Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Salvini contro le ONG: «Niente porti italiani per Lifeline e Seefuchs»

Pubblicato

-

Nuovo blocco da parte del ministro dell’interno italiano Matteo Salvini alle ONG.

Le due navi Lifeline e Seefuchs che battono bandiera olandese e tedesca che sono pronte ad imbarcare nuovi migranti sulle coste della Libia non attaccheranno a nessun porto italiano.

Questo il messaggio di Salvini postato su Facebook: «Mentre la nave della Ong Aquarius naviga verso la Spagna, altre due navi di Ong con bandiera dell’Olanda sono arrivate al largo delle coste della Libia, in attesa del loro carico di esseri umani abbandonati dagli scafisti. Sappiano questi signori che l’Italia non vuole più essere complice del business dell’immigrazione clandestina, e quindi dovranno cercarsi altri porti dove dirigersi». Il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, ribadisce così su Facebook, stamattina, il proprio no all’attracco di navi cariche di migranti nei porti italiani. Al largo della Libia, dopo la Aquarius, si trovano ora le navi Lifeline e Seefuchs. «Da ministro e da papà – aggiunge Salvini – possono attaccarmi e minacciarmi quanto vogliono, ma io non mollo e lo faccio per il bene di tutti».

PubblicitàPubblicità

All’ennesimo «no» del ministro dell’Interno replica con un tweet lapidario la ong tedesca Mission Lifeline: «Quando i fascisti ci fanno pubblicità».

Frase a cui il vicepremier ribatte pochi instanti dopo («Questi non toccheranno mai più terra in Italia»), provocando il dietrofront dalla Lifeline: «No, @matteosalvini non è naturalmente un fascista. Ci è scivolato il mouse». 

La Lifeline è intervenuta nel Mediterraneo centrale in soccorso di un gommone con 118 persone, tra cui 14 donne, 4 bambini e un neonato. «A tutti sono stati forniti giubbotti salvagente», ha sottolineato la ong tedesca. «Siamo preoccupati che queste persone venga riportate indietro in Libia dopo il loro salvataggio sulla Viking Amber», ha detto Alex Steier in una dichiarazione inviata via mail alla Dpa.

Pubblicità
Pubblicità

Come il ministro Salvini la pensa anche il procuratore di Catania Carmelo Zuccaro che nei giorni scorsi aveva accusato: «su Ong come Medici senza frontiere e Save the Children davvero c’è poco da dire. Discorso diverso per altre, come la maltese Moas o come le tedesche che sono la maggior parte che, siamo certi, abbiano contatti diretti con gli scafisti libici».

«Per riuscire al meglio nel proprio business i trafficanti hanno cambiato modalità d’azione – ha aggiunto il capo della procura -. Prima le navi madre viaggiavano fino al limite con le acque italiane. Poi, con l’aumento delle partenze e il miglioramento dei controlli, hanno scelto di accompagnare i migranti all’interno delle acque internazionali, indicando ai natanti su cui viaggiavano i migranti la rotta da seguire. Infine, per ottenere assoluta impunità, hanno optato per non entrare più nelle acque internazionali, spingendo i soccorritori ad arrivare al limite con le acque libiche».

Un’esca a cui avrebbero abboccato solo le Ong. «Lo spazio lasciato libero giustamente dalle navi militari, il cui avanzamento non sarebbe auspicabile, è stato occupato dalle organizzazioni private», ha aggiunto Zuccaro, sottolineando la diretta proporzionalità tra l’arretramento dei trafficanti e lo spostamento in avanti della linea d’azione delle Ong.

Il capo della procura ha anche ricordato come sulle navi delle Ong non ci siano ufficiali di polizia giudiziaria che possano documentare come avvengano i soccorsi, tema su cui già l’anno scorso si è acceso il dibattito con il netto rifiuto da parte delle organizzazioni umanitarie a trasformarsi in «uffici di polizia giudiziaria». 

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Coronavirus: Paziente Virtuale evita i test sugli animali
    Grazie alle diverse ricerche ed ai numerosi studi dell’Università di Catania, si rafforza il filo della comunicazione tra il clinico e il laboratorio, dando vita al progetto del Paziente Virtuale. Un progetto completamente italiano che potrebbe finalmente evitare la sperimentazione animale, necessaria per testare farmaci e vaccini anche contro il più recente Coronavirus. Infatti, per […]
  • Sconti e voli gratis ai viaggiatori se bambini piangono o disturbano in aereo, l’idea di una compagnia aerea americana
    Sembra incredibile, ma il binomio aereo – neonato, si posiziona tra i primi posti come motivo di fastidio e disturbo per molti viaggiatori, portando una compagnia area alla decisione di far volare gratis i passeggeri che si trovavano a viaggiare con bambini piangenti a bordo. Ad ovviare questo il problema è JetBlue Airways la compagnia aerea […]
  • Russia registra il primo vaccino al mondo contro il coronavirus
    Dopo mesi di test e di attesa è la Russia a battere tutti e registrare Sputnik il primo vaccino al mondo contro il Coronavirus. Sputnik, il vaccino sviluppato dall’Istituto Gamaleya di Mosca ha ricevuto il via libera dal Ministero della Sanità russo. Citando i media russi, Putin avrebbe rivelato che anche alla figlia è stata […]
  • Piccoli sottomarini privati, il nuovo sogno degli esploratori
    Dalle tranquille avventure sulla superficie dell’acqua all’eccitante esplorazione delle profondità dei fondali marini a bordo dell’ultimo e più sensazionale giocattolo marino: il sottomarino personale. Leggero da trasportare in macchina e comodo da tenere nei garage dei superyatch, il nuovo trend subacqueo prenderà il posto dei numerosi sport d’avventura fin’ora sperimentati. Costruito per esplorare i fondali […]
  • Prima lo adotti poi raccogli i suoi frutti, a Milano nasce la Food Forest, la foresta edibile
    Oltre 2.000 tra piante, ortaggi, piante officinali, alberi, arbusti da frutto e da legno ospitati nel cuore dell’immensa città metropolitana di Milano, con l’obbiettivo di ristabilire il rapporto primitivo tra l’uomo e i prodotti che Madre Natura gentilmente offre. Questo, starà alla base della nuova Food Forest, la foresta edibile  che in autunno prenderà vita all’interno […]
  • Ponte Tibetano e Cascate di Saent: che bella la Val di Rabbi!
    Costruito nel 2016 sopra il torrente Ragaiolo in Val di Rabbi, il ponte tibetano è ormai diventato una tappa fissa per tutti coloro che amano la montagna e la Val di Rabbi. Costruito in ferro e con una pavimentazione di grate di ferro, il ponte tibetano è adatto a grandi e piccini grazie anche alle […]
  • Si allunga la lista delle preziose aree naturali del Pianeta: l’Unesco aggiunge altri 15 Geoparchi da tutelare
    Riconosciuto a livello internazionale come un territorio che possiede un patrimonio geologico particolare e una strategia di sviluppo sostenibile, il Geoparco deve comprendere un certo numero di siti geologici di particolare importanza in termini di rarità, qualità scientifica e rilevanza estetica o valore educativo per essere definito tale. In particolare, si tratta di aree in […]
  • Samsung lancia l’idea: Prevenire gli incidenti grazie ad un camion attrezzato con schermi LCD
    Visibilità azzerata, traffico intenso, grandi mezzi e sorpassi azzardati sono tutti problemi autostradali che potrebbero trovare soluzione grazie ad un “camion trasparente” con grandi schermi LCD: Un‘ idea tanto semplice quanto potenzialmente utile che potrebbe facilitare le manovre di sorpasso dei grandi mezzi riducendo i rischi di incidenti. L’idea è stata presentata da Samsung con […]
  • Trentino Wild Park: il parco avventura più grande d’Italia
    Affrontare situazioni che non appartengono alla vita normale percorrendo una realtà diversa da quella urbana, attraversando ponti tibetani, liane e guardando il bosco tra le chiome degli alberi, sono la base di un intrigante situazione, lontana dalla vita cittadina ma alternativa ad un classico tour. La possibilità di vivere forti emozioni e sentirsi veramente immerso […]

Categorie

di tendenza