Connect with us

Alto Garda e Ledro

Biblioteca vivente a Riva del Garda

Pubblicato

-

Si tiene a Riva del Garda sabato 16 giugno al parco del Brolio e in piazza Battisti (in caso di pioggia, nell’androne del museo) il primo dei tre eventi trentini di Biblioteca Vivente, un presidio culturale riconosciuto dal Consiglio d’Europa come metodo innovativo di dialogo e strumento di promozione di coesione sociale. Dalle ore 17 alle ore 20, partecipazione libera.

Biblioteca Vivente -nell’ambito del progetto “Liberi da dentro”- è una proposta esperienziale di incontro e di dialogo, uno strumento innovativo di promozione di coesione sociale e culturale: come in una biblioteca tradizionale, nella Biblioteca Vivente si può scegliere di consultare un libro tra quelli proposti in un catalogo. Alcune persone, detenuti o ex detenuti, diventate per l’occasione “libri umani” attraverso un percorso di formazione, mettono a disposizione dei lettori un pezzo della propria autobiografia. Ogni lettore ha a disposizione mezz’ora per consultare il “libro” individuato, probabilmente una persona che non avrebbe avuto occasione di incontrare altrimenti. I lettori, inoltre, hanno la possibilità di condividere una recensione sulla rivista online UnderTrenta, partner del progetto. La Biblioteca Vivente, qui sviluppata secondo il modello di ABCittà (bibliotecavivente.org), attraverso le storie delle persone permette di entrare nel mondo del carcere e di oltrepassare i pensieri più diffusi che lo riguardano. Questa edizione, prima in assoluto in Trentino, segue le esperienze che ABCittà ha sviluppato con la collaborazione di altri carceri italiani (Milano, Roma, Lecce, Cagliari).

In anteprima i titoli di alcuni “libri umani” di questa edizione di Biblioteca Vivente:

PubblicitàPubblicità

– Angela, l’ufficio del direttore

L’inizio dei suoi lavori è sempre associato agli sguardi puntati addosso. Quelli delle concelline dentro, degli impiegati nei corridoi, dei passanti per la strada. Forse sono un’invenzione, forse sono reali, comunque pesano. Chissà se il lavoro renderà liberi…

– Stefan, il lungo abbraccio

Una lunga storia di amicizia nata accanto ai trampolini per i salti con gli sci. Un’amicizia capace di salvare nel momento più buio della vita. Un’amicizia che diventa àncora di salvezza e di cambiamento.

La Biblioteca Vivente di Riva del Garda sarà contestualizzato all’interno di “Apparizioni”, cartellone di installazioni e performance curata dalla Compagnia delle Nuvole. Tra una lettura e l’altra dunque, sarà possibile godere delle selezioni musicali su vinile e delle narrazioni a cura di Giuliano Lott ( giornalista, critico musicale e musicista). Tutte musiche di grandi artisti che, per i più diversi motivi, sono finiti in carcere. Il tutto avverrà in meravigliosi salottini vintage, accompagnato da piccoli assaggi vegani. L’evento, promosso dalla biblioteca civica di Riva del Garda, si svolgerà in collaborazione con gli altri partner del progetto “Liberi da dentro” (info e programma completo sul sito www.sps.tn.it).

“Liberi da dentro” è un progetto finalizzato a diffondere sul territorio una conoscenza reale del mondo del carcere, delle pene e del loro effetto sulle persone. Attraverso la proposta di eventi e incontri pubblici, conferenze, iniziative nelle scuole, spettacoli e film e con il coinvolgimento della cittadinanza nel processo di accoglienza nel tessuto sociale delle persone sottoposte a condanne penali, si vuole puntare alla promozione di una cultura capace di sviluppare una visione di tipo riparativo e di alimentare il senso di una responsabilità sociale collettiva. Il progetto, sostenuto dalla Fondazione Caritro, ha come promotori: Scuola di preparazione sociale, Fondazione Franco Demarchi, associazione “Dalla viva voce”, associazione Quadrivium, Comune di Trento, Comune di Lavis, Comune di Riva del Garda, rivista UnderTrenta, Sistema Bibliotecario Trentino, Museo Diocesano, cooperativa ABCittà, Cinformi, Apas, Atas, Conferenza regionale volontariato carcere Trentino Alto Adige; con il patrocinio della Provincia autonoma di Trento.

Pubblicità
Pubblicità

Alto Garda e Ledro

Al «Mandrea Music Festival» di Arco segnalati 10 giovani per consumo di droga

Pubblicato

-

Segnalati al prefetto di Trento per detenzione e consumo di droghe 10 giovani provenienti da fuori provincia, fermati nel corso di controlli effettuati dai carabinieri di Arco durante la manifestazione musicale .

In località Padaro sono state controllate 56 auto, 147 persone, e sono state eseguite 21 perquisizioni di cui 10 con esito positivo.

I carabinieri, assieme all’unità cinofila di Laives, hanno trovato e sequestrato marijuana e hashish per 25 grammi e materiali per il loro consumo.

PubblicitàPubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Alto Garda e Ledro

Lago di Garda, siciliano tira fuori il coltello per un posto sulla spiaggia

Pubblicato

-

Una disputa per un posto sulla spiaggia dei Sabbioni è finita quasi a coltellate lungo le rive del Lago di Garda. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Alto Garda e Ledro

Botanico del Muse stroncato da infarto a 56 anni. Addio a Francesco Rigobello

Pubblicato

-

Un malore improvviso non ha dato scampo a Francesco Rigobello che è morto a 56 anni durante un’escursione in montagna, a pochi passi da casa. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Archivi

Categorie

Archivio

di tendenza

fortemalia inserto magazine

fortemalia.it