auto di lusso.

La signora trentina ha dato mandato ad un ufficio legale per il recupero della somma presso Poste italiane ed il Ministero delle Finanze, obbligati in solido ad onorare tutti i debiti esistenti anche prima dell’avvento della Repubblica Italiana.

I legali hanno inoltrato richiesta alla quale dovrà essere data risposta entro 60 giorni.

PubblicitàPubblicità

Difficilmente le Poste potranno rispondere negativamente, ovvere affermare che il buono è caduto in prescrizione.

Molto probabile che la casalinga riesca a ottenere una cospicua cifra, ma questa potrebbe essere anche ricalcolata dalle poste in una somma diversa. Non resta quindi che attendere l’evoluzione della vicenda.

Pubblicità
Pubblicità

Alto Garda e Ledro

Violento incidente frontale: 2 bambini fra i 5 feriti gravi a Trento

Pubblicato

-

Immagine RAI

Cinque feriti, compresi due bambini, in uno scontro frontale avvenuto ieri sulla strada fra Sarche e Ponte Arche. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Alto Garda e Ledro

Giovani e territorio: 700 mila euro per il progetto Tenno 4.0. Erogate 42 borse di studio

Pubblicato

-

Come rilanciare lo sviluppo locale e favorire la permanenza dei propri giovani all’interno di una piccola porzione di territorio verticale che va dai 100 ai 2.000 metri?

Parte il progetto innovativo Tenno 4.0 – giovani e territorio, finanziato da Klaus Zumwinkel, attuale proprietario del castello di Tenno, che risponde alle esigenze emerse circa lo sviluppo socio-economico e culturale della comunità del Comune trentino e delle zone limitrofe.

L’obiettivo è quello di supportare i giovani nel loro percorso formativo e lavorativo e, al tempo stesso, di favorire processi di integrazione tra le realtà produttive e associative e i progetti (di vita, formativi, imprenditoriali) di cui i giovani sono portatori.

PubblicitàPubblicità

Il progetto – che a livello operativo è gestito dall’Università IUSVE (Istituto Universitario Salesiano Venezia) con il patrocinio del Comune di Tenno e il sostegno dell’Unità Pastorale “Papa Giovanni XXIII” – ha l’ambizione di avviare dei percorsi che possano portare la comunità di Tenno a gestire le dinamiche di mutamento, non subendo passivamente gli eventi e collegandosi alla più ampia rete comunitaria della Provincia.

Quattro sono le linee di finanziamento previste:

– le prime tre relative all’erogazione di borse di studio e di stage presso Università e centri di alta formazione professionale provinciali, nazionali e internazionali;

PubblicitàPubblicità

– la quarta linea prevede la realizzazione di progetti “pilota” che – facendo leva sull’intraprendenza giovanile, in sinergia con aziende e associazioni locali – mirino alla valorizzazione delle specificità del territorio (ambientali, storiche, culturali, produttive, enogastonomiche, artistiche) e allo sviluppo locale, anche in chiave di apertura al Basso Sarca, alla Provincia di Trento, all’Europa.

Klaus Zumwinkel, (foto)già amministratore delegato e presidente di Deutsche Post DHL, uno dei principali poli logistici mondiali, e attualmente impegnato in numerose attività filantropiche a livello internazionale, assicura il finanziamento del programma che prevede l’investimento di 700.000 euro in quattro anni, dal 2019 al 2022.

Nell’arco dei quattro anni, saranno erogate 42 borse di studio a studenti meritevoli: 18 borse di laurea, 8 borse post-laurea e 16 borse per alta formazione professionale.

Sarà inoltre costituito un importante fondo per tirocini per studenti dei Centri di Formazione Professionale (CFP) e borse di formazione, lavoro e ricerca per giovani studenti e lavoratori a supporto del rilancio economico e sociale del territorio.

Grande soddisfazione è stata espressa da tutti gli enti che hanno lavorato in questi mesi per la messa a punto del progetto per rendere concreto il piano: il Comune di Tenno, l’Unità Pastorale “Papa Giovanni XXIII”, l’Università IUSVE congiuntamente alla procura Missionaria Salesiana di Bonn, già partner di numerosi progetti di Klaus Zumwinkel.

Sono previsti nel mese di novembre incontri territoriali aperti alla cittadinanza per la presentazione del Progetto e delle modalità di partecipazione al Bando.

Primo incontro in programma: 3 dicembre ore 20.30 presso la sede parrocchiale della chiesa di Varone.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Alto Garda e Ledro

Grazie a WindCity il vento del Garda accenderà i lampioni del lungolago di Torbole

Pubblicato

-

Da oggi l’illuminazione del lungolago di Torbole sul Garda si fa green, grazie all’installazione, in località Conca d’oro, di una turbina eolica intelligente brevettata dalla startup WindCity. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

PubblicitàPubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

Archivio

di tendenza

fortemalia inserto magazine

fortemalia.it