Connect with us
Pubblicità

Trento

Associazione Cinese Trentino, Wu: “L’Italia non è razzista, noi siamo lavoratori e rispettiamo la legge. Non ci piace l’immigrazione cattiva”

Pubblicato

-

Hao Wu
Pubblicità

Pubblicità

L’Italia e le sue regioni, compreso il Trentino, non fanno che parlare di immigrazione e, impropriamente, di razzismo in un mondo ormai globalizzato.

Il problema non è la razza, non è la pelle, i tratti somatici.

La discriminante tra i popoli è soltanto la volontà o meno di integrarsi con l’ambiente in cui ci si trasferisce.

Pubblicità
Pubblicità

Chi parla di discriminazione sulla base di razze, provienenza e tratti somatici forse è rimasto indietro di 20 anni.

Ne abbiamo discusso, assieme ad altri aspetti culturalmente interessanti, anche con Hao Wu, presidente della neonata Associazione Cinese Trentino.

Anche i cinesi sono stranieri, ma integrati, e percepiscono la realtà esattamente come gli italiani: accoglienza si, ma solo a immigrati “buoni”, pacifici, lavoratori.

Pubblicità
Pubblicità

D. Hao, raccontaci di come sei arrivato in Italia con la tua famiglia.

R. Io sono del sud della Cina, della regione di Zhejiang, dalla quale sono arrivati quasi tutti i cinesi in Italia. Il motivo per il quale si sono spostati è principalmente economico. 20 anni fa in Italia si guadagnava molto rispetto alla Cina grazie al cambio della valuta mentre ora è calato della metà del valore. Ora c’è meno interesse a trasferirsi, adesso si sta bene in Cina dopo la rivoluzione. C’è lavoro e si guadagna bene.

Come è stato l’impatto con l’Italia?

Di solito si arriva in Italia sempre nei posti dove si sono stabiliti amici e parenti per poi seguire il lavoro. Ovviamente chi si sposta porta altri amici e parenti.

Le maggiori difficoltà quali sono state?

La maggiore difficoltà è sicuramente la lingua, essendo il cinese e l’italiano completamente diversi. Per noi della seconda generazione, che abbiamo frequentato le scuole, è diverso. Io ho vissuto i primi 8 anni in Cina, ma poi qui ho imparato un po’ alla volta. Su certi termini più profondi la madrelingua è il cinese, ma con l’italiano me la cavo tranquillamente avendo vissuto qui 12 anni.

Come vi siete trovati in Trentino?

I vicini sono molto gentili, ci siamo trovati molto bene. Anche gli insegnanti, i compagni, in un’estate sono riuscito a cavarmela abbastanza bene con l’italiano. In Trentino ci siamo trovati molto bene. I primi cinesi sono arrivati in Trentino nel 2000 anche se in Italia c’erano già da prima.

Parliamo del delicato dibattito dell’immigrazione. In fondo siete immigrati anche voi, ma non se ne parla mai negativamente come chi viene dall’Africa o Est Europa. Non si sente parlare di razzismo. Perché?

Noi cinesi siamo dei buoni lavoratori, sin dai primi connazionali che sono approdati in Italia, e rispettiamo la legge. Noi siamo venuti per avere una vita migliore cercando di lavorare di più. Forse chi viene da altri paesi ha idee diverse, magari se non lavorano pensano che il governo gli darà qualcosa. La mentalità di un cinese è soltanto lavorare di più per avere di più. I cinesi creano lavoro, pagano le tasse, contribuiscono al sistema.

Voi come cinesi cosa pensate dei dibattiti sui media riguardo agli sbarchi e all’accoglienza?

Secondo me ci sono immigrati buoni e cattivi. Ci sono quelli che vogliono lavorare e quelli che non si vogliono integrare. Per noi cinesi chi vuole venire a lavorare è benvenuto, chi causa problemi no. Anche sui social cinesi alle volte girano news di furti nei nostri negozi da parte di immigrati. Il dibattito è un po’ simile a quello che c’è tra gli italiani, siamo divisi. La maggior parte vuole quelli che vogliono lavorare. Vogliamo vivere in una società tranquilla.

Pensate quindi che l’Italia sia razzista o no?

Non ho mai trovato problemi qui, sono stato accolto bene. Ci sono sempre casi negativi, ma accadono molto poco. Non ho mai avuto problemi a scuola, molto raramente ci sono news di discriminazione riguardo ragazzi cinesi. Non è un paese razzista. Io e i miei amici ci siamo stabiliti qui, vogliamo fare la nostra vita qui. Io mi sento già mezzo trentino, sono abituato qui e sicuramente rimango qui. Con la nostra associazione tante persone vogliono imparare il cinese. Lo facciamo per i bambini cinesi qui in Italia che non hanno mai parlato cinese, ma abbiamo tante richieste da italiani. Se riusciamo ad avere l’aula lo faremo.

Come è stato l’incontro con la cucina italiana?

Quando i cinesi sono arrivati in Italia il grosso problema era il formaggio perché in Cina non si produce e non riuscivano a mangiarlo. La nostra cucina ha molta varietà di cibo. Nel tempo il formaggio è entrato anche nella nostra dieta.

Si dice che siete un popolo chiuso, è vero?

Non penso che i cinesi siano chiusi, è solo questione di tempo. Anche noi siamo abituati a intrattenere rapporti di buon vicinato, salutiamo le persone, le invitiamo a cena.

Tu ti senti italiano, ti senti cinese, chiederai la cittadinanza?

Diventare cinese è più difficile, ci sono severi criteri rispetto all’Italia. Io non chiedo la cittadinanza italiana, potrei votare ma poi perderei quella cinese. Ci sono pochissimi stranieri a cui viene data la cittadinanza cinese. E’ più facile se si hanno antenati cinesi, per un italiano che arriva è quasi impossibile anche se può stabilirsi e vivere in Cina. Comunque credo che conoscere più culture sia un vantaggio. 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Italia ed estero3 ore fa

Clamoroso ai mondiali del Qatar: fermati per corruzione quattro italiani a Bruxelles

Valsugana e Primiero3 ore fa

Viabilità, revocato ad Ospedaletto il divieto di transito dei mezzi superiori a 7,5 tonnellate diretti verso Trento

Trento3 ore fa

Morto Eugenio Tani, l’imprenditore diventato leggenda

Musica4 ore fa

Terzo appuntamento jazzistico al Museo Diocesano Tridentino dedicato a Chick Corea

Val di Non – Sole – Paganella4 ore fa

La Fondazione Cassa Rurale Val di Non premia gli studenti meritevoli: in palio 9 borse di studio per le tesi di laurea magistrale sulla valle

Italia ed estero4 ore fa

Prevenzione, la Francia annuncia: “Preservativi gratuiti per i ragazzi”

Spettacolo6 ore fa

È in arrivo “Avatar, la via dell’Acqua”, uno dei titoli più attesi dell’anno

Rovereto e Vallagarina6 ore fa

A Rovereto la povertà preoccupa: numerose le famiglie in difficoltà

Le ultime dal Web6 ore fa

Celine Dion: “sono affetta da un raro problema neurologico”

SALUTE6 ore fa

Allarme influenza stagionale: quanto dura e i sintomi

Vita & Famiglia6 ore fa

Cappato si autodenuncia per morte di un 44enne. Pro Vita & Famiglia: «Giustizia faccia suo dovere, punisca chi promuove morte a fragili»

Val di Non – Sole – Paganella17 ore fa

Andalo, cambia il sistema di conferimento dei rifiuti da parte delle aziende

Italia ed estero18 ore fa

Addio al bonus 18enni, i fondi a spettacoli ed editoria

Val di Non – Sole – Paganella19 ore fa

L’intera Val di Non imbiancata: Vigili del Fuoco al lavoro

Trento20 ore fa

Ordine Infermieri: «Restituire ai pazienti la vicinanza dei familiari significa restituire un diritto umano»

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento3 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Io la penso così…1 settimana fa

Coredo: «I maiali che mangiavano fango: il veterinario si dimetta»

Trento2 settimane fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Io la penso così…5 giorni fa

Sono fan dei Maneskin…ma quando si esagera non va bene

Trento3 giorni fa

Circonvallazione ferroviaria Trento: pian piano la verità viene a galla

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Trento3 settimane fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Trento1 settimana fa

Gallerie Martignano: da dicembre saranno attivi gli autovelox

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Le ultime dal Web4 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Meteo3 giorni fa

Da giovedì sera sul Trentino torna la neve anche a quote basse

Trento4 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Val di Non – Sole – Paganella6 giorni fa

Paura nella notte a Cles: a fuoco un’abitazione in zona Spinazzeda

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza