Connect with us
Pubblicità

Bolzano

Censimento razziale: In Alto Adige vige dal 1972

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

A dichiararlo è Michaela Biancofiore, parlamentare FI e Coordinatore del Trentino Alto Adige che ricorda come Alexander Langer  vi ha praticamente sacrificato la vita, e come la stessa esponente di Forza Italia combatta da sola contro il silenzio e ignoranza di tutto il mondo politico, delle associazioni anti razziali, fin dalla sua discesa in campo in Forza Italia nel 1994, pagando spesso lo scotto degli opportunismi politici nazionali.

Secondo Biancofiore in Alto Adige vengono sistematicamente violati diritti civili fondamentali come il diritto di voto e la Costituzione che condanna le leggi razziali, come ricordato ieri dai benpensanti sorpresi dalle parole del ministro Salvini, per fortuna ritrattate.

«Aberrante è pertanto  – incalza la coordinatrice di Forza Italia – lo spudorato j’accuse a Salvini e di contro il silenzio assordante e l’ipocrisia del Pd e dei partiti della sinistra ma anche delle comunità varie. del Parlamento italiano e dell’Europa, che tacciono sul censimento etnico razziale previsto in Alto Adige fin dallo Statuto del 1972 alla base del meccanismo discriminatorio e divisivo della proporzionale linguisitica che doveva cessare dopo 30 anni dalla emanazione dello statuto stesso e che viceversa vige immutata nella sua missione di ridurre e annichilire il gruppo italiano immigrato dopo la vittoria dell’Italia sull’Austria e l’annessione del 1918».

Pubblicità
Pubblicità

La schedatura etnica e la relativa discriminazione di cittadini italiani entro i confini dello Stato italiano, è in vigore in Alto Adige dal 1981 e porta con se la trasparenza del gruppo italiano nei posti apicali negli enti pubblici, la diaspora dello stesso, muri nelle scuole tra bambini italiani e tedeschi, disagio e ansia da esclusione.

Senza dichiarazione etnica in Alto Adige, senza obbligo di aggregazione esclusiva ai gruppi, italiano tedesco, ladino – vietando nella malafede l’esistenza ad esempio dei mistilingue, dei rom e dei cittadini immigrati per esempio, non si esiste.

Non si ha diritto a nulla, dall’assegnazione di una casa popolare ad un posto pubblico, nemmeno a candidarsi alle elezioni amministrative .

Pubblicità
Pubblicità

«Parlare di ideali europei in Alto Adige o di rispetto alla Costituzione italiana è un esercizio di paludosa retorica che crea tristezza inaudita specie per l’omertà relativa insita nelle parole di ieri del Pd, alleato da sempre e complice delle politiche razziali dei partiti tedeschi nella mia terra» – aggiunge Biancofiore

«Ora nella sollevazione bigotta di tutto l’arco parlamentare italiano sulle parole di Salvini, – conclude Biancofiore –  che se hanno un merito è quello di aver contribuito a squarciare la dimenticanza del clamoroso caso Alto Adige, mi auguro che il Parlamento italiano in toto sposi insieme alle riforme necessarie, il mio disegno di riforma costituzionale dello statuto d’Autonomia del Trentino Alto Adige che prevede appunto la cancellazione ignobili anacronistici meccanismi etnico.razziali quali appunto la proporzionale, il divieto di voto per chi non ha 4 anni di residenza o il diniego all’immersione linguistica, cioè alle scuole bilingui. Se ciò non avverrà ci si consegni alla vergogna della complicità del razzismo e del doppiopesismo. Nel frattempo consiglio a tutti di leggere il libro- denuncia di Sebastiano Vassalli , “viaggio fra gli italiani trasparenti”- (se lo si trova – vista l’operazione “sparizione” attuata dalla politica altoatesina) per comprendere l’interessata tolleranza del razzismo perpetuato dalla Repubblica italiana in terra italiana».

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento2 settimane fa

Caro bollette, supermercati Eurospin: «Abbiamo perso ogni speranza»

Trento2 settimane fa

Caro energia: dalla provincia arrivano 180 euro per ogni famiglia

Trento3 settimane fa

Autovelox e semafori intelligenti in funzione dal 19 settembre. Ecco dove sono installati

Arte e Cultura3 settimane fa

A Riva del Garda Serena Dalla Torre si riconferma campionessa italiana di Body Painting

Trento2 settimane fa

Dopo 20 anni di amore Tony Menegatti sposa la sua Laura

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Rovereto: protesta per le urla alle Fucine, 72 enne massacrato dalla «Baby Gang»

Trento2 giorni fa

Relazione della D.I.A.: in Trentino presenti le Mafie Calabresi, nigeriane e albanesi

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Impiccato in garage, i Carabinieri di Borgo compiono il miracolo

Trento2 settimane fa

Il comune fa cassa: 104 multe in sole 3 ore grazie ai nuovi semafori «intelligenti»

Trento6 giorni fa

Ritrovata la 18 enne scomparsa sabato dopo la scuola

Politica7 giorni fa

Elezioni 2022, ecco i primi trombati eccellenti

Io la penso così…4 giorni fa

Giulia Torelli: Le turbe psichiche di questo soggetto sono particolarmente evidenti

Trento3 settimane fa

Morto a soli 61 anni Luca Mazzalai, partecipò ad oltre 20 edizioni della Trento Bondone

Val di Non – Sole – Paganella3 giorni fa

Dramma in Val di Non: il corpo di una donna recuperato nella forra del torrente Pongaiola

Trento4 settimane fa

Trento, lavorare per le cooperative sociali a 4 euro l’ora: «Non ce la facciamo a vivere»

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza