Connect with us

economia e finanza

Natam: sabato 16 giugno «Open Day» per il festeggiamento del 45° anniversario

Pubblicato

-

Per la ditta Natam sabato 16 giugno sarà un importante traguardo.

La storica azienda leader in Trentino nel settore della macchine e attrezzature per le pulizie industriali taglia infatti il suo 45° compleanno.

I due soci Fulvio Bolfelli e Saverio Paoli hanno deciso di festeggiare il prestigioso traguardo organizzando un Open Day per ringraziare tutti i loro clienti, fornitori e sostenitori che in questi anni hanno aiutato la loro crescita.

PubblicitàPubblicità

A partire dalle ore 10.00 e fino alle 18.00 sarà grande festa all’insegna dell’allegria e della serenità.

Ma non solo.

Infatti per l’evento sono state organizzate dimostrazioni professionali e prove pratiche con la presenza anche di numerosi fornitori storici di Natam. Non mancherà nemmeno il momento istituzionale con molte autorità presenti.

Il tutto accompagnato da un buffet informale che durerà per tutta la giornata.

«Ce ne siamo resi conto quasi per caso – spiegano i due soci – concentrati come siamo nell’affrontare, giorno dopo giorno, le varie problematiche emergenti. Quando si apre un’impresa come la nostra, nel lontano 1973, si brinda al futuro, ci si pongono degli obiettivi, si sogna di andare lontano. Poi un bel giorno, ti rendi conto di quanta strada è stata fatta e di quanta ne resta ancora da fare».

Ma non è stato sempre tutto facile, nel 2008 il mercato ha cominciato a crollare per la grande crisi economica e i fatturati si sono ristretti; ma dentro l’azienda, come si suol dire, tutti si sono tirati su le maniche. «Abbiamo dovuto ricostruire molte cose mattone dopo mattone cercando di rinnovarci all’insegna del rapporto qualità -prezzo, e non è stato così facile. All’inizio del 2016 i grandi sforzi fatti hanno portato a raggiungere obiettivi importanti poi consolidati nel 2017. Questo grazie al mercato che è ripartito ma anche alla nostra lungimiranza, e ad alcune scelte che sono risultate vincenti in termini di innovazione, formazione e diversificazione nel settore» – spiega Saverio Paoli

Oggi Natam vanta un organico di 10 dipendenti, tra tecnici e impiegati, tutti concentrati per dare il miglior servizio alla clientela che sempre di più necessita di rapidità e professionalità.

La scelta della politica di diversificazione ha portato l’azienda ad affermarsi nei settori dell’edilizia, dell’estrattivo, del turistico, dell’alimentare e dell’agricoltura, ponendo saldamente come valore imprescindibile, oltre alle vendita dei prodotti, anche l’assistenza.

Nel DNA della Natam da sempre è presente la condivisione degli aspetti positivi dell’azienda attraverso il coinvolgimento di fornitori, clienti e collaboratori.

«Da qui l’idea di continuare su questa strada e organizzare un Open Day per tutti, una sorta di ringraziamento a tutti coloro che hanno avuto fiducia in noi, supportandoci i anche nei momenti difficili. Questo è da sempre lo spirito della Natam e dei suoi collaboratori; cioè la fiducia, il rispetto e la stima dell’azienda verso la persona, in nome del raggiungimento di un unico obiettivo che è il benessere di tutti» –sottolinea Fulvio Bolfelli.

La mission aziendale è quella di far ricadere le risorse sul territorio, per questo Natam aiuta molte associazioni sportive e onlus «da sempre diamo il nostro contributo senza chiedere nulla in cambio – puntualizza Bolfelli – facciamo quello che possiamo per aiutare chi ne ha bisogno, questa è la nostra filosofia aziendale che cerca di sostenere il territorio e che crea sinergie con le aziende della provincia di Trento».

Natam ha avuto la forza di guardare avanti e vedere nel futuro, «nonostante i 45 anni di attività per noi sabato 16 giugno è un nuovo punto di partenza per affermarci ancora più nel mercato e sul territorio» afferma ancora Saverio Paoli.

Il più bel ricordo di questi anni? semplice, rispondono all’unisono i due soci.«vivere ogni giorno insieme la gioia di lavorare e condividerla con tutti»

Per rimanere sul mercato a buoni livelli è importante l’innovazione e l’aggiornamento. Natam per questo ha partecipato alla Fiera ISSA di Amsterdam dove ha incontrato tutti i più grandi produttori mondiali di idropulitrici, lavapavimenti e spazzatrici.

«È stata una bella esperienza partecipare alla più importante fiera del settore del cleaning, – spiega il responsabile commerciale Alessio Bolfelli – ho riscontrato delle novità nell’implementazione della robotica nelle lava pavimenti e un notevole interesse per l’igienizzazione e la preservazione delle superfici. Certo alcune tecnologie sono ancora sperimentali ed altre per il momento proibitive dal punto del vista del prezzo, ma seguiremo comunque con molta attenzione l’evolversi della tecnologia applicata nel nostro settore»

I titolari della Natam sono anche tra i soci fondatori della «Fondazione Trentina per l’autismo» che ha realizzato il centro Sebastiano di Coredo, il più importante polo sociale italiano dedicato ai soggetti autistici, che ha festeggiato proprio qualche giorno fa il suo primo compleanno.

Vi aspettiamo numerosi per condividere con noi questo grande traguardo!” – concludono i soci della Natam

Pubblicità
Pubblicità

economia e finanza

Mobilificio Carli: affidabilità, professionalità e competenza da oltre 150 anni

Pubblicato

-

Una storia lunga più di 150 anni. Una storia virtuosa che dal 1852 attraversa 5 generazioni e che racconta le vicissitudini di un’azienda che nel tempo ha saputo mantenere invariato il valore artigianale, incrementando professionalità e competenza. (altro…)

PubblicitàPubblicità
Continua a leggere

economia e finanza

Inaugurata a Mattarello la prima sede in Trentino di «È Così»

Pubblicato

-

Sabato 7 luglio, a Mattarello di Trento, è stata inaugurata la prima filiale di «È COSÌ», azienda romagnola specializzata nella produzione di detergenti e disinfettanti ad uso professionale.

“Un investimento significativo in spazi logistici e occupazione ma in prima istanza un riconoscimento forte del valore del territorio trentino e della innata propensione della sua gente per l’attenzione all’ambiente”.

Queste le parole dell’amministratore delegato di È COSÌ, Davide Fornasari, fiero cavaliere di un’azienda nata 18 anni fa, cresciuta grazie ai forti investimenti nell’innovazione continua, ricerca e sviluppo e oggi pronta ad espandersi.

PubblicitàPubblicità

Il Trentino Alto Adige: la prima scelta dopo un’attenta analisi di tutte le regioni italiane.

È COSÌ produce detergenti e disinfettanti e progetta sistemi di pulizia efficaci e all’avanguardia.

Alta qualità e rispetto per l’ambiente sono le caratteristiche di un’azienda che può contare su oltre 120 prodotti.

Condurre il settore dell’igiene professionale verso una completa rivoluzione ecologica è l’obiettivo primario.

Non mancano quindi linee eco-sostenibili Ecolabel e di eco-detergenza certificate Icea.

Il packaging è realizzato in carta riciclata e i flaconi in plastica rigenerata.

È COSÌ adotta inoltre il Life Cycle Thinking grazie al quale può valutare l’insieme delle interazioni con l’ambiente.

È l’unica azienda in Europa a produrre detergenti  certificati EPD® (Environmental Product Declaration).

Quali i settori di pertinenza? Sanitario, assistenziale, alberghiero, ristorativo, produttivo e tutti quei contesti dove la pulizia professionale è un requisito importante.

PubblicitàPubblicità

Continua a leggere

economia e finanza

Felicetti investe 20 mln nel nuovo stabilimento a Molina di Fiemme. Isa entra con il 22%

Pubblicato

-

Il pastificio Felicetti apre per la prima volta le porte del suo azionariato ad un socio per continuare a crescere e sostenere l’investimento di circa 28 milioni di euro per la realizzazione del nuovo stabilimento produttivo di Molina di Fiemme (TN).

Una sfida importante che è maturata dopo diversi anni in cui l’azienda – che quest’anno compie 110 anni – ha visto crescere i propri mercati di riferimento e a seguito di una domanda che è arrivata a superare la capacità di risposta determinando la piena saturazione della capacità produttiva dello stabilimento storico di Predazzo che oggi produce 20 mln di Kg di pasta all’anno in oltre 200 formati in una struttura che nel 2013 era già stato oggetto di ampliamento.

Nel maggio 2017 l’azienda, saturati gli spazi nella storica sede produttiva, ha scelto di continuare a crescere in Trentino e ha stipulato con Trentino Sviluppo, la Provincia autonoma di Trento e il Comune di Castello Molina di Fiemme un accordo per la cessione di un’area produttiva pubblica già infrastrutturata a Molina di Fiemme.

PubblicitàPubblicità

Trentino Sviluppo metterà a disposizione una superficie edificabile di 16.200 metri quadrati e supporterà le attività di internazionalizzazione.

Sparkasse, che ha svolto il ruolo di “banca d’affari”, con la selezione e presentazione del nuovo socio ISA, sarà anche “arranger” per il finanziamento in pool con altre banche dell’intero progetto – per circa 23 milioni – che prevede la costruzione del nuovo stabilimento, l’acquisto dei macchinari e l’avvio delle due nuove linee produttive del Pastificio Felicetti.

I soci Felicetti hanno individuato in ISA (Istituto Atesino di Sviluppo S.p.A.) di Trento, la più importante holding di partecipazioni a livello regionale con un portafoglio di investimenti di oltre 160 mln di euro, il partner culturalmente più affine ai valori della famiglia al quale aprire il proprio capitale sociale.

ISA otterrà una partecipazione nella società pari al 22% attraverso un investimento di 5 milioni di euro tramite un aumento di capitale con l’obiettivo di accompagnare l’azienda in ulteriori piani di sviluppo che non escludono anche una quotazione in borsa come progetto a medio termine.

Con una forza lavoro di 69 dipendenti, un fatturato nel 2017 di 37 milioni di euro di cui il 50% all’estero e un EBITDA dell’11,7%, Pastificio Felicetti punta all’eccellenza e ad una leadership consolidata.

“Aprire la nostra società ad un partner strategico per la crescita come ISA – dichiara Riccardo Felicetti – è innanzitutto una rivoluzione culturale che la nostra Famiglia ha affrontato nell’ottica di garantire un futuro solido e di ampio respiro produttivo e commerciale, pronti alle nuove sfide di un mercato sempre più globale, mantenendo però inalterati i valori profondi della Famiglia e la localizzazione territoriale che rimane per noi un valore imprescindibile e di enorme valore sociale”.

“E’ per noi fonte di orgoglio avere contribuito con un ruolo attivo al finanziamento di questa importante operazione industriale – dichiara Nicola Calabrò, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Sparkasse – Sparkasse, nel suo ruolo di banca leader del Trentino Alto Adige, concorre allo sviluppo del territorio con un ruolo di banca di sistema. E’ quanto abbiamo fatto concretamente in questo caso, sia come banca capofila nel reperimento delle risorse di credito sia ricercando attivamente una società partner individuata in ISA”.

PubblicitàPubblicità

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Archivi

Categorie

Archivio

di tendenza

fortemalia inserto magazine

fortemalia.it