Connect with us
Pubblicità

Trento

«Non viaggio sul pullman guidato da un uomo». La provincia concede pullman e autista donna gratis per una ragazza musulmana

Pubblicato

-

Il fatto è stato denunciato da alcuni genitori di ragazzi disabili che improvvisamente non hanno più visto la ragazza musulmana salire sul pullman ma frequentare regolarmente le lezioni a scuola.

Quanto successo è oggetto anche di un’interrogazione provinciale alla giunta. (qui l’interrogazione)

La Provincia autonoma di Trento sembra abbia messo e disposizione una donna autista e un  pullman solo per una ragazza musulmana, dopo le insistenze della madre che lamenta che la figlia non può viaggiare, per motivi religiosi, sul pullman guidato da un autista uomo e insieme ad altri ragazzi e ragazze.

Pubblicità
Pubblicità

La cosa naturalmente è ancora tutta da provare, e sarà la risposta dell’assessore Luca Zeni a dipanare la matassa. Anche se la denuncia dei genitori pare molto dettagliata in proposito.

In Trentino esiste un consorzio, il CTA – Consorzio Trentino  Autonoleggiatori, a cui è stato assegnato dalla PAT il servizio  scolastico ed in particolare quello per gli utenti con disabilità.

Nel corso dell’anno una delle ditte associate al CTA – D’amico viaggi –  sembra abbia dovuto assumere una persona in più, pagata dai contribuenti trentini, per poter onorare gli impegni già presi con gli utenti abituali, poiché ha dovuto rendere disponibile in via esclusiva l’autista donna ed un pulmino per effettuare i trasporti di un’adolescente donna di religione musulmana.

Pubblicità
Pubblicità

Sembra che la famiglia di quest’ultima abbia opposto motivi religiosi per cui l’adolescente non potesse essere trasportata da autisti maschi e tantomeno potesse viaggiare in compagnia di altri utenti del servizio, anch’essi maschi.

La Provincia sembra abbia accordato la maggiore spesa e la conseguente erogazione del servizio dedicato solo alla ragazza musulmana.

La segnalazione arriva da un genitore italiano che dopo aver chiesto al consorzio Trentino Autonoleggiatori, non ricevendo nessuna risposta, ha deciso di rivolgersi al consigliere provinciale Claudio Cia.

Il consigliere di Agire ha depositato presso gli uffici provinciali un’interrogazione per verificare se la segnalazione corrisponde al vero.

Se tutto ciò dovesse corrispondere al vero, in un periodo di profonda difficoltà economica, la PAT ha erogato un servizio «VIP» poiché esclusivo per motivi religiosi, mettendo a disposizione della studentessa un’autista donna ed un automezzo solo per lei con costi elevatissimi per la comunità

«Ancora una volta la PAT  – se la cosa risultasse vera – attua delle politiche che generano sconcerto e rabbia e discriminazione nei confronti dei cittadini italiani esasperando gli animi».

In tal senso la giunta di centro sinistra solo pochi giorni fa aveva fatto l’ennesimo scivolone.

Il riferimento è alla delibera della Giunta provinciale nr. 820 dd 18.05.2018, con la quale la Provincia autonoma di Trento si impegnava a stanziare un totale complessivo di quattro milioni di euro a sostegno degli investimenti a favore della crescita e dell’occupazione, prevedendo però punteggi aggiuntivi alle imprese costituite da migranti e richiedenti asilo.

Delibera che dopo mille polemiche e pressioni venne ritirata frettolosamente dicendo che si era trattato di un errore.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]

Categorie

di tendenza