Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Presentato ufficialmente a Cles il nuovo Servizio di Trasporto Urbano

Pubblicato

-

Il Comune di Cles in collaborazione con Trentino Trasporti, ha presentato in conferenza stampa mercoledì 20 giugno, il nuovo Servizio Trasporto Urbano che partirà a Cles sabato 23.

Il Sindaco di Cles Ruggero Mucchi apre la conferenza sottolineando che questa iniziativa avrà effetto benefico sia sul traffico che sulla viabilità: “Abbiamo tratto esempio da altre esperienze in Val di Non di trasporto interno leggero da comuni che hanno maggior estensione, tipo Comune di Predaia e Ville d’Anaunia, che contano più paesi da servire facenti parte del medesimo comune e quindi necessitano di maggior trasporto, rispetto a noi che abbiamo 4 frazioni e alcuni rioni, quindi una dislocazione più compatta, intensa e corposa. Prendendo spunto da Mobility Plan e Masterplan e da diverse richieste, la popolazione ha manifestato la necessità di spostarsi con comodità nel paese; grazie anche all’interrogazione posta dall’Assessore Carmen Noldin abbiamo colto suggerimenti efficaci. In un primo momento pensavamo ad una fusione con il comune di Tuenno (prima che divenisse Ville d’Anaunia) e l’allora Sindaco Pietro Leonardi per intavolare un collegamento tra Tuenno e Cles. Il servizio è pensato principalmente per le persone non autosufficienti, non automunite, anziani, i residenti nelle frazioni. Poi speriamo in futuro che si possa ridurre il traffico veicolare, e di aver una sinergia anche con i paesi limitrofi; intanto proviamo a fare quest’ esperienza”.

Interviene l’Assessore ai Lavori Pubblici Massimiliano Girardi che spiega: “Il Sindaco ci ha incaricato nell’autunno dell’anno scorso di organizzare questo servizio che non era mai stato effettuato in questo comune; ringrazio in proposito il Consigliere Massimiliano Fondriest per la collaborazione attiva: in sei mesi abbiamo realizzato questo progetto utile alla comunità; abbiamo anche avuto il sostegno e la collaborazione dell‘Assessore Romina Menapace di Ville d’Anaunia; abbiamo condiviso aspetti e continuità, territorialità di questi comuni; in proposito condividiamo una linea urbana e speriamo in futuro di implementare il servizio. Per ora siamo in fase sperimentale da giugno 2018 a febbraio 2019; se va bene possiamo proseguire, magari prossimamente fare un unico appalto con Ville d’Anaunia. In questi mesi cercheremo di correggere il tiro, vedremo se aumentare le giornate“:

Pubblicità
Pubblicità

Parla ora il Consigliere Massimiliano Fondriest, che ha curato la parte tecnica del progetto: “Il nostro problema era individuare linee e destinazioni, così abbiamo pensato di fare tre brevi percorsi per riuscire a collegare tutto il paese e per sfalsare gli orari, cercando di coprire i punti nevralgici come il centro, l’ospedale, il cimitero, il centro commerciale, le frazioni, e che fossero più comodi possibile specialmente per gli anziani. La linea blù parte dalla Stazione FTM (Ferrovia Trento-Malè) fino alla frazione di Mechel passando per via Degasperi, l’Ospedale, Casa Sociale in via Ruatti e Magazzino Frutta, Chiesa Parrocchiale e ritorno.

La linea rosa tocca le frazioni di Dres e Caltron, passando per la Casa di Riposo, rione Spinazeda, le Masere, Ospedale e ritorno. La linea gialla passerà per la frazione di Maiano, il cimitero, il Centro Commerciale, via Campo Sportivo e ritorno.

Tutte le linee partiranno dalla stazione FTM, e saranno coincidenti con gli arrivi e le partenze del tram; ci saranno due fermate al mattino e due al pomeriggio con un lasso di tempo tra un passaggio tra una e l’altra di circa 1,30 – 2,00 ore, questo anche per permettere alle persone di avere il tempo per svolgere le proprie mansioni”.

Pubblicità
Pubblicità

Riprende l’Assessore Girardi: “Inoltre per chi vuole andare al CTL (Centro per lo Sport e il Tempo Libero) il servizio avrà una coincidenza con il bus della linea che proviene da Ville d’Anaunia, si potrà salire con lo stesso biglietto e viceversa. Si potrà viaggiare su tutte e tre le linee col medesimo biglietto che avrà validità giornaliera e costerà solo 1 €uro, e si farà direttamente sul bus.

Per le categorie esenti come anziani permane l’esenzione; gli studenti potranno usare la tessera per il trasporto scolastico. I bus per ora sono disponibili tre giorni a settimana, e precisamente martedì, giovedì e sabato, più il primo lunedì del mese che normalmente è giorno di mercato”.

Il Sindaco Mucchi aggiunge: “Ringrazio Trentino Trasporti per la capacità tecnica, la disponibilità e l’ambizione che infonde nel progredire col trasporto leggero, perchè la Val di Non ha diverse stazioni isolate dalle quali è più semplice raggiungere il centro valle in auto; lo scopo è di creare un collegamento con questi paesi tramite trasporto urbano. Siamo propensi a future collaborazioni con la Trentino Trasporti, anche perchè il Comune di Cles possiede una quota di questa società. Speriamo che questo esperimento prosegua bene così da poter programmare più giorni e più corse. L’importante ora è chiamare la popolazione a provare questo nuovo tipo di mobilità. Gli autobus saranno tutti a 15 posti, per ora. Logico che nelle città i bus sono elettrici o a metano, ed in questo senso la sostenibilità da parte nostra in futuro avrà un investimento sia da parte del Comune che della Provincia. Speriamo che i cittadini colgano l’importanza di questo innovativo servizio“.

Prosegue il Comandante della Polizia Locale, Vittorio Micheli: “Quando mi hanno sottoposto in visione il progetto, ho capito subito che il lavoro da eseguire era parecchio, per venire incontro alle esigenze della città sotto l’aspetto pratico. La gente si lamenta che non ci sono parcheggi a sufficienza, c’è parecchio traffico, adesso le piazze saranno chiuse per le manifestazioni estive, ecc.. Ma bisogna capire l’importanza di questa novità, perchè noi siamo diventati una cittadina, ancora con strade realizzate negli anni ’40 e ’50, e ci sono ormai 2 o 3 automobili per famiglia; bisogna pensare all’evoluzione, al trasporto urbano ed a un futuro trasporto elettrico principalmente automobilistico. Dietro tutto questo ci si rende conto che c’è stato veramente un grande impegno”.

Conclude l’Assessore Girardi specificando: “da tempo cerchiamo di portare i cittadini verso la pedonalizzazione sia di Piazza Granda che di Corso Dante, questo già chiuso al traffico da tempo; ora rimarranno chiusi per Fiori e Colori, poi per Pomaria, a seguire per le manifestazioni invernali. Abbiamo ricevuto in merito riscontri positivi, ed è a questo proposito che il trasporto urbano volutamente non ha fermate nelle piazze principali, proprio per abituare le persone al centro chiuso al traffico”.

In una brochure inviata a tutte le famiglie, l’Assessore ai Lavori Pubblici Massimiliano Girardi, presenta questo servizio, innovativo per quanto riguarda Cles, che avrà per il momento carattere sperimentale, cioè sarà in vigore dal 23 giugno 2018 fino al 28 febbraio 2019.

Ci saranno 3 linee urbane, blù, rosa e gialla, che in circuito collegheranno le varie zone di Cles, frazioni, periferia, centro, servizi, ecc., con passaggi più o meno ogni ora e mezza; il costo è praticamente simbolico: 1 €uro al giorno, ed il biglietto si potrà fare direttamente sull’autobus.

Questo progetto nasce sulla base del Masterplan ed è improntato a ridurre il traffico nella borgata, servendo non solo i residenti, ma anche chi viene da fuori paese, sia che arrivino coi mezzi pubblici che con la propria auto, che potranno parcheggiare in periferia ed usufruire comodamente di questi mezzi.

Cercando di ridurre traffico e inquinamento, è già attivo “Pedibus”, accompagnamento controllato a piedi degli scolari della scuola primaria; gli autobus urbani si collegano come obbiettivo comune a Pedibus per raggiungere gli stessi scopi, cioè migliorare la mobilità cercando al contempo di diminuire traffico, smog, rumore.

Ogni fermata è fornita di segnali con annessi gli orari delle varie linee; maggiori informazioni sul sito del Comune di Cles.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta
    Il vecchio Bonus Renzi da 80 euro si evolve e diventa un Bonus Irpef da 100 euro. Con l’ultima legge di Bilancio infatti, vengono riviste le regole e il nome del vecchio bonus. A chi... The post Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta appeared first on Benessere Economico.
  • Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste
    Il Governo potrebbe estendere l’esenzione Imu, ampliando la categoria di soggetti che non saranno tenuti a versare la prima rata. Imu 2021, chi rientra nell’esenzione Un nuovo emendamento al Decreto Sostegni Bis potrebbe andare incontro... The post Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste appeared first on Benessere Economico.
  • P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti
    I ritardi, tipici della Pubblica Amministrazione potrebbero presto diventare un lontano ricordo. La notizia è stata raccontata dai dati diffusi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze riguardo i tempi medi impiegati durante l’anno 2020 dallo... The post P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti appeared first on […]
  • Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità
    Con le riaperture torna anche il Bonus Sanificazione e DPI anche per il 2021 per una ripartenza in sicurezza. Il Decreto Sostegni bis ripropone l’agevolazione per i titolari di partita Iva, seppur in una percentuale... The post Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità appeared first on Benessere Economico.
  • Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto
    Con l’arrivo delle nuove agevolazioni a fondo perduto per le partite Iva, scattano anche le regole per l’accesso al contributo. Le agevolazioni Le nuove attività ed imprese economiche hanno diritto ad un contributo a fondo... The post Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto appeared first on Benessere Economico.
  • Nasce l’Osservatorio Fiscale Europeo, passo verso una tassazione più equa
    Come noto, nell’Unione Europea alcuni Paesi attuano politiche fiscali aggressive a scapito di altri. Di conseguenza, questa mossa consente loro di attirare molti investitori con una tassazione favorevole. In questo sistema si inserisce l’Osservatorio fiscale... The post Nasce l’Osservatorio Fiscale Europeo, passo verso una tassazione più equa appeared first on Benessere Economico.
  • Nasce il primo superstore senza casse: Amazon conquista con l’innovazione
    All’interno dell’immensa panoramica della distribuzione organizzata, mette piede con estrema originalità il colosso Amazon che, potenziando ulteriormente la sua offerta apre il primo negozio senza cassa. Dall’idea senza dubbio originale e molto innovativa nasce un Fresh store in cui i clienti possono fare comodamente la spesa e uscire direttamente dalla corsia dedicata: “ senza pagare”. […]
  • Valentino dice addio alle pellicce e corre alla ricerca di nuovi materiali
    Mentre a Parigi sfila l’alta moda,  la maison di Valentino si esibisce virtualmente a Roma a Galleria Colonna. Il contrasto tra sontuosità del luogo ed il minimalismo della collezione è netto e per la prima volta uomo e donna sfilano insieme, una moda che non ha bisogno di definizione. Una sfilata che racconta la celebrazione […]
  • Il futuro del mercato immobiliare passa dalla casa in legno: un’abitazione con molti vantaggi
    Il futuro del mercato immobiliare potrebbe spostarsi dal mattone ad un materiale tanto semplice quanto resistente e sostenibile, come il legno. In particolare, il legno è il materiale per eccellenza alleato della sostenibilità ambientale perché aiuta a raggiungere al meglio l’autosufficienza energetica, permettendo di ridurre gli sprechi. Infatti, grazie alla sua elevata capacità di isolare […]
  • Hotel Chalet Mirabell: lo spirito di Merano!
    Nell’esclusivo Hotel a 5 stelle Chalet Mirabell ad Avelengo vicino Merano è possibile trascorrere le giornate più belle dell’anno tra lusso e naturalezza alpina, ampi spazi aperti e natura incontaminata. “Qualche anno fa la nostra passione ci ha portati a trasformare il nostro residence alpino da 16 camere nell’hotel 5 stelle Mirabell in Alto Adige. Abbiamo […]

Categorie

di tendenza