Connect with us
Pubblicità

Politica

Eccellenza della sanità trentina? Politiche sociali, Robbi (AGIRE): «A me non risulta. Guardate dove vive quest’uomo»

Pubblicato

-

“Leggo dappertutto di un Trentino virtuoso – ci spiega Gian Piero Robbi di Agire per il Trentino -, eccellenza della sanità e non solo. Quotidiani, agenzie di stampa, politici. Tutti a incensare questa splendida provincia dove tutti sono assistiti a dovere e dove nessuno viene emarginato. A leggere questi articoli c’è quasi da commuoversi.”

“Peccato che io vengo contattato quotidianamente da persone di varia estrazione sociale e spesso disabili che vivono in condizioni di disagio assoluto, con pensioni da fame o misere indennità come il famigerato assegno unico provinciale. Ma piuttosto che “sparare nel mucchio” come fanno tutti, preferisco portare alla luce la situazione di Vigilio Pangrazzi, un nostro cittadino disabile di Malè, un comune della Val di Sole dove in inverno fa molto freddo.”

Stiamo parlando di una persona invalida al 100% dal 1989 a causa di un incidente automobilistico. A causa di un inghippo burocratico per anni ha percepito una pensione superiore a quella che avrebbe dovuto percepire (aveva un altro lavoretto e sforava di qualche centinaia di euro la somma che gli spettava). Naturalmente lui non aveva alcuno strumento o parametro di riferimento per potersene rendere conto, senza contare che la sua invalidità non gli permette di esprimersi molto chiaramente e di rendersi conto di quello che gli accade intorno con la consapevolezza di una persona per così dire “normale”.

PubblicitàPubblicità

Una volta accortasi dell’errore, l‘Inps ha chiesto al Vigilio di rientrare di tutta la pensione percepita per una somma di circa 32 mila euro. Vigilio, con un lavoretto partime da 650 euro al mese e senza indennità di accompagnamento, risponde che è impossibilitato a saldare il debito e l’Inps procede con l‘ipoteca della casa.

A parziale risarcimento della situazione, il Comune gli propone un alloggio alternativo nel classico posto “dimenticato da Dio” lontanissimo dal lavoro, unica sua fonte di sostentamento. Vigilio rifiuta di trasferirsi nell’altro alloggio e decide di continuare a vivere nella “sua” casa, se così possiamo definirla, è una colpa? Credo proprio di no.

“Vigilio – continua Robbi – oggi vive in quella casa (foto sotto) che vedete in condizioni disumane. Ogni giorno deve fare quella rampa di scale. La casa è fatiscente, senza riscaldamento. Vigilio ha difficoltà anche in tutti quei meccanismi giornaliere che richiede il nostro corpo, è un disabile apparentemente abbandonato dal comune, dal sindaco, dalla comunità di valle e dalla società TUTTA. Se non fosse per l’aiuto dei suoi amici, che lo aiutano nel quotidiano e gli portano su la legna per l’inverno, sarebbe facilmente già morto di stenti o di freddo.”

Pubblicità
Pubblicità

La legge non ammette ignoranza, Vigilio avrebbe dovuto autocertificare quella somma sforata direte voi e in seguito avrebbe dovuto accettare l’appartamento del comune, ma è pur vero che è disabile al 100%, ha sempre vissuto nella sua casa e non capisce troppo chiaramente il motivo per cui deve rinunciarci.

Vigilio ha bisogno di essere “accompagnato e aiutato nel quotidiano“, è normale che possa essere incappato in qualche errore, al di là di quello che è successo in passato e che evitiamo di raccontare per opportuna (in questo caso) privacy.

“Ci farebbe molto piacere – conclude Robbi – se l’assessore Luca Zeni del PD anziché presenziare in tutti i salotti a sproloquiare prendesse in carico la situazione di Vigilio perché sta vivendo una condizione di disagio assoluto, di emarginazione e di solitudine, chiaro è che se volesse andare a trovarlo, è meglio che cambi le sue scarpe con un paio adatte alla zona impervia (la sua casa) in cui vive.”

Pubblicità
Pubblicità

Politica

Elezioni provinciali 2018: ai blocchi di partenza 11 candidati presidente e 22 liste

Pubblicato

-

Si sono concluse nella serata di ieri le operazioni di deposito delle candidature a presidente e delle relative liste per la partecipazione alle elezioni provinciali del 21 ottobre.

L’ammissione compete all’Ufficio centrale circoscrizionale che dovrà esprimersi entro domani, venerdì 21 settembre.

Sabato è previsto invece il duplice sorteggio prima dei candidati a presidente e poi delle liste, valido per determinare l’ordine sulle schede elettorali.

PubblicitàPubblicità

Di seguito l’elenco delle candidature alla presidenza della Provincia autonoma di Trento e delle liste depositate, in ordine di presentazione.

CANDIDATI PRESIDENTI

FILIPPO DEGASPERI
FILIPPO CASTALDINI
GIORGIO TONINI
MAURIZIO FUGATTI
PAOLO PRIMON
ROBERTO DE LAURENTIS
ANTONELLA VALER
FEDERICO MONEGAGLIA
MAURO OTTOBRE
UGO ROSSI
FERRUCCIO CHENETTI

LISTE IN ORDINE DI PRESENTAZIONE

Pubblicità
Pubblicità
LISTA 5 STELLE
FUTURA 2018
CASAPOUND
UNIONE DI CENTRO CON FUGATTI
AGIRE PER IL TRENTINO
FRATELLI D’ITALIA
AUTONOMISTI POPOLARI
FORZA ITALIA
L’ALTRO TRENTINO A SINISTRA
LEGA NORD
LISTA POPOLI LIBERI – FREIE VÖLKER – PRIMON
TRE
MOVIMENT LADIN DE FASCIA
CIVICA TRENTINA
UNIONE PER IL TRENTINO
LIBERI E UGUALI
RICONQUISTARE L’ITALIA
PD
AUTONOMIA DINAMICA
PARTITO AUTONOMISTA TRENTINO TIROLESE – P.A.T.T.
PROGETTO TRENTINO
FASSA

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Politica

Ecco i candidati della «Corazzata» Lega Trentino

Pubblicato

-

Depositati oggi i 34 candidati della lega Trentino in corsa per diventare il primo partito della provincia di Trento.

La «Corazzata» Lega Trentino è data al 25% in termini di consensi, in crescita. È il primo partito nazionale con il 34% dei consensi. Il raggiungimento del 25% vorrebbe dire circa 13/14 consiglieri seduti sui banchi del consiglio provinciale nella prossima legislatura. I candidati saranno presentati domani alle 17.00 presso piazza Garzetti a Trento

Bisesti Mirko 25/12/1988   Segretario Nazionale Lega Trentino  
Zanotelli Giulia 18/08/1987 Deputata Segretario Sez. Val di Non e Sole Consigliere comunale CLES
Savoi Alessandro 17/08/1958 Consigliere provinciale Presidente Lega Trentino  
Cattoi Vanessa 12/07/1980 Deputata Consigliere comunale ALA  
Paccher Roberto 27/09/1965 Assicuratore Segretario Circoscrizione Est Lega Trentino  
Segnana Stefania 20/09/1975 Deputata Segretario Sezione Borgo Valsugana Consigliere comunale BORGO VALSUGANA
Festini Brosa Gianni 24/04/1963 Libero professionista Segretario Organizzativo Nazionale Consigliere comunale TRENTO
Dalzocchio Mara 20/05/1956   Responsabile provinciale Enti locali Lega Presidente consiglio comunale ROVERETO
Paoli Denis 06/11/1986 Consulente bancario Segretario Sezione Rotaliana  
Loss Martina 24/02/1975 Dottore forestale Segretario Sezione Tesino e Primiero/Vanoi Consigliere Circoscrizione TRENTO
Angeli Viliam 26/07/1952 Pensionato Segretario Circoscrizione Sud Lega Trentino  
Ambrosi Alessia 14/04/1982 Funzionario di banca Segretario Sezione Valle dei Laghi  
Bisoffi Maurizio 08/02/1968 Imprenditore Segretario Sezione Rovereto Consigliere Comunità VALLAGARINA
Ceccato Monica 20/11/1977 Imprenditrice Segretario Sezione LAVIS  
Moranduzzo Devid 21/08/1984 Commerciante ambulante Consigliere comunale TRENTO  
Dalpalù Bruna 18/01/1955      
Rio Piercandido 25/07/1965 Artigiano Giardiniere Segretario Sezione Val Rendena  
Dalsass Elisa 16/12/1983 Operaia agricola Militante Lega Trentino  
Boso Erminio Enzo 09/07/1945 Pensionato già Senatore ed Europarlamentare  
Ferrari Monica 16/03/1967 Funzionario esperto    
Cavada Gianluca 24/06/1968 Cuoco e responsabile struttura Segretario Sezione Fiemme e Fassa  
Ianeselli Paola 02/04/1964      
Failoni Roberto 16/06/1968 Imprenditore    
Linardi Cristina 19/10/1976 Infermiera Consigliere Circoscrizione TRENTO  
Grazioli Luca 13/10/1977 Impiegato Consigliere comunale RIVE DEL GARDA  
Malfer Nicoletta 23/05/1964 Addetto alle vendite Segretario Sezione Arco  
Job Ivano 04/10/1972 Imprenditore    
Matuella Sandra 07/05/1970 Giornalista    
Marzari Fiorenzo 17/10/1955 Imprenditore Segretario Sezione Mori Presidente consiglio comunale MORI
Parisi Cinzia 22/06/1977 Segretaria d’albergo Segretario Sezione Bleggio Lomaso Banale Consigliere comunale Comano Terme
Perin Danilo 22/11/1966 Artigiano Segretario sezione Grigno-Ospedaletto Consigliere comunale OSPEDALETTO
Postal Claudia 20/12/1967 Impiegata Consigliere comunale TRENTO  
Vaona Alessandro 15/04/1985 Impiegato Segretario Sezione Avio Consigliere comunale AVIO
Rossato Katia 22/06/1979 Imprenditrice Militante Lega Trentino

PubblicitàPubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Politica

Lista UPT, sotto verifica per errori formali, a rischio di esclusione

Pubblicato

-

È stata depositata la lista dei candidati dell’Unione per il Trentino con solo 27 nomi. (sotto)

Ma in questi ultimi minuti rimbalzano voci che la lista è sotto verifica della commissione per alcuni errori formali con eventuale rischio di esclusione dalle elezioni. Fratelli d’Italia invece non è riuscita a raggiungere le 34 candidature. I nomi depositati infatti solo solo 30. 

Progetto Trentino ha presentato 29 candidati compreso il consigliere provinciale uscente Mario Tonina, mentre la lista Tre di De Laurentis solo 28

PubblicitàPubblicità

Gli errori formali nella lista dell’UPT riguarderebbero i nomi indicati come rappresentanti di lista e in alcune date.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • PubblicitàPubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

  • PubblicitàPubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • PubblicitàPubblicità

Categorie

Archivio

di tendenza

fortemalia inserto magazine

fortemalia.it